Mer 28 Set 2022 - 1705 visite
Stampa

Gru crollata, il giudice individua il perito

A ottobre verrà conferito l'incarico al prof. Giulio Ventura del Politecnico di Torino

Finalmente un passo avanti tanto atteso dagli sfollati a causa del crollo della gru nel corso del fortunale di metà agosto. Il gip Danilo Russo ha trovato il perito per l’incidente probatorio atto fissare nel contraddittorio le cause del crollo del macchinario e identificare eventuali responsabilità.

Il 6 ottobre ci sarà il conferimento dell’incarico al prof. Giulio Ventura, esperto in Ingegneria strutturale, edile e geotecnica, docente al Politecnico di Torino. Proprio a Torino Ventura è il consulente della procura nel caso delle gru crollate in via Genova, dove perirono tre montatori.

Le parti offese, ovvero le famiglie sfollate assistite dagli avvocati Luca Tieghi e Denis Lovison, nomineranno come proprio consulente l’ingegner Marco Rubin, mentre la procura dovrebbe confermare Massimo Rizzati, che aveva già accettato di esperire la consulenza richiesta dal pm. Un consulente verrà nominato anche nell’interesse del condominio, assistito dall’avvocato Gianni Ricciuti.

Per il crollo della gru sei persone sono indagate per disastro colposo Giuseppe Tassi, titolare della Tassi Group che aveva l’appalto del cantiere e aveva noleggiato la gru, e il suo preposto Abdelkarim Zahir; poi Tenno Cavallari, Giuseppe Coppola e Jamal Mgoune dell’impresa di costruzioni Edil Scot Srl di Finale Emilia e, infine, Vincenzo Bassi della Res Omnia Srl di Imola, la società che ha fornito la gru (avvocato Carlo Dalla Vecchia), e che ha già presentato un progetto operativo per la rimozione del macchinario una volta conclusi sopralluoghi e ispezioni.

 

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 17 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa