Economia e Lavoro
9 Giugno 2023
La notizia arriva dopo il tavolo in Regione con l'assessore Colla e le varie parti interessate: "Una garanzia per il futuro con un piano che punta a una decisa presenza sul mercato"

C’è vita per la Vm Cento. Stellantis pronta a sviluppare cinque nuove linee di produzione

di Redazione | 2 min

Leggi anche

Terremoto Pd. Il segretario di Ferrara si dimette

Il segretario comunale del Partito democratico si è dimesso. Lo ha fatto alla prima occasione utile, quella dell’assemblea comunale che doveva fare i conti con la cocente sconfitta subita alle elezioni di giugno

Broker assicurativo a giudizio per truffa

La procura della Repubblica ha emesso il decreto di citazione a giudizio nei confronti del broker assicurativo Luca Stradiotto, 41 anni. L'uomo è accusato di truffa nei confronti di clienti che all'epoca curava per conto delle assicurazioni Generali (compagnia per la quale non lavora più dal 2020)

Cento. “Ora c’è una novità positiva rappresentata dall’obiettivo del Gruppo Stellantis di progettare una riconversione di Vm che permetta di dare risposte sia sul piano occupazionale che industriale. Un elemento importante, fondamentale soprattutto perché riguarda un territorio dove non ci possiamo permettere di non avere una prospettiva di sviluppo del sito industriale”.

Così l’assessore regionale allo Sviluppo economico e Lavoro, Vicenzo Colla, commentando l’incontro di ieri (8 giugno) a Bologna dove, nella sede della Regione, sono state illustrate le prospettive per lo stabilimento VM di Cento nel Ferrarese appartenente al Gruppo Stellantis.

Durante l’incontro i dirigenti Stellantis hanno confermato che Vm, con circa 400 dipendenti di cui 100 impegnati in ricerca e sviluppo, ha terminato la produzione dei motori V6 diesel. Il piano quinquennale presentato permette tuttavia di mantenere la centralità nella produzione diesel e dà maggiore autonomia al marchio Vm. Nei prossimi anni, infatti, verranno sviluppate cinque linee di produzione: motori industriali, motori per agricoltura, motori per industria marina, ricambi per automotive diesel, reparto test su emissioni e progettazione e industrializzazione di motori a idrogeno. In particolare, il settore ricerca e sviluppo è stato rifocalizzato su Cento, con la previsione di un investimento nel prossimo quinquennio di alcune decine di milioni di euro.

Si tratta di una garanzia per il futuro di Vm – aggiunge l’assessore Colla-. Quello presentato è un piano che punta a una decisa presenza sul mercato e può contare su una dirigenza che ha grande competenza, focalizzata in particolare sull’ampliamento e lo sviluppo del settore industriale marino. Nel corso dell’incontro la dirigenza ha inoltre comunicato l’avvio di interazioni con soggetti che hanno le basi per garantire e incrementare potenzialità del nuovo progetto industriale”.

Una comunicazione importante, quindi, per viale Aldo Moro, sia per la scelta di puntare sul settore industriale marino, in forte crescita, sia per l’obiettivo di puntare all’indipendenza del marchio Vm, “con una tenuta che è sia autonomia di ricerca, che di progettazione, di produzione e commerciale. Come Istituzioni accogliamo con favore la disponibilità del management Stellantis e delle forze sindacali a rincontrarci nelle prossime settimane, per vedere nel dettaglio il percorso del progetto industriale”, ha concluso Colla.

All’appuntamento, oltre all’assessore Colla sono intervenuti i dirigenti del gruppo industriale Stellantis Davide Mele (senior vice president Corporate affairs di Stellantis Italia), Virgilio Cerutti (Head of Business Development Global Coordinator Stellantis), Daniele Chiari (responsabile Relazioni istituzionali Italia), Claudio D’Amico (Public Relations & Communication Director Stellantis Italia), il presidente della Provincia di Ferrara, Gianni Michele Padovani, il sindaco del Comune di Cento Edoardo Accorsi, Antonio Gallerani, i rappresentanti delle organizzazioni sindacali nazionali, regionali e territoriali e l’Agenzia regionale per il Lavoro.

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com