Hera: un premio per il teleriscaldamento ferrarese

Fausto Ferraresi: "Siamo molto soddisfatti di questo riconoscimento"

Fausto Ferraresi

Fausto Ferraresi

Efficienza nell’uso delle risorse, basse emissioni di CO2, utilizzo di energia rinnovabile in rapporto agli obiettivi europei: sono questi i tre criteri valutati nell’ambito del progetto “Ecoheat4cities” finanziato dalla Comunità Europea, e che hanno portato al riconoscimento per il sistema di teleriscaldamento Hera di Ferrara, della prestigiosa certificazione europea “Ecolabel”, il marchio europeo che premia le performance migliori dal punto di vista ambientale, certificandone il ridotto impatto.

Un progetto europeo per lo sviluppo di sistemi di teleriscaldamento sostenibili
Il progetto europeo ha l’obiettivo di favorire la conoscenza e lo sviluppo di sistemi di teleriscaldamento sostenibili in Europa. I gestori delle reti di teleriscaldamento che lo vogliono, possono sottoporsi volontariamente all’analisi dei loro sistemi, che vengono valutati da specialisti nominati nell’ambito del progetto. I criteri considerati sono tre: l’efficienza nell’uso delle risorse, che valuta la necessità di energia primaria da fonte fossile; l’efficienza in emissioni di CO2, basandosi sulla quantità emessa per ogni MWh di energia termica prodotta (minore è questo valore più il sistema viene definito “climate frieendly); l’energia rinnovabile utilizzata in rapporto agli obiettivi fissati per i vari paesi. Il partner capofila del progetto è l’associazione Euroheat & Power che promuove il teleriscaldamento a livello europeo, insieme a varie istituzioni europee (l’Università di Delft, l’Istituto Tecnologico Danese, le associazioni tedesca e svedese per lo sviluppo del teleriscaldamento, l’Istituto Lituano per l’Energia e un’organizzazione di ricerca e formazione sulle tematiche ambientali legate all’industria).

La performance del teleriscaldamento di Ferrara al top in Europa
Sulla base dei dati relativi alle reti e agli impianti in esercizio forniti da Hera, sono stati calcolati i risultati che hanno portato all’attribuzione della certificazione europea Ecolabel. Per quanto riguarda l’efficienza nell’uso delle risorse, il coefficiente del teleriscaldamento ferrarese è 0,3, un risultato estremamente positivo dal momento che minore è il coefficiente risultante minore è l’utilizzo di fonti fossili, quali ad esempio petrolio, carbone e gas naturale, per fare funzionare il sistema. La quota di energia rinnovabile utilizzata è del 78%, a fronte di un obiettivo nazionale del 17%, mentre le emissioni di CO2 emesse sono pari a 69 kg per ogni MWh termico prodotto, dato particolarmente significativo se confrontato con i 221,63 kg di CO2 per ogni MWh termico derivante dalla combustione di metano in caldaia.

Lo sviluppo del teleriscaldamento in Europa
La nascita del progetto europeo “Ecoheat4cities” per lo sviluppo del teleriscaldamento testimonia la crescente attenzione verso questa tecnologia che in Europa conta già circa 5.000 impianti, per uno sviluppo complessivo di circa 150.000 km di rete di distribuzione. In termini di energia, si parla di 555 TWht erogati, che corrispondono a circa il 10% di tutto il calore utilizzato nel settore residenziale, industriale e terziario. Studi in ambito comunitario hanno stimato che raddoppiando la volumetria attualmente servita (corrispondente a circa 55 milioni di appartamenti) si risparmierebbe il 2,6% di energia primaria, pari al consumo di energia primaria della Svezia,, con la sola maggiore efficienza energetica del sistema, e il 9,3% di emissioni di CO2 che corrisponde alle emissioni da fonti fossili in Francia.

Dichiarazione di Fausto Ferraresi, Direttore Teleriscaldamento di Hera spa
“Siamo molto soddisfatti di questo riconoscimento e certi che il teleriscaldamento è una tecnologia intelligente, sicura e a basso impatto ambientale che può contribuire efficacemente al raggiungimento degli obiettivi energetici fissati dall’Unione Europea al 2020. Per questo ci crediamo e lavoriamo per un utilizzo sempre maggiore di questa tecnologia nei territori serviti da Hera, un sistema moderno, intelligente e che contribuisce a ridurre l’inquinamento locale, migliorando la qualità ambientale”.

 

3 Commenti in: “Hera: un premio per il teleriscaldamento ferrarese”


  • Lorenza ha scritto il 20 febbraio 2013 alle 10:39

    Un premio?? Mah!!! Certo, se si continua a considerare rinnovabile l’energia prodotta con l’incenerimento dei rifiuti!!!
    Del 78% dichiarato da energie rinnovabili meno della meta’ proviene dalle acque geotermiche ,  il resto dalla combustione dei rifiut!!!! 
    Si continua a spacciare per ecologico quello che non lo è’ !!

    Commento molto apprezzato! Thumb up 8

  • Valerio ha scritto il 25 febbraio 2013 alle 9:17

    Brava Lorenza, sembri l’unica capace di esprimere un concetto fondamentale e veritiero nei confronti di una azienda che mira ad avere il monopolio del teleriscaldamento nella nostra piccola città.
    Tra le dichiarazioni dell’ing. Ferraresi, mi sembra di leggere:
    Siamo molto soddisfatti degli incassi fattti finora e di quelli che potremmo fare in seguito.
    Poi parla di un sistema moderno e intelligente… ma se non fanno altro che dire che a Casaglia è ventanni che sfruttano la geotermia moderna…
    Poi tra rifiuti e caldaie a GAS riscaldano l’acqua della geotermia a bassa entalpia che si raffredda, e dicono, intelligente…
    Ma tutti quei dati relativi ad emissioni e inquinamento etc. etc. siamo proprio sicuri che siano quelli giusti?
    Avrà anche preso un premio, ma qualche dubbio a me rimane…

    Thumb up 3

  • CRI CRI il Grillo canta! ha scritto il 26 febbraio 2013 alle 18:39

    Mi auguro che con il Movimento 5 Stelle, secondo partito a Ferrara, il caro sindaco Tagliani inizi a rivedere le sue posizioni pro Hera o inizi a fare le valige in vista delle prossime amministrative 2014.

    Thumb up 2

Scrivi un commento

Estense.com si riserva il diritto di cambiare, modificare o bloccare completamente i commenti sul forum. I commenti pubblicati non riflettono le opinioni della redazione, ma solo le opinioni di chi ha scritto il commento che se ne assume le relative responsabilita'. Non saranno pubblicati i commenti che contengono elementi calunniosi o lesivi della dignita' personale o professionale delle persone cui fanno riferimento.

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine


Ti rimangono caratteri disponibili. (Caratteri massimi: 1000)

Copyright © 2014 estense.com. Testata giornalistica on-line d'informazione, registrazione al Tribunale di Ferrara n. 5 del 2005 - Realizzato da: skande.com | Powered by ITestense
Direttore responsabile: Marco Zavagli - Redazione: Scoop Media Edit - via Alberto Lollio, 5 - 44121 Ferrara - Tel. 0532 1864180 - Fax 0532 1864181 - INVIO COMUNICATI
Editore: Scoop Media Edit soc. coop. - via Lollio, 5 - 44121 Ferrara - Tel. 0532 1864180 - Fax 0532 1864181 REA/R.I.: 195108 - P.IVA/C.F.: 01755640388 - C.S.: EUR 6.125 i.v.
Registro op. Comunicazioni (ROC) nr.: 20627