Comacchio
30 Novembre 2023
Il medico legale ha svolto le operazioni autoptiche sul corpo della 59enne morta per le gravi ustioni riportate. Al momento la Procura ha aperto un fascicolo per omicidio e incendio colposo e non esclude alcuna pista investigativa

Morì nell’incendio. La verità da autopsia e sopralluogo dei vigili del fuoco

di Davide Soattin | 2 min

Leggi anche

Pnrr. A Comacchio parte il cantiere alla Casa della Comunità

Al via il cantiere Pnrr alla Casa della Comunità di Comacchio. A partire da martedì 27 febbraio inizieranno i lavori di riqualificazione e miglioramento dell'accessibilità della struttura sanitaria grazie a un finanziamento di complessivi 114mila euro dal Piano nazionale di ripresa e resilienza

Lido delle Nazioni. È stata eseguita ieri (mercoledì 29 novembre) l’autopsia sul corpo della 59enne morta lo scorso 21 novembre all’ospedale Bufalini di Cesena, dove era ricoverata in gravi condizioni per le ustioni riportate a seguito dell’incendio che ha devastato la sua villetta in via Colorado, a Lido delle Nazioni, da cui aveva provato a fuggire lanciandosi dalla finestra di casa con un volo di circa tre metri.

A svolgere le operazioni medico-legali presso l’istituto di Forlì è stata la dottoressa Donatella Fedeli, a cui la Procura di Ferrara – pm Barbara Cavallo – ha conferito l’incarico.

Saranno inoltre eseguiti gli esami dattiloscopici e del Dna, così da poter sciogliere i dubbi sull’identità della vittima, sorti successivamente al ricovero. Il corpo, infatti, dovrebbe essere quello della 59enne dominicana Celestina Valdez Busten, ma il volto sfigurato e le ustioni sul 60% del corpo hanno spinto gli inquirenti a ulteriori approfondimenti per avere la concreta certezza che si tratti proprio di lei.

Sulle cause che hanno portato all’incendio e alla morte della donna, gli inquirenti indagano a trecentosessanta gradi e non escludono alcuna pista. A tal proposito, ieri, sul luogo della tragedia si sono portati gli ufficiali del Nucleo Investigativo Antincendio dei vigili del fuoco di Bologna per effettuare il sopralluogo necessario a individuare – come da prassi – l’eventuale presenza di inneschi o sostanze acceleranti.

Al momento, in attesa dei risultati dei vari accertamenti, la Procura ha aperto un fascicolo per incendio e omicidio colposo.

 

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com