Suicida in casa, una nuova vittima della crisi

L'uomo aveva ricevuto un'ingente cartella esattoriale, ma non ha lasciato messaggi per spiegare il proprio gesto

admin-ajax (4)L’hanno ritrovato i carabinieri quando era ormai troppo tardi per salvarlo. Troppo tardi per farlo ragionare, per convincerlo ad andare avanti e ad affrontare quelle difficoltà che lo stavano schiacciando. Ma P.E., 48 enne residente in via Arginone, aveva ormai deciso di togliersi la vita.

Gli uomini dell’Arma intervenuti sul posto hanno appreso che l’uomo soffriva da tempo di una depressione legata anche alle difficoltà economiche che stava attraversando. Poco tempo fa aveva ricevuto una cartella esattoriale dall’importo ingente e inaspettato. Forse si era reso conto di non poter far fronte al pagamento, forse l’orgoglio di non voler chiedere aiuto l’ha spinto alla decisione finale, ma P.E. non ha lasciato alcun biglietto per motivare il suo gesto. Da quanto si apprende l’uomo aveva un lavoro dipendente, ma non tale da garantirgli grandi fonti di guadagno.

Restano in campo solo le ipotesi, sulle quali indagano ora i carabinieri. Ipotesi che, se venissero verificate, mostrerebbero ancora una volta il lato più duro e brutale della crisi economica. E che non possono non far riflettere su quale prezzo l’Italia è disposta a pagare per ritrovare l’antico benessere.

 

59 Commenti in: “Suicida in casa, una nuova vittima della crisi”


  • Callaghan ha scritto il 11 febbraio 2014 alle 0:07

    Pazzesco…tanta gente ci lascia senza lottare. Colpa di tutti, non si lotta piu’….RIP

    Commento molto apprezzato! Thumb up 65

  • Nicola ha scritto il 11 febbraio 2014 alle 0:12

    Quando spinsero al suicidio gli imprenditori, distolsi gli occhi
    Quando spinsero al suicidio chi aveva perso il lavoro, distolsi gli occhi
    Quando spinsero al suicidio chi aveva perso la casa, distolsi gli occhi
    E poi quando vennero per me mi voltai e mi guardai intorno, non era rimasto più nessuno…
    A parte i politici, euroblatte immonde

    Commento molto apprezzato! Thumb up 153

  • cittadina arrabbiata ha scritto il 11 febbraio 2014 alle 6:56

    Anche io ci ho pensato tante volte poi mi sono detta che fuggire  e’ come dargliela vinta quindi resisto ma non so per quanto ancora ………siamo arrivati al punto in cui mors tua vita mea non so se e’ corretto come ho scritto comunque avete capito …….

    Commento molto apprezzato! Thumb up 41

  • SERPICO ha scritto il 11 febbraio 2014 alle 6:58

    P.E. RIPOSA IN PACE :'(

    Commento molto apprezzato! Thumb up 18

  • Alessandro ha scritto il 11 febbraio 2014 alle 7:22

     SI PUO? VIVERE;LAVORARE SOLO PER PAGARE TASSE?….condoglianze alla famiglia.

    Commento molto apprezzato! Thumb up 86

  • Paolo ha scritto il 11 febbraio 2014 alle 7:22

    Troppo accanimento nei confronti di chi cerca con onestà e serietà , di garantire una vita dignitosa alla propria famiglia. Orgoglio di essere Italiano? ……………………..

    Commento molto apprezzato! Thumb up 54

  • Alessandra ha scritto il 11 febbraio 2014 alle 7:48

    I nostri politici hanno le mani lorde di sangue come Hitler e Mussolini e i paesi civili che stanno a guardare sono collusi. Basta non è possibile continuare in questo modo.

    Commento molto apprezzato! Thumb up 47

  • marmotta ha scritto il 11 febbraio 2014 alle 8:01

    Mi scuso.si puó lavorare per pagare solo.tassel?si puó avere una casa e su quella casa pagarci di tutto?puó una persona anziana avere 500euro di pensione ma avere una casa propria quindi non avere diritto a nessuna o poche agevolazioni?perché la casa fa “reddito”e altre mille cose che rendono la vita dura insopportabile e senza futuro..no no si puó ….per vuvere occorre vedere un futuro…non si vede in questo paese……mi dispiace tanto rip.

    Commento molto apprezzato! Thumb up 42

  • tommaso ha scritto il 11 febbraio 2014 alle 8:24

    Lavorare per pagarele tasse non va bene, togliersi la vita per una cartellla esattoriale, non va bene. Certo non mi piacerebbe che in questo caso, come purtroppo anche in tanti altri simili, la gente si chiedesse il perché ha ricevuto una cartella esattoriale..

    Commento molto apprezzato! Thumb up 10

  • popov ha scritto il 11 febbraio 2014 alle 8:25

    forse manca un punto interrogativo nel titolo di un articolo intriso a sua volta di forse…
    RIP

    Thumb up 1

  • Marchino ha scritto il 11 febbraio 2014 alle 8:41

    Riposa in pace !! Un abbraccio alla famiglia !

    Thumb up 6

  • PADANO ha scritto il 11 febbraio 2014 alle 8:51

    le grosse società finanziarie e gli amici dei potenti di turno fanno elusioni ed evasioni milionarie facendo espatriare ingenti capitali e lo stato cosa fà?…
    una bella sanatoria e con il 5% tutto si cancella senza rischiare nulla…
    un povero cristo rimasto in difficoltà per colpa della crisi orchestrata dai medesimi poteri forti (che guarda caso si arricchiscono)ha un debito di poche migliaia di euro o anche meno equitalia gli applica multe sanzioni interessi che possono raggiungere il 200% se questa è giustizia……poi si meravigliano di certe cose….è ora di finirla siamo esausti!

    Commento molto apprezzato! Thumb up 48

  • mauro ha scritto il 11 febbraio 2014 alle 8:56

    Mi dispiace per il dramma di P.E. e di conseguenza per quello che sta provando la sua famiglia ..
    Mi viene pero`da fare una domanda.
    Siamo sempre sicuri che, vista la crisi in essere , tutti noi ci adeguiamo alle ristrettezze economiche che questa crisi purtroppo impone?.
    Mai come in questo periodo vedo ragazze giovanissime che guidano SUV  costosissimi, vedo piazzali in autostrada pieni di auto con sopra sci e attrezzature da vacanze in montagna,vedo ristoranti sempre pieni nei week end,vedo uomini e donne che assalgono luoghi dove si gioca d’azzardo
    A me la crisi mi ha colpito ho venduto l’auto troppo costosa e ne ho presa una piu` economica, e`da 2 anni che non faccio vacanze, i ristoranti li frequento una volta al mese (prima almeno 1volta a settimana) etcetc. Poi che tutto cio`sia deprimente non ci sono dubb
    i ma la realta`va vissuta come si presenta in attesa di tempi migliori e non aggravandola volendo continuare a vivere come si viveva prima. Riposa in pace PE 

    Commento molto apprezzato! Thumb up 19

  • Carla ha scritto il 11 febbraio 2014 alle 9:09

    certo non si può vivere solo per pagare le tasse ma non ci si può nemmeno suicidare per una cartella di equitalia…probabilmente di base c’è altro

    Commento molto apprezzato! Thumb up 9

  • stella ha scritto il 11 febbraio 2014 alle 9:23

    dovremmo chiedere allo stato una giornata di lutto in memoria di tutti quelli che si sono suicidati x gravi problemi economici, persone che lavorano onestamente tutti i giorni e che non riesce piu’ a mantenere se stessi e la propia famiglia . nessuno ci aiuta, e tanti arrivano a questa tragica decisione.dovrebbe esistere uno sportello che aiuta in questi momenti didisperazione i cittadini, invece si ci perde dietro alle solite storie assurde. mi dispiace tanto x questo signore e x tutti quelli come lui .condoglianze alla famiglia.

    Commento molto apprezzato! Thumb up 8

  • Roberto ha scritto il 11 febbraio 2014 alle 9:36

    Siamo un gruppo di commercianti che da oltre un anno stiamo applicando la protesta fiscale, la nostra non è una scelta ma una condizione dettata dalla pressione fiscale, bisogna che tutti noi piccoli e medi imprenditori ci uniamo per dire basta al terrorismo fiscale. Cercate su google roberto corsi commerciante.

    Commento molto apprezzato! Thumb up 31

  • V.D.50 ha scritto il 11 febbraio 2014 alle 9:43

    La classe politica deve favorie poteri forti, i poteri forti ottengono vantaggi solo sulla pelle della popolazione, la classe politica sta volutamente rovinando la popolazione, la popolazione (e questo è incrdibile) continua a votare la stessa classe politica che li sta volutamente rovinando. Un paradosso tutto italiano….però adesso comincia il Festival di San Remo….

    Commento molto apprezzato! Thumb up 8

  • loris ha scritto il 11 febbraio 2014 alle 9:48

    r.i.p.

    Thumb up 1

  • Tu sei Luca ha scritto il 11 febbraio 2014 alle 10:21

    ALESSANDRA…per fortuna ieri il giorno del ricordo delle foibe e tu come esempio hai messo Hitler e Mussolini….la lista è lunga …non ci sono solo loro due. Era meglio tu avessi scritto : i nostri Napolitano e C. hanno le mani intrise di sangue.  Stop

    Commento molto apprezzato! Thumb up 25

  • HH ha scritto il 11 febbraio 2014 alle 10:21

    Non so quale sia la soluzione giusta al problema. Anni fa sostenevo che solo i pazzi si suicidano per questo tipo di problemi ma ora la penso diversamente e mi dispiace molto per quest’uomo.
    Certo che ormai la vita è solo lavoro e casa e ci si deve anche ritenere fortunati per chi un lavoro ce l’ha. Non ci si puo’ più permettere uno svago, una distrazione. E’ vita questa?

    Commento molto apprezzato! Thumb up 10

  • LUTTE64 ha scritto il 11 febbraio 2014 alle 10:25

    Ecco come lo Stato Italiano tratta i propri cittadini. Mentre gli stranieri fanno quello che vogliono tanto figurarsi se li toccano. Hanno troppa paura delle conseguenze e allora ecco la Caccia alle streghe contro i connazionali.

    Commento molto apprezzato! Thumb up 30

  • S.O.S. ha scritto il 11 febbraio 2014 alle 10:27

    …ma dove è andato a finire lo scopo della vita?
    Hanno fatto del denaro la felicità dell’essere umano e ormai anche la stessa vita.
    Ci stanno togliendo la dignità minima per sopravvivere e avre il coraggio di guardare negli occhi i nostri figli.
    BASTA BASTA ma perchè non ci riprendiamo la nostra vita!!!!! e cacciamo i ladroni!
    556 suicidi nel 2013 per debii con il fisco.
    —-ma questa è follia——-
    Condoglianze alla famiglia.

    Commento molto apprezzato! Thumb up 24

  • LUTTE64 ha scritto il 11 febbraio 2014 alle 10:28

    Equitalia peggio di un male incurabile

    Commento molto apprezzato! Thumb up 22

  • luca ha scritto il 11 febbraio 2014 alle 10:41

    addio AMICO MIO…ti porterò sempre nel mio cuore… luca…

    Commento molto apprezzato! Thumb up 14

  • aldo ha scritto il 11 febbraio 2014 alle 11:15

    Un altro triste tassello di tristezza si aggiunge a questo Paese governato da vampiri bipartisan.

    Commento molto apprezzato! Thumb up 13

  • marica ha scritto il 11 febbraio 2014 alle 11:22

    addio amico, non ci sono parole per esprimere quello che mi passa per la testa.
    solo tristezza per te che non ci sei più e sopratutto per la tua famiglia che ti amava così tanto.
    ciao

    Commento molto apprezzato! Thumb up 10

  • Marco ha scritto il 11 febbraio 2014 alle 11:41

    ci stanno portando all’esaurimento dobbiamo lottare uniti
    che la tua morte non sia vana.
    Che la famiglia pianga un eroe.

    Commento molto apprezzato! Thumb up 13

  • solo curiosità ha scritto il 11 febbraio 2014 alle 12:05

    S.O.S. ha scritto il 11 febbraio 2014 alle 10:27
    … 556 suicidi nel 2013 per debii con il fisco.

    Dove hai preso questi dati? 

    Thumb up 2

  • Libe Fe da DUDU' ha scritto il 11 febbraio 2014 alle 12:49

    Tu sei Luca@ron.”Raglio d’asino non giunse mai in cielo” cosa c’entra G.Napolitano ? 

    Thumb up 0

  • Bac & Pandon ha scritto il 11 febbraio 2014 alle 12:53

    Spesso le pretese di equitalia sono talmente esose da perdere ogni speranza di estinzione del debito. Per tante persone che hanno sempre vissuto onestamente tutto cio’ rappresenta una condanna per il resto della vita, da pagarsi in comode rate. Vivere una vita per cercare di estinguere un debito inestinguibile, e una vita fatta di stenti. L’alternativa e’ fuggire piu’ lontano possibile, se si ha la possibilita per farlo. E’ vero quello che ha scritto LUTTE 64 equitalia e’ come un male incurabile, quando te lo prendi te lo tieni ed e’ solo tuo. E’ un male che non ti fa vivere, e’ un male che non ti fa dormire alla notte, e un male che TOGLIE OGNI SPERANZA per il futuro, e’ un male che ti priva della dignita’. Non tutti riescono a portare un fardello cosi’ pesante. Oggi vive bene chi non ha nulla e non ha nulla da perdere, e i nostri politici lo sanno da sempre, non e’ un caso che hanno saputo subito cosa e chi colpire per sistemare loro danni.Condoglianze alla famiglia, RIPOSA IN PACE

    Thumb up 4

  • baggi ha scritto il 11 febbraio 2014 alle 12:53

    Mi arrivano spesso cartelle da Equitalia anche da 10.000 euro…tutte onsegante alla commercialista, tutte illegittime…o chiamatele errori se volete. Ma sono errori voluti, loro ci provano, tu hai una famiglia, e per paura di rimanere in mezzo a una strada paghi…e quando non ce la fai a sostenere il peso di tutti questi soldi che ti richiedono allora la fai finita. Io mi vergogno di come stanno andando le cose…mi sento dire che a 35 anni sono vecchia per cercare un lavoro, non sono più una ventenne da spremere come un limone per pochi euro. Ho rinunciato ai sogni, e a mettere al mondo dei figli perchè la paura di non potere dre loro il minimo indispensabile mi ha fatto decidere di non farlo. E tutto per mantenere i vizietti di qualcuno….io sono delusa e amareggiata per come stanno andando le cose…

    Commento molto apprezzato! Thumb up 12

  • marmotta ha scritto il 11 febbraio 2014 alle 13:03

    Ho letto altri particolari in cui non entro perché non sono fatti miei e sto.sempre sul generico,i politici si riempiono la bocca citando ‘lo stato é sovrano’non é cosï ,l italia é uno stato (forse) formato da sudditi che obbediscono ai pochi di turno ..questa é l italia ora,PS le giovani e meno in suv o hanno rate ventennali oppure sono ricche ,perché???sembrerà strano ma qualcuno i soldi li ha……

    Thumb up 7

  • Bac & Pandon ha scritto il 11 febbraio 2014 alle 13:12

    Ma avete mai fatto caso alle spaginate sui quotidiani cittadini, di case messe all’asta?? dietro ad ogni casa, dietro ad ogni terreno ci vedo fatica e sacrificio, ed infine ci vedo disperazione. La vita non deve diventare paura di perdere tutto, la vita non deve essere persecuzione tributaria, e’ ora di darci un taglio, e’ ora che si faccia qualcosa perche’ ” il male incurabile” non guarda in faccia a nessuno, anzi una cernita la fa, guarda sicuramente chi ha qualcosa da predare, e tra quelli non fa distinzione. Chi ha amministrato questo paese fino ad oggi, ha sperperato i nostri quattrini in ogni modo, e chi l’ha causato ci ha fatto credere che la colpa fosse da imputare ad evasori e al fatto (vergognoso) che avessimo vissuto al di sopra delle nostre possibilita’…. e ora chiedono a noi con i nostri risparmi di una vita fatta anche di sacrifici e di lavoro di colmare decenni di sprechi e porcherie politiche locali e nazionali.

    Thumb up 2

  • F. S. ha scritto il 11 febbraio 2014 alle 13:36

    se veramente la causa di questo è la cartella pazza, chi l’ha inviata non potrebbe essere indagato!!

    Thumb up 7

  • Uno_qualunque ha scritto il 11 febbraio 2014 alle 13:42

    @V.D.50 In effetti ciò che dici riguardo la classe politica è vero tant’è che il maggior evasore italiano, pregiudicato è ancora libero e in grado di dirigere e organizzare di nuovo il partito. C’è da dire che avendolo votato un terzo degli italiano, ce lo meritiamo. Pagassero tutti le tasse come chi lavora o chi è pensionato, allora casi come questo non succederebbero.

    Thumb up 1

  • Ign@ ha scritto il 11 febbraio 2014 alle 13:54

    La colpa è di quella banda di ********* nominati che governano l’Italia, ma soppratutto del popolo Italiano complice e pecorone che li sostiene pagando il pizzo!!

    Commento molto apprezzato! Thumb up 12

  • Antonio ha scritto il 11 febbraio 2014 alle 13:58

    E’ una vergogna, il ns e’ un sistema che sta fallendo ci chiedono solo sacrifi e che sta su non sa nemmeno cosa sia fare un sacrificio

    Commento molto apprezzato! Thumb up 8

  • bomber ha scritto il 11 febbraio 2014 alle 14:01

    Abbiamo lavorato insieme tanti anni fa e conoscendoti non pensavo potessi arrivare a tanto.il paese ci ha abbandonati e tu ne sei purtiroppo l’ennesima persona che ci ha rimesso.riposa in pace e che dio ti benedica.

    Commento molto apprezzato! Thumb up 12

  • l'Umbarlar ha scritto il 11 febbraio 2014 alle 14:14

    La tristezza quando c’è di mezzo una vita umana, è sempre infinita.
    Ho letto della stessa vicenda anche su repubblica.it e in quel articolo si dice anche che la cartella di Equitalia, era relativa ad una somma che era già stata versata ad uno studio commerciale (!) nei confronti del quale erano già in corso accertamenti per altri fatti di questo tipo.
    Certo è che la depressione è un’alleata che sarebbe meglio non conoscere mai, perché trasforma in baratro ogni avversità che ti si presenta davanti.
    Un abbraccio alla famiglia.

    Thumb up 3

  • Monia ha scritto il 11 febbraio 2014 alle 14:37

    A noi cittadini la crisi ci sta mettendo in grosse difficoltà e i politici cosa fanno?
    Si aumentano gli stipendi, le auto blu, si comprano le loro cose personali con i nostri soldi…. proprio uno schiaffo a noi cittadini che facciamo fatica ad arrivare alla fine del mese!

    Thumb up 4

  • che c'è ha scritto il 11 febbraio 2014 alle 14:38

    R.I.P.
    Se vi arrivano cartelle pazze da equitalia e siete sicuri di aver pagato e di essere in regola,non attentate alla vostra vita,ma insistete fino a “prendere per sfinimento” chi ve l’ha mandata.Nel senzo che dovete lottare e andare avanti ad oltranza fino a dimostrare che avete ragione e che si è trattatao di un errore !!
    I famigliari adesso avranno anche questa lotta da proseguire,in memoria del loro caro… Non cedete,coraggio!!

    Thumb up 4

  • il vecchio ha scritto il 11 febbraio 2014 alle 15:00

    Iniquitalia ha colpito ancora…

    Thumb up 7

  • giorgio ha scritto il 11 febbraio 2014 alle 15:04

    provate voi a ricevere 51,000 euro come e capitato a me e per una incongruenza dicono loro e poi mi sapete dire

    Thumb up 7

  • p.g ha scritto il 11 febbraio 2014 alle 15:14

    Sono pronto, da tempo, ad affrontare l’evento. Ma non verso me stesso e la mia famiglia se non riuscirò a metabolizzare l’ingiustizia, l’arroganza e le sopraffazioni di vampiri e delinquenti legalizzati.

    Thumb up 2

  • ALTRO CHE DEMOCRAZIA ha scritto il 11 febbraio 2014 alle 15:34

    L’Italia progettata da Napolitano Re Giorgio grande architetto di questo sfascio italiano ha creato le condizioni perchè governasse Monti (non eletto dagli italiani) poi Letta (non eletto dagli italiani) e 150 parlamentari (non eletti dagli italiani) con l’arma di Equitalia fanno man bassa e razzia anche con cartelle errate spesso…non esiste umanità! Non ci capiscono nulla loro tra ESADATI,TARES,IUC,IMU,MINI IMU hanno crato una società basata su tasse arrivate al 44,1% solo la Svezia è peggio 44,7%…ovvio che la gente è disperata. Giorgio Napolitano come ho letto sopra non sarebbe colpevole secondo alcuni…secondo me lo è eccome! Non si è mai posto a difesa del popolo ma solo alle poltrone dei politici estremisti comunisti. Provo tristezza,delusione,svuotamento,demotivazione e disarmo verso tutto questo…certo ci saranno sempre quelli che continueranno a dare colpa Berlusconi per sviare agli errori/orrori delle sinistre…ma le TESSE SONO BELLE…lo disse uno di sinistra……RIP

    Thumb up 4

  • Fra Guglielmo ha scritto il 11 febbraio 2014 alle 16:05

    Condoglianze ai famliari. Rabbia verso chi ha permesso che ci riducessimo tutti così.

    Thumb up 6

  • Amadeus ha scritto il 11 febbraio 2014 alle 17:19

    Altro che democrazia@Ma da che pianeta arrivi?

    Thumb up 2

  • Mah! ha scritto il 11 febbraio 2014 alle 18:41

    Forse sapeva di non farcela a vedere che gli avrebbero portato via la casa e tutto ciò che con tanta fatica si era guadagnato e non reggeva il pensiero di dover guardare i suoi familiari negli occhi quando si sarebbe trovato per strada con niente, perchè questa è la verità …allo stato, ai nostri politici, a Equitalia  non gliene frega niente di rovinare definitivamente chi non può più pagare le tasse ma ha sperato!!  

    Thumb up 2

  • condor ha scritto il 11 febbraio 2014 alle 19:31

    Mastrapasqua vicepresidente di equinitalia…..è tutto dire….poi una infinità di figli,parenti e amici di politici…questa è equitalia..controllare per credere…
    non ho mai sentito che una cartella di equitalia sia arrivata ad un politico con tutte le furbate e ruberie che stanno facendo…non vi sembra strano?

    Thumb up 5

  • idea ha scritto il 11 febbraio 2014 alle 21:40

    @roberto: “Siamo un gruppo di commercianti che da oltre un anno stiamo applicando la protesta fiscale” in altre parole, state evadendo le imposte senza emettere gli scontrini. Non ci vedo nulla di particolarmente nobile o valoroso (è quello che molti fanno senza chiamarlo “protesta fiscale”)!!
    Domanda: perchè non fate la protesta fiscale anche quando in pericolo di vita arrivate in un pronto soccorso pagato dalle tasse di chi non fa la protesta fiscale o come la chiamate?

    Thumb up 5

  • Marco ha scritto il 12 febbraio 2014 alle 18:25

    Siamo in una situazione assurda. Siamo governati da parassiti delinquenti che pensano al lorobenessere fregandosene degli altri. Adesso il loro problema è se e quando andare a votare, quando invece farebbero bene a pensare di togliersi definitivamente dalle palle. Tutti questi suicidi sono vere e proprie stragi di stato. A quando qualcuno che si prenda la briga di incriminare lo stato e tutti i suoi tentacoli per omicidio colposo, o quantomeno per istigazione al suicidio? Non si può andare avanti così. Hanno aumentato l’IVA dal 20 al 21 ed hanno incassato milioni di euro in meno. E cos’hanno fatto, dall’alto della loro “genialità”? L’hanno aumentata ancora. Ma sono dementi o cosa? Non hanno nemmeno quel minimo di cervello per capire che l’evasione fiscale si ferma abbassando le tasse. Così facendo ripartirebbe l’economia, tutti pagherebbero le tasse (in maniera equa o perlomeno rapportata ai servizi da terzo mondo che lo stato ci fornisce) e l’evasione non sarebbe più necessaria.

    Thumb up 4

  • Maria Cristina ha scritto il 13 febbraio 2014 alle 6:52

    In TV e sui giornali tentano in ogni modo di mimimizzare le responsabilità della crisi ipotizzando tra le righe che “ci potezva essere anche altro” e che “i carabinieri stanno ancora indagando”… Lo stanno pure spu…nando questo poveretto! Esattamente come ai tempi del fascismo…
    Tutto va bene, madama la Marchesa, ci sono “segnali” di ripresa, gli Italiani hanno soldi ma non li spendono, c’è tanto lavoro che “gli Italiani non vogliono più fare” quindi occorreno gli extracomunitari ecc… ecc…
    Ora arriverà Renzi assieme all’ amico B. e vedrete che bazza!

