gio 14 Set 2017 - 332 visite
Stampa

Antenne in via Mulinetto, “ci sono i permessi urbanistici?”

Question time di Anselmi (FI) sulle autorizzazioni degli impianti in via Mulinetto

Le antenne installate in via Mulinetto sono in linea con il regolamento urbanistico? È la domanda posta, tramite question time, da  Vittorio Anselmi (FI) che vuole vederci chiaro sul ‘caos antenne‘ sollevato due mesi fa da Estense.com e chiede di conoscere quali autorizzazioni edilizie e di conformità urbanistica siano state rilasciate agli impianti radiotelevisivi installati “provvisoriamente” in via Mulinetto.

Dall’interpellanza presentata lo scorso aprile e dalla successiva richiesta di accesso agli atti, emerge che Elemedia Spa è stata autorizzata provvisoriamente a spostare i propri impianti di trasmissione sul traliccio Telecom di via Mulinetto.

Fino a qui tutto a norma, se non fosse che “le autorizzazioni sono rilasciate ai soli fini radioelettrici – spiega il consigliere forzista – ma occorre ottemperare a quanto previsto dal Ministero, che nelle autorizzazioni specifica chiaramente che sono fatti salvi i poteri concessori dell’autorità locale: il che significa che occorrono le autorizzazioni di conformità urbanistica”.

Per questo – sia che gli impianti Fm siano nati come localizzazione provvisoria, in attesa che le emittenti producessero i piani di risanamento, che prevedevano un periodo di sperimentazione di 120 giorni, sia in caso di trasformazione in autorizzazione definitiva – Anselmi vuole capire quali autorizzazioni siano state rilasciate al richiedente.

“La legge regionale – ricorda il consigliere di Forza Italia – espressamente afferma che “le localizzazioni di impianti per l’emittenza radio e televisiva sono vietate in ambiti classificati dagli strumenti di pianificazione territoriale e urbanistica come territorio urbanizzato o urbanizzabile a prevalente funzione residenziale o a servizi collettivi””. Anche il Piano Provinciale di Localizzazione dell’Emittenza Radiotelevisiva (Plert) “vieta la collocazione di un impianto radiotelevisivo in zona residenziale  e obbliga il Comune a individuare negli strumenti urbanistici (Psc e Rue), con uno specifico elaborato, le aree destinate ad ospitare tali impianti”.

Eppure “l’area di via Mulinetto risulta inequivocabilmente urbanizzata e urbanizzabile, densamente abitata, e nella quale sono presenti diverse attività edilizie di nuova costruzione o di riqualificazione del patrimonio edilizio esistente – nota Anselmi -. Attività edilizie che ora paradossalmente, per effetto della presenza di impianti “definitivamente autorizzati”, dovrebbe essere vietata in quanto ricadono nell’area di rispetto dell’impianto stesso”.

Da qui la domanda se gli strumenti urbanistici vigenti (Psc, Rue e Poc) tengano conto delle prescrizioni del Plert e, in caso affermativo, se l’area di via Mulinetto sulla quale sorge l’impianto Fm risulti conforme alle prescrizioni; e se l’impianto pur dotato di autorizzazioni rilasciate ai soli fini radioelettrici sia dotato anche di autorizzazioni edilizie e/o di conformità urbanistica-edilizia”.

“Nel caso venisse accertata l’inesistenza delle prescritte autorizzazioni edilizie e si verificasse la non conformità di tali impianti alle norme urbanistiche ed al Plert – avverte Anselmi -, intendo sapere quali misure il Comune intenda prendere per salvaguardare la salute dei cittadini che abitano in via Mulinetto e nell’area di interesse dell’impianto”.

Stampa

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi