Stampa

Due giorni a caccia degli atelier segreti: partita l’edizione 2022 di “Cardini”

Fino a domenica 13 novembre si potranno scoprire sei atelier e gli artigiani che vi lavorano. Gli studenti del Dosso Dossi faranno da guida ai visitatori

CNA - Dentro l'impresa

di Lucia Bianchini

Atelier aperti per l’edizione 2022 di ‘Cardini – Esperienze di Videoarte’, che si terrà da oggi venerdì 11 a domenica 13 novembre e ha visto coinvolti sei atelier ferraresi e, nell’organizzazione curata da Cna Ferrara, gli studenti della 4A del liceo artistico Dosso Dossi, che faranno da guida ai visitatori.

Questa edizione di ‘Cardini’ sarà costruita come una caccia al tesoro, alla scoperta di sei atelier segreti ferraresi e degli artisti artigiani che vi lavorano. In ogni atelier si troverà una parte del tesoro finale, sei installazioni di videoarte disseminate dagli studenti e dalle studentesse del liceo artistico, create insieme al collettivo Hpo. Il gioco sarà guidato dall’app ‘Action Bound’, sviluppata da Tryeco 2.0, che permetterà ai ‘cacciatori’ di individuare i sei atelier e di conseguenza i pezzi del tesoro, rispondendo ad alcuni quiz.

L’intento delle produzioni video degli studenti è creare un nuovo percorso di scoperta della città e dei suoi attori, attraverso la rielaborazione di alcuni aspetti chiave del documentario ‘Oltre – Tracce e segni d’arte a Ferrara’, realizzato da ‘Crema alta pasticceria video’ per ‘Cardini’ 2021 e prodotto da Cna Ferrara.

Sarà possibile scoprire gli atelier anche seguendo le indicazioni della cartolina dedicata al festival, da ritirare presso la sala espositiva del Dosso Dossi, in via Bersaglieri del Po 25, aperta al pubblico venerdì 11, sabato 12 novembre dalle 10 alle 13.

“Il cardine – spiega Francesca Barbieri, dirigente scolastica del Dosso Dossi – è qualcosa che tiene unito da cui non si può prescindere in determinate costruzioni, ed è l’emblema del nostro progetto, che incardina tutte le potenzialità artistiche del futuro a quelle che sono le personalità consolidate nel territorio. Dalla primaria insegniamo che non si può fare nulla se non si guarda alla strada già percorsa, e questo progetto fa proprio questo: fa rendere conto di qual è la realtà artistica del territorio per proiettarvi verso il vostro futuro artistico. Non a caso partiamo da questa scuola, da sempre fucina di personalità artistiche che si sono sviluppate qui, ma anche a livello internazionale, e vogliamo continuare a dare una grande opportunità ai nostri ragazzi, che iscrivendosi qui rispondono alla loro vocazione artistica”.

“È importante – spiega Giada Perinasso, docente dell’istituto – che i ragazzi abbiano potuto svolgere un’esperienza significativa sulla base di un progetto attivato 3 anni fa, che è stato un’occasione per i ragazzi per avere un dialogo con la città, con un percorso che arricchisce le competenze trasversali e di orientamento”.

Soddisfazione anche da parte dell’Amministrazione comunale, come afferma Matteo Fornasini: “È un’iniziativa che si inserisce nel ricco programma di eventi che porteranno verso le festività natalizie, manifestazione che valorizza il centro storico, l’artigianato artistico e le nostre attività, e che sosteniamo con grande entusiasmo”.

“Questa iniziativa ci entusiasma molto – prosegue Linda veronese, responsabile del settore artigianato artistico Cna Ferrara – per la componente culturale e artistica messa in campo, per gli artisti e l’artigianato del centro storico, e per una componente importante che è una scuola, che ha un ruolo da protagonista”.

Gli atelier saranno visitabili nei tre giorni di festival dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 18.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 17 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa