Dom 7 Ago 2022 - 1410 visite
Stampa

Vaccini. Quarta dose per proteggere i più fragili e ridurre gli effetti del long-Covid

Dose booster importante per correre al riparo dalle nuove varianti. Braga (Ausl): "Ora è fondamentale non aspettare settembre perché il virus continua a circolare"

Dopo lockdown e restrizioni, il ‘risveglio’ post-pandemia ha segnato la ripresa della vita lavorativa e di quella sociale, favorendo però l’aumento dei contatti e l’avvio di una nuova fase di infezioni, legate soprattutto alle nuove varianti Covid-19 diffuse sul territorio italiano.

Una situazione da non sottovalutare, anche alla luce dei nuovi contagi e delle nuove ospedalizzazioni nei reparti ordinari e nelle terapie intensive, come sottolinea Mario Braga, epidemiologo dell’Ausl di Ferrara, che evidenzia la necessità, almeno per i soggetti più fragili, di vaccinarsi con la quarta dose.

“Farlo – spiega – significa proteggersi da un virus che provoca condizioni gravi nelle persone più a rischio, ma anche una persistenza della malattia nei giovani, il cosiddetto long-Covid, che può comportare disabilità e disagi prolungati nel tempo“.

L’esperto aggiunge: “Il vaccino risponde in maniera efficace e forte alla malattia più grave e il consiglio è di non aspettare settembre e la nuova ondata epidemica perché al momento il virus circola, il fattore di rischio c’è e non sappiamo quando comparirà il nuovo vaccino che ci proteggerà anche dall’infezione”.

A tal proposito, l’Azienda Usl ha aperto ulteriori offerte per la vaccinazione anche nelle sedi periferiche, rafforzando così il servizio sia a Ferrara che in provincia.

“Accedere direttamente alla vaccinazione o attraverso prenotazione utilizzando i canali tradizionali – conclude Braga – è facilissimo. Nel sito dell’Ausl è presente una spiegazione dettagliata su come fare e vengono fornite tutte le informazioni utili per capire quanto sia importante vaccinarsi e dove poter ricevere l’inoculazione”.




 

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 17 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa