Faccio il sovversivo 2.0
13 Agosto 2023

Ogni uomo o donna è libero di pensare che la propria generazione sia stata una meraviglia…

di Faccio | 1 min

Leggi anche

Dolce Enrico

Ti ho incontrato in una serata piovosa di un po’ di anni fa, eri giovanissimo, educato e gentile, educato e gentile lo sei ancora…

25 volte noi, ma anche di più…

Ci vedevamo da ragazzi, eravamo vicini di casa. Nel mio cuore ho sempre sperato che un giorno potessimo incontrarci e stare insieme...

Sindaco e Nutella

Ho ricevuto un’interessante mail dal Gruppo 10 Giugno e ve la propongo con alcune integrazioni personali, sperando che porti ad una riflessione. Il Gruppo 10 Giugno nasce il giorno dopo la sconfitta del CentroSinistra a Copparo e ribadisce oggi il proprio...

1° Maggio di lotta e di lavoro

Forse non ci siamo ancora accorti di tutte le ingiustizie che ogni giorno ci trascinano verso il baratro. Restiamo uniti santa pazienza, altrimenti sarà la fine

Vi do una notizia: anche i nostri figli e i figli dei nostri figli diranno che la loro gioventù è stata tra le migliori che ci siano mai state.

Perché, non avete mai sentito i vostri genitori dire “Ah, quando eravamo giovani noi… mancava tutto, ma ci volevamo molto bene”?

E allora…

Noi che quando c’era la Lira.

Noi che non c’era il cellulare, ma la cabina telefonica.

Noi che la musica era migliore e la sentivamo su cassetta e se si smaialava la riavvolgevamo con la matita.

Noi che non esisteva l’aria condizionata, ma siamo sopravvissuti, eccome.

Noi che siamo più uomini perché abbiamo fatto il servizio militare.

Noi che guardavamo Dallas e Dinasty.

Noi che ci abbronzavamo con la birra.

Noi che non avevamo il bagno in casa.

Noi che di qua.

Noi che di là.

Il mitico Ricky, amico di vecchia data, poco tempo fa mi chiama in disparte e in dialetto ferrarese mi dice “Era uno schifo! Ma hai presente cosa vuol dire non avere l’acqua corrente e non avere l’aria condizionata”?

Quando sento queste baggianate mi scappa da ridere e mando tutti a quel paese, indistintamente.

Ah, noi che mandavamo a quel paese indistintamente ed eravamo felici…

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com