    Thumb up 3

  • Bac & Pandon ha scritto il 14 febbraio 2014 alle 10:03

    idea ha scritto il 11 febbraio 2014 alle 21:40
    Domanda: perchè non fate la protesta fiscale anche quando in pericolo di vita arrivate in un pronto soccorso pagato dalle tasse di chi non fa la protesta fiscale o come la chiamate?

    Ci costano molto cari questi fantomatici ospedali per giustificare l’accanimento tributario che tutti i cittadini italiani stanno subendo, non e’ che tutto questo sia anche un po’ colpa dello sperpero e della disinvoltura con cui s’e’ speso il denaro pubblico in questi decenni ??? o e’ sempre solo colpa degli evasori???

    Thumb up 0

  • Rolando ha scritto il 14 febbraio 2014 alle 15:16

    Profondo rispetto per questo Uomo e solo Silenzio! R.I.P.

    Thumb up 1

  • idea ha scritto il 14 febbraio 2014 alle 17:26

    Assolutamente colpa anche dello sperpero e dell’evasione fiscale. Troppo comodo non pagare tasse e poi pretendere uguali servizi con la scusa che ci sono sprechi, quelli come Roberto dovrebbero coerentemente pagarsi di tasca loro tutti i servizi pubblici gratuiti!

    Thumb up 2

  • roberto baldisserotto ha scritto il 15 febbraio 2014 alle 8:08

    dietro  il colpo  di pistola che ti libera dalla vita  c’è  tutta  una ”organizzazione” ben collaudata  che prepara  crea i presupposti ,il  fatto  che  avvengono  tanti suicidi  certifica proprio l’esistenza di  questa realtà fatta di sprechi di denaro pubblico di mazzette di corruzione di vitalizi d’oro di uno spreco smodato del denaro pubblico di spese folli … di mafia … tutto si accumula e ingrossa il debito pubblico cioè  nostro , e doi poi lo dobbiamo pagare con gli interessi  ecco che le tasse ordinarie non bastano più  con Monti si è superato il limite della pressione fiscale ,deprimendo l’economia creando povertà . Ci sono politici che mi leggono , non vi sentire in colpa  per tanto dolore? Vi mettete in tasca 10.000 euro al mese   va tutto bene ? Cosa avete fatto per meritarveli?

    Thumb up 2

  • rita ha scritto il 16 febbraio 2014 alle 15:37

    sono stati aperti punto di ascolto e mediazione ovunque; possibile che nessuno pensi a punti di sostegno sia psicologico che materiale per coloro che sono in seituazione di geande fragilità? ad argenta ai tempi del crack costruttori sono stati aperti ambulatori dedicati e a molti soci fu di sostegno. è difficile sopportare che la disperazione porti a gesti estremi

    Thumb up 0

  • Deca ha scritto il 17 febbraio 2014 alle 10:40

    Voglio fare un grande ringraziamente per questo a napolitano, monti, letta, berlusconi, prodi, renzi e compagnia bella, a tempo debito ci ricorderemo di tutti voi ……

    Thumb up 1

Scrivi un commento

Estense.com si riserva il diritto di cambiare, modificare o bloccare completamente i commenti sul forum. I commenti pubblicati non riflettono le opinioni della redazione, ma solo le opinioni di chi ha scritto il commento che se ne assume le relative responsabilita'. Non saranno pubblicati i commenti che contengono elementi calunniosi o lesivi della dignita' personale o professionale delle persone cui fanno riferimento.

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine


Ti rimangono caratteri disponibili. (Caratteri massimi: 1000)

Copyright © 2014 estense.com. Testata giornalistica on-line d'informazione, registrazione al Tribunale di Ferrara n. 5 del 2005 - Realizzato da: skande.com | Powered by ITestense
Direttore responsabile: Marco Zavagli - Redazione: Scoop Media Edit - via Alberto Lollio, 5 - 44121 Ferrara - Tel. 0532 1864180 - Fax 0532 1864181 - INVIO COMUNICATI
Editore: Scoop Media Edit soc. coop. - via Lollio, 5 - 44121 Ferrara - Tel. 0532 1864180 - Fax 0532 1864181 REA/R.I.: 195108 - P.IVA/C.F.: 01755640388 - C.S.: EUR 6.125 i.v.
Registro op. Comunicazioni (ROC) nr.: 20627