ven 20 Ott 2017 - 716 visite
Stampa

Sciopero generale: disagi a Cona, Hera e trasporti

Disservizi il 27 ottobre. Non saranno garantite visite, servizi, bus e treni

Sciopero generale nazionale di tutti i settori pubblici e privati (Area Comparto) per l’intera giornata di venerdì 27 ottobre. È quello proclamato da Cub, Sgb, Si Cobas, Usi-Ait e Slai Cobas “contro il liberismo, le privatizzazioni, le liberalizzazioni” e “per cambiare il sistema che genera diseguaglianze salariali, sociali, economiche, di genere e verso i migranti”.

Allo sciopero aderirà anche l’Azienda Ospedaliero-Universitaria e l’Azienda Usl di Ferrara. Saranno comunque garantiti i servizi di assistenza sanitaria d’urgenza (attività chirurgica solo d’urgenza, le prestazioni di terapia intensiva, i servizi di trasporto del 118, le unità coronariche, il Pronto Soccorso e tutto ciò che è legato alle urgenze) ed ordinaria solo rispetto ai pazienti ricoverati.

Tutta l’attività programmata (attività specialista ambulatoriale prenotata tramite il Cup o dai reparti) non è garantita ma è strettamente in correlazione all’adesione allo sciopero. Come prevedono le norme vigenti, quindi, saranno garantiti i servizi minimi essenziali e in particolare le urgenze, mentre le attività programmabili potranno subire riduzioni conseguenti all’adesione allo sciopero.

Possibili disservizi sono previsti anche da parte di Hera che annuncia che potrebbero verificarsi disagi nello svolgimento di tutti i servizi, anche presso gli sportelli commerciali aziendali, causa uno sciopero generale proclamato da organizzazioni sindacali non confederali e articolato su tutta la giornata. Anche in questo caso saranno garantite le prestazioni minime, assicurate per legge. Al termine dello sciopero i servizi torneranno alla normale operatività.

Lo sciopero potrebbe avere ripercussioni anche sui servizi di bus e treni Tper ma sarà comunque effettuato nel rispetto della legge 146/90 e s.m.i. e delle relative fasce di garanzia.

Pertanto sarà garantita l’effettuazione dei servizi automobilistici e filoviari urbani, suburbani ed extraurbani dei bacini di Bologna e Ferrara (bus e corriere) nelle fasce orarie dall’inizio del servizio fino alle ore 8.30 e dalle ore 16.30 fino alle 19.30 di venerdì 27 ottobre. Per effetto dello sciopero, nel corso dell’intera giornata, gli sportelli all’utenza delle biglietterie aziendali e dell’ufficio contrassegni per le aree regolamentate dal Piano Sosta potranno subire riduzioni dei servizi.

In ambito ferroviario – dove l’astensione è proclamata dalle ore 21 del 26 ottobre alle ore 21 del 27 ottobre – saranno garantiti i servizi essenziali previsti in caso di sciopero dalle ore 6 alle 9 e dalle 18 alle 21 di venerdì 27 ottobre sulle linee della rete di competenza Fer e Rfi.

L’agitazione sindacale potrà comportare ulteriori modifiche al servizio prima dell’inizio e anche dopo la sua conclusione. L’azienda assicura che adotterà ogni misura tecnico-organizzativa utile ad agevolare, al termine dello sciopero, un più celere ed integrale ripristino del servizio.

Stampa

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi