Cronaca
5 Aprile 2011
iniziativa di Hera per il potenziamento della raccolta differenziata

“Apri la porta alla differenziata”

di Redazione | 2 min

Leggi anche

Carabiniere picchiato in Gad. Il raid per gelosia

Sono un padre, 46enne di nazionalità macedone, e suo figlio di 22 anni gli autori dell'aggressione ai danni del carabiniere del Norm di Ferrara che, nel pomeriggio di giovedì 29 febbraio, mentre si trovava fuori servizio, è stato picchiato in via monsignor Luigi Maverna, zona in cui ha sede l'Agenzia delle Entrate, dietro la stazione ferroviaria, in Gad

Carabiniere picchiato in Gad. È caccia agli aggressori

Un carabiniere del Nucleo Operativo Radiomobile di Ferrara è stato aggredito e picchiato nel pomeriggio di giovedì 29 febbraio mentre stava camminando lungo via monsignor Luigi Maverna, zona in cui ha sede l'Agenzia delle Entrate, dietro la stazione, in Gad

Avvelenò la madre col tè. La Corte d’Assise dispone un’altra perizia

La Corte d'Assise del tribunale di Ferrara ha disposto una nuova perizia psichiatrica su Sara Corcione, la 39enne accusata di omicidio premeditato aggravato dal vincolo di parentela per aver assassinato sua mamma, la 64enne Sonia Diolaiti, avvelenandola nel suo appartamento di via Ortigara

Sbanda con l’auto e abbatte il semaforo, grave un 68enne

Un uomo di 68 anni è rimasto gravemente ferito dopo essere rimasto coinvolto in un incidente stradale avvenuto all'incrocio tra via Argine Ducale e via Ippolito d'Este, poco dopo il ponte della Pace, intorno alle 14 di giovedì 29 febbraio

Continua l’attuazione del progetto “Apri la porta alla raccolta differenziata” che nel quartiere di Pontelagoscuro ha permesso, durante lo scorso anno, di ottenere risultati importanti in tempi molto brevi, quali la riduzione di circa il 30% dei rifiuti indifferenziati e un incremento di tutte le frazioni della raccolta differenziata di un 13%. Da segnalare l’incremento del 53% di organico conferito dalle utenze domestiche nel 2010, frutto dell’attivazione del Progetto “Apri la porta alla raccolta differenziata”. Grazie a questo contributo domestico il rifiuto organico è cresciuto nel 2010 complessivamente di oltre 12%.

II progetto è finalizzato a favorire i comportamenti virtuosi dei cittadini, facilitando un conferimento più consapevole e responsabile dei rifiuti differenziati.

Da oggi,martedì 5 aprile, nelle zone di Foro Boario, via Pesci e via Gandini, per cinque settimane, gli informatori ambientali di Hera si presenteranno presso le case delle oltre 6.500 famiglie. La visita si svolge nell’ambito del progetto sperimentale “Apri la porta alla raccolta differenziata” attuato da Hera in collaborazione con la Circoscrizione e ATO 6 ed è stata anticipata nei giorni scorsi con una lettera informativa inviata a tutte le famiglie.
Gli incaricati saranno facilmente riconoscibili perché dotati di tesserini di riconoscimento con il logo Hera.

Laura, Stella, Marianna, Andrea e Francesco Maria, gli informatori ambientali, avranno il compito di incontrare i cittadini per spiegare loro, in modo esauriente, quali comportamenti adottare per svolgere al meglio la raccolta differenziata.

Essi, inoltre, forniranno consigli pratici per la gestione degli scarti domestici, con particolare attenzione alla frazione organica, e lasceranno gratuitamente a tutte le famiglie visitate la dotazione necessaria al corretto conferimento dei rifiuti: una funzionale ecoborsa tri-scomparto, per separare i rifiuti già in casa, un’utile guida alla differenziazione dei rifiuti e una pattumella per la raccolta dell’organico con la fornitura annuale di sacchetti. Infatti alla fase dell’informazione seguirà l’attivazione della raccolta del rifiuto organico.

In caso di assenza dell’utente, l’operatore lascerà nella cassetta postale un avviso in cui sarà comunicato che nei giorni successivi verrà effettuata una nuova visita. Se l’utente risultasse assente anche la seconda volta, al suo ritorno troverà una cartolina con riportate le date e i luoghi dei punti informativi e degli incontri pubblici in programma per illustrare il progetto e distribuire il materiale.

Grazie per aver letto questo articolo...
Da 18 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.

 

OPPURE se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico) puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit
IBAN: IT06D0538713004000000035119 (Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com