Sab 2 Lug 2022 - 184 visite
Stampa

Pos obbligatorio: da Banca Centro Emilia un’offerta dedicata

Corporeno. Da giovedì 30 giugno sono operative le sanzioni per tutti gli esercenti e i professionisti che rifiutano i pagamenti tramite carte di debito, credito o prepagate. Ogni transazione via Pos negata ai clienti verrà punita con una somma di 30 euro, più il 4% del valore della transazione stessa.

La norma che ha introdotto quest’obbligo (Dl179/12 comma 4) risale al 2012 e l’obbligo di accettare pagamenti con la carta per coloro che svolgono “attività di vendita di prodotti e di prestazione di servizi, anche professionali” risale al 30 giugno 2014, e dieci anni dopo scattano le sanzioni verso i trasgressori.

Dall’entrata in vigore della norma, in effetti, la preferenza verso metodi di pagamento alternativi al contante è evidente; si nota infatti una crescita del numero di Pos attivi passati da 1,5 milioni del 2012 a 4,2 dello scorso anno (+280%) e i pagamenti con carta di debito, metodo più diffuso nel nostro Paese, sono passati nello stesso periodo dal 1,1 miliardi di euro ai 3,8 del 2021 mostrando una crescita del 350%.

Le sanzioni previste non saranno applicate solo in caso “di oggettiva impossibilità tecnica” a ricevere pagamenti con carta via Pos derivanti, ad esempio, da effettivi problemi di connettività temporanea e da malfunzionamenti tecnici dell’apparecchio.

Banca Centro Emilia, volendo supportare le esigenze degli esercenti, ha pensato ad una promozione, valida su tutti i modelli di Pos disponibili a catalogo, che garantisce l’azzeramento delle spese di canone per 12 mesi, e la possibilità di scegliere una commissione unica pari all’1,50% per carte di debito e credito, competitiva in particolar modo per coloro che effettuano un numero limitato di transazioni.

Tale promozione, valida per tutti coloro che non sono ancora in possesso di un Pos della banca o che ne richiedono uno aggiuntivo, sarà valida fino al 31 dicembre 2022.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 17 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa