Dom 11 Set 2022 - 9859 visite
Stampa

È morto Roberto Gregnanini, vittima dell’aggressione in centro

Il decesso nel pomeriggio di venerdì 9 settembre a Cona, martedì il conferimento dell'incarico per l'autopsia. Per Michele Cazzanti ora l'accusa diverrà di omicidio volontario

È deceduto nel pomeriggio di venerdì 9 settembre, all’ospedale di Cona, Roberto Gregnanini, 60 anni, funzionario del Protocollo del Comune di Ferrara, vittima dell’aggressione con pistola avvenuta in piazzetta Schiatti, all’incrocio con via Boccaleone, per mano del collega di lavoro Michele Cazzanti nello scorso mese di marzo.

Gregnanini venne raggiunto all’addome da un colpo di pistola esploso da Cazzanti (56 anni) con la sua Glock calibro 9×21, per la quale aveva ottenuto la licenza sportiva nel febbraio 2021, e che si portò dietro fino a Cremona, dove era fuggito dopo l’aggressione e dove venne catturato in un’operazione coordinata tra polizia e carabinieri.

La vittima subì un primo, difficile percorso post operatorio, concluso con un miglioramento tale da farlo uscire dal reparto di Rianimazione del Sant’Anna per entrare in Riabilitazione al San Giorgio. Purtroppo le sue condizioni non sono migliorate nel corso delle settimane e si è riaggravato fino al fatale epilogo di venerdì pomeriggio: Gregnanini si è spento verso le 18.

La sua morte cambia la posizione di Cazzanti, sul quale è in corso un incidente probatorio per verificare la sua capacità di intendere e di volere: l’accusa passerà da tentato omicidio a omicidio volontario aggravato.

La pm Isabella Cavallari martedì conferirà l’incarico per effettuare l’autopsia.

Sulla vicenda si esprime il sindaco di Ferrara, Alan Fabbri, che ha chiamato la moglie manifestandole il proprio cordoglio e sottolineando la piena disponibilità ad aiuto e supporto. “Il dolore è grande – afferma Fabbri -, piangiamo la morte di un ferrarese, stimato dipendente del Comune, vittima di un gesto folle. Tutto questo ha i contorni dell’assurdo, del tragico assurdo. Mi stringo al dolore della famiglia, siamo a disposizione per fare quanto possibile in questo momento drammatico”.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 17 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa