Eventi e cultura
26 Febbraio 2016
Riccardo Roveresi racconterà i classici che lo hanno formato

Duplice appuntamento all’Ibs+Libraccio

di Redazione | 2 min

Leggi anche

Dalle bonifiche allo squadrismo Fascista. Tra Ferrara e il mare è passato il destino d’Italia

Non sono in molti i ferraresi a saperlo, se non per associare distrattamente il nome di Italo Balbo alla nostra città, ma dalle strade che percorriamo ogni giorno o dai campi che vediamo attraversando la zona della provincia che va da Ferrara al mare è passato il destino d’Italia. E lo ha fatto attraverso la violenza dello squadrismo e del fascismo agrario che qui è nato

Il ferrarese di adozione Fred Kudjo Kuwornu alla Biennale di Venezia

Il ferrarese d'adozione, ex dj di Radio Estenese negli anni 90, Fred Kudjo Kuwornu è uno dei pochi italiani e il primo afro-italiano a essere selezionato come artista per esibirsi nel padiglione centrale curato dal brasiliano Adriano Pedrosa alla 60ª Biennale Internazionale d’Arte, attualmente in corso a Venezia presso i Giardini della Biennale

CollettivO CineticO. Lanciata la call to action per “cinetico4.4”

Il gioco permette di esplorare i temi della tecnologia, della magia e del potere costruttivo del linguaggio a cui si ispira Darsena Elettronica Episodio ep03 ed esperire, ripensare, guardare e trasformare il paesaggio in luogo scenico, con una particolare attenzione ai luoghi marginali, ignorati e spossessati dal quotidiano

In mostra al chiostro di San Paolo la scalata del K2 di Mario Fantin

Il racconto di un'impresa. "Senza posa" Italia K2 di Mario Fantin è la mostra che inaugura martedì 23 aprile, alle ore 15, presso il chiostro di San Paolo nella sala Ex Refettorio (via Boccaleone 19). Gli allestimenti resteranno aperti tutti i pomeriggi dalle 15 alle 19 fino a domenica 28 aprile

unnamed (2)Duplice appuntamento per l’iniziativa “Libraio per un giorno” . Uno dei prossimi ospiti della singolare rassegna sarà lo scrittore ed editore Riccardo Roversi domani,  sabato 27 febbraio alle 11, che racconterà ai presenti il suo bagaglio di letture con auto-ironia e spontaneità: i classici che lo hanno formato, ma di più, i titoli che non abbandonano il suo comodino la notte, dai quali non si separa mai. Il rinfresco è offerto da Bida bar pasticceria, via G.Mazzini 20, Ferrara

Sempre domani, sabato 27 febbraio alle 18 presso la biblioteca Ibs+Libraccio Michela Marzano presenta il libro “Mamma, papà e gender” , dialoga con l’autrice la psicoanalista Chiara Bertelli. Le discriminazioni e la violenza contro le donne, gli omosessuali e le persone transessuali. Michela Marzano come sempre non esita a mettersi in gioco direttamente, raccontando se stessa e identificandosi nell’esperienza di chi ha vissuto da vittima innocente il dramma dell’esclusione.  Una frattura profonda divide il Paese quando si discute dei mezzi per combattere questi mali. Al centro del durissimo dibattito c’è la cosiddetta “teoria del gender”. Da un lato, i sostenitori sentono tutta l’ingiustizia di una società in cui una persona può ancora essere considerata inferiore a causa del proprio diverso orientamento sessuale, del proprio sesso, della propria identità di genere.

Dall’altro, gli oppositori vedono nella teoria una pericolosa deriva morale, il tentativo di scardinare i valori fondamentali del vivere umano. È una questione sulla quale esiste, come diceva il cardinale Martini, un “conflitto di interpretazioni” perché ha a che fare con “le caverne oscure, i labirinti impenetrabili” che ci sono dentro ognuno di noi. Sulla questione, Michela Marzano fa convergere la luce – a tratti incandescente – di tutta la sua passione, sensibilità e intelligenza. Raro esempio di “filosofa pubblica”, spiega nitidamente al lettore la genesi e le implicazioni dell’idea di gender e, senza mai rinnegare le sue radici cattoliche, decostruisce le letture spesso fantasiose che ne danno oggi molte associazioni religiose. Soprattutto, come sanno i suoi lettori, non esita mai a mettersi in gioco direttamente, raccontando se stessa e identificandosi nell’esperienza di chi ha vissuto da vittima innocente il dramma dell’esclusione.

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com