Cronaca
16 Agosto 2016
Un'altro messaggio con un invito agghiacciante: "Remake Columbine"

Nuova scritta shock alla scuola Govoni

di Redazione | 1 min

Leggi anche

Trovato con la droga in Gad durante i controlli interforze

Nuovo intervento straordinario congiunto di tutte le forze di polizia con l'obiettivo di potenziare l’attività di prevenzione e di contrasto alla criminalità a Ferrara città, quello avvenuto nel pomeriggio giovedì 11 aprile

Spendeva troppi soldi con l’amante. La Cassazione gli affida un tutor

La Corte di Cassazione ha dato ragione a una donna ferrarese che, dopo essersi separata, aveva chiesto al giudice tutelare di affidare l'ex marito nelle mani di un amministratore di sostegno dal momento che lui, uomo facoltoso e benestante, stava sperperando tutti i suoi averi con l'amante di nazionalità romena

Infarto al volante. Salvato da un’infermiera fuori servizio

Era al volante della sua automobile quando ha improvvisamente iniziato a sentirsi male, ma l'intervento provvidenziale di un infermiere del 118 fuori servizio gli ha salvato la vita, rianimandolo in quei pochi minuti necessari ai soccorsi per arrivare, intervenire e trasportarlo in ospedale

Arrestato rapinatore minorenne, investiva le sue vittime con un’auto

Finisce in un istituto penale per minorenni un 17enne che a Ferrara, lo scorso febbraio, avrebbe commesso i reati di rapina impropria e lesioni personali aggravate. La Polizia di Stato ha infatti dato esecuzione a un’ordinanza applicativa di misura cautelare emessa dal Gip presso il Tribunale per i Minorenni di Bologna

image1Oltre alla scritta shock “fucilarli tutti per non educarne più nessuno” comparsa in un chiosco di piazza XXIV maggio, un’altra scritta molto forte – probabilmente proveniente dalla stessa mano – è apparsa nei muri della scuola Govoni.

“Remake Columbine”, recita, ancora una volta accompagnata dal disegno stilizzato di un fucile AK-47, e il riferimento è doppiamente orribile. Sembra, in sostanza, l’invito a ripetere quanto accaduto nella Columbine High School, vicino a Denver (la capitale dello Stato del Colorado negli Usa) nel 1999, quando il 20 aprile due studenti – Eric Harris e Dylan Klebold – entrarono armati a scuola, uccidendo 12 compagni e un insegnante, e ferendo altre 24 persone.

Un messaggio agghiacciante e – che si tratti o meno di una provocazione o di una bravata – preoccupante, perché scritto proprio sui muri di una scuola, come una scuola fu il teatro di una delle stragi più sanguinose e ricordate negli Stati Uniti (anche con un docu-film di Michael Moore, Bowling a Columbine).

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com