Attualità
15 Luglio 2022
Dal 16 al 23 luglio tre appuntamenti che uniscono attività fisica e raccolta fondi

Acaref organizza la “Nordic Walking”

di Redazione | 2 min

Leggi anche

Piene dei fiumi. Allerta arancione nel Ferrarese

La Protezione Civile dell'Emilia-Romagna ha emanato un'allerta per la zona della pianura ferrarese valida dalla mezzanotte di venerdì 1 a quella di sabato 2 marzo per criticità idraulica

Équipe Dga dell’Ausl. Come si previene il gioco d’azzardo

"Fate il nostro gioco", il laboratorio ideato da Taxi1729 che da mercoledì 28 febbraio fino al 5 marzo all'ex Refettorio di San Paolo spiega, attraverso matematica e psicologia, perché non conviene giocare d'azzardo è una delle attività messe in campo dall'Ausl con il sostegno del Comune di Ferrara

Maltempo, la piena del Reno sta defluendo regolarmente

Livelli dei fiumi in calo, piene che stanno defluendo regolarmente, costante monitoraggio della situazione dei corsi d’acqua. È rassicurante il quadro della situazione in Emilia-Romagna. Nel Ferrarese è stata comunque prolungata l'allerta arancione in relazione alla piena del Reno

Si prospettano due weekend di sano movimento quelli che Fondazione Acaref onlus di Ferrara si accinge a vivere.

Sabato 16, domenica 17 e sabato 23 luglio il Cammino d’Italia promosso dalla Scuola Italiana di Nordic Walking farà tappa rispettivamente a Comacchio, Ferrara e Rovigo per una staffetta grande come un abbraccio.

Questi tre step fanno parte di un percorso di 85 tappe, iniziato a marzo e che si  concluderà a fine anno a Roma, stessa città da cui è partito.

L’iniziativa, oltre ad essere salutare per tutti, è diventata anche solidale: il ricavato da queste tre tappe infatti verrà devoluto alla Fondazione Acaref onlus di Ferrara, che dal 2016 si occupa di finanziare la ricerca scientifica sulle sindromi atassiche, e di offrire sostegno e supporto a persone anziane e disabili.

“Questa staffetta di cammino con i bastoncini – spiega Claudia Formigoni, donor manager di Acaref – ci aiuta a far capire come il movimento sia un aspetto imprescindibile nella vita di chiunque sia affetto da atassia. Questa malattia così subdola colpisce il cervelletto, il nostro centro del movimento e della coordinazione, e infatti una delle prime difficoltà che il paziente atassico deve affrontare è proprio il camminare quotidiano. Attualmente non vi è una cura, pertanto si può lavorare solo su terapie palliative: logopedia, fisioterapia e tanto sport, camminate, movimento in generale”.

L’iniziativa, realizzata grazie alla preziosa collaborazione con Camminatori Senza Confini Asd, vede il coinvolgimento di esperti istruttori locali che in ogni giornata affiancheranno i partecipanti.

Le route hanno una lunghezza variabile tra gli 11 km (Ferrara e Rovigo) e i 17 km  (Comacchio) e verranno percorse strade tipiche del territorio, dalla foce del Po alle zone storiche delle città di Ferrara e Rovigo.

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com