Poggio Renatico
25 Febbraio 2023
Violenta lite interrotta dai carabinieri di Poggio Renatico su segnalazione di un cittadino. Il giovane 26enne aveva sottratto i cellulari e le chiavi dell'auto alla donna rendendosi responsabile di rapina

Picchia la fidanzata, la minaccia con un coltello e la rapina: arrestato e portato in carcere

di Redazione | 1 min

Leggi anche

Preso il violentatore seriale di Rampari San Paolo

Svolta nelle indagini per rintracciare il violentatore seriale di via Rampari San Paolo. In queste ore infatti, su ordine del pm Stefano Longhi della Procura di Ferrara, gli uomini della polizia di Stato hanno fermato un 20enne di nazionalità nigeriana, gravemente indiziato di tre violenze sessuali perpetrate in città tra la fine di giugno e gli inizi di luglio

Terremoto Pd. Il segretario di Ferrara si dimette

Il segretario comunale del Partito democratico si è dimesso. Lo ha fatto alla prima occasione utile, quella dell’assemblea comunale che doveva fare i conti con la cocente sconfitta subita alle elezioni di giugno

Poggio Renatico. Picchia la fidanzata e le sottrae il cellulare e le chiavi dell’auto. Finisce male per un 26enne nigeriano già noto alle forze dell’ordine, E.M., arrestato dai carabinieri e portato in carcere a Ferrara.

I militari di Poggio Renatico sono intervenuti lo scorso 22 febbraio per verificare una segnalazione telefonica che indicava urla provenire da un condominio riconducibili a una violenta presunta lite familiare. Avuto accesso all’appartamento, i carabinieri hanno accertato che il 26enne nigeriano aveva fino a poco prima colpito la fidanzata con calci, pugni e un bastone, minacciandola con un coltello da cucina perché lei gli aveva chiesto di andar via dopo aver trascorso lì la notte.

Le indagini svolte dai militari hanno consentito di accertare che in quel violento contesto l’uomo aveva sottratto alla donna i suoi cellulari e le chiavi dell’autovettura, rendendosi così responsabile di rapina. Oggetti che i carabinieri hanno trovato nelle tasche del 26enne, tratto in arresto e condotto presso la Casa Circondariale di Ferrara.

Proseguono gli accertamenti degli uomini dell’Arma per approfondire l’accaduto e i rapporti tra i due, potendosi configurare a carico dell’arrestato il reato di maltrattamenti verso familiari e conviventi e di atti persecutori, dato che da tempo il giovane straniero sottoponeva la donna a comportamenti vessatori.

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com