Economia e Lavoro
6 Maggio 2022
Per la prima volta entra un attività commerciale di una frazione

A Ferrara ci sono tre nuove ‘Botteghe Storiche’

di Redazione | 3 min

Leggi anche

Caccia al violentatore. Il dna potrebbe incastrarlo

Proseguono senza sosta le indagini della Squadra Mobile di Ferrara per identificare l'uomo che, nella serata di mercoledì 19 giugno, in zona Rampari San Paolo, ha violentato sessualmente una ragazza di 20 anni, studentessa fuori sede

Agricoltura. Risarcimenti gelate tardive, il Ministero dice no

Semaforo rosso alla proposta di un aiuto adeguato, come nel 2020 e nel 2021, per le imprese agricole che hanno perso le produzioni in campo lo scorso anno a causa delle gelate e di altri eventi climatici avversi, anche se non hanno beneficiato di indennizzi da polizze assicurative o da fondi mutualistici

Elezioni sindacali Berco. Fiom prima tra gli impiegati e in aumento tra gli operai

Alla Berco, la più grande azienda metalmeccanica della provincia di Ferrara, si è votato per il rinnovo della Rappresentanza Sindacale Unitaria (Rsu) e della Rappresentanza dei Lavoratori per la Sicurezza (Rls). Il 18, 19 e 20 giugno le lavoratrici e i lavoratori hanno potuto scegliere la loro rappresentanza sindacale

Si amplia a Ferrara il numero dei negozi che esibiscono il marchio Botteghe Storiche, quelle con almeno 50 anni di attività. E per la prima volta entra una bottega di una frazione: la Tabaccheria Mascellani di via Brigata Partigiana Babini, 6, a Gaibanella.

Con la consegna delle tre targhe e vetrofanie – realizzata giovedì mattina dall’assessore Matteo Fornasini – sono 23, complessivamente, i titolari di attività che espongono il marchio in vetrina.

La tabaccheria Mascellani segna l’approdo del brand nel forese. Nata nel 1928, gestita dall’omonima famiglia da ben tre generazioni, fin dal 1937, è oggi anche negozio di prodotti alimentari e articoli di cancelleria. Vi si trovano ancora esposti alcuni arredi storici, come la Tabella dei giochi proibiti del 1940 e un originale taglia sigari.

Con la storica tabaccheria, Fornasini ha oggi celebrato anche l’ingresso della Macelleria Paltrinieri di via Cortevecchia 45\a e del panificio Evangelisti di via Carlo Mayr. La prima nasce nel 1951, quando Romolo Paltrinieri diede inizio all’attività di vendita “Polli e agnelli” nell’unica ed attuale sede e dal 2016 si è estesa a una ampia gamma di eccellenze alimentari sia italiane che estere, con personale con diploma di sommelier professionale.

La storia del panificio Evangelisti è invece una storia familiare che procede dal 1970, nata dall’intraprendenza del fondatore Giuliano, 73enne, e dalla moglie Nicoletta, l’attuale titolare. Tra gli elementi d’arredo di particolare interesse ci sono i due vecchi forni di cui uno interrato, unici nel loro genere e visibili nel laboratorio.

“Stiamo investendo molto nel marchio Botteghe storiche – dice l’assessore Matteo Fornasini – che può contare su: una sezione dedicata all’interno del sito turistico del territorio ferrarese ‘Ferrara Terra e Acqua’, che contiene i singoli profili e la storia delle attività, e specifico materiale promozionale, tra cui brochure e pieghevoli – realizzati in collaborazione con Sipro – con la mappa delle attività sul territorio e le schede dedicate complete di storia, riferimenti e curiosità. Inoltre in questi anni abbiamo realizzato anche percorsi e itinerari, sempre in collaborazione con Sipro, promuovendoli con video illustrativi, sullo stesso sito web e, oggi, anche con l’app Discovering Ferrara che, in vista dell’estate, proporrà al pubblico una caccia al tesoro virtuale tra i negozi. Un itinerario tra storia e shopping”.

Nel complesso attualmente, oltre agli ultimi tre ingressi, le Botteghe Storiche di Ferrara sono: Osteria degli Angeli (via delle Volte 4, angolo corso Porta Reno), Borsalino-Schiappelli (corso Martiri della Libertà 22), Pistelli & Bartolucci (corso Giovecca 2), Felloni tessuti (via Canonica 6), panificio Perdonati (via San Romano 108/b), pizzeria Orsucci (via Saraceno 116), rosticceria Ducale (via Argine Ducale 59), trattoria La Gigina (via San Giacomo 51), farmacia Navarra (corso Martiri della Libertà 27), Chiara Acconciature (corso Giovecca 14), birreria Club Weizen (via Putinati 157 A/B), birreria Wilson’s pub (corso Porta Mare 91/B), bar-paninoteca Hustariaza (via Piangipane 61/A), pasticceria-gelateria Bida (via Mazzini 20), parrucchiera Fiorella (via Carlo Cattaneo 66), pizzeria Arcobaleno (via San Romano 82), panificio Cappelli (via Ripagrande 4/6), Pampepato Estense (via Croce Bianca 3/b/5), gioielleria Marzola (via Bologna 126), birraria Giori (piazza Savonarola 1).

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com