Dom 26 Giu 2022 - 1145 visite
Stampa

Coop Alleanza 3.0 conferma Cifiello alla guida: “Al centro le persone, i territori, la sostenibilità”

Il presidente riconfermato dal nuovo Cda ha incontrato il sottosegretario alle politiche agricole: “Importante fare grande distribuzione in modo etico e sostenibile”

Mario Cifiello

Mario Cifiello è stato riconfermato presidente di Coop Alleanza 3.0, la più grande fra le cooperative di consumatori del sistema Coop.

Cifiello è stato eletto dal nuovo consiglio di amministrazione, rinnovato nel corso dell’assemblea generale dei delegati riunitasi sabato 25 giugno, e che guiderà la cooperativa per i prossimi tre esercizi.

I vicepresidenti sono Andrea Volta – in qualità di vicario – ed Edy Gambetti, confermati nelle cariche già ricoperte dal luglio 2020.

Sotto la presidenza di Cifiello, Coop Alleanza 3.0 – seppure in uno scenario economico e sociale di estrema difficoltà – ha segnato risultati in netto miglioramento e completato la prima fase del piano di rilancio. A questo proposito, l’assemblea generale ha anche ratificato i risultati 2021 con il 90,5% di favorevoli sui 38.449 soci votanti: l’esercizio si è chiuso con vendite a insegna Coop superiori ai cinque miliardi e un recupero della marginalità particolarmente significativo, soprattutto nella gestione caratteristica che ha registrato, per la prima volta dal 2016, un Ebitda positivo.

“Sono onorato che il Consiglio di Amministrazione abbia riposto nuovamente fiducia in me – commenta Cifiello -. A tutti i membri, confermati o di prima nomina, vanno i miei più sinceri ringraziamenti e i migliori auguri di buon lavoro. Sono certo che con il loro aiuto, e con quello di tutte le straordinarie persone di Coop Alleanza 3.0, potremo entrare in una nuova fase della nostra storia, passando dal risanamento perseguito sin dal 2019 a un piano che preveda il completo rilancio della cooperativa. Le nuove sfide che ci attendono ci trovano solidi e sempre sorretti dai valori imprescindibili della cooperazione ai quali saranno ispirate le scelte strategiche del futuro, che metteranno ancora al centro le persone, i territori, la sostenibilità”.

Nel corso dell’assemblea, Cifiello ha incontrato il sottosegretario di Stato delle Politiche agricole alimentari e forestali, Gian Marco Centinaio e dialogato con lui sui temi delle filiere agroalimentari, degli scenari internazionali, della sostenibilità e del ruolo di istituzioni e grande distribuzione in un contesto globale e locale complesso e in continuo mutamento.

“Coop Alleanza 3.0 ha mostrato in questi mesi non solo di essere uno dei principali player del mondo agroalimentare italiano per volumi, ma anche per valori, perché non è importante solo il peso che si ha sul mercato, ma anche e soprattutto il modo di fare grande distribuzione in modo etico e sostenibile, tenendo conto di comunità e territori per mettere in campo iniziative coraggiose e ispirate dai valori – ha detto Mario Cifiello nel corso del dialogo -. La difesa del potere d’acquisto è uno dei principi fondanti del nostro statuto. In quest’ottica, la filiera agroalimentare va intesa come un sistema in grado di produrre valore economico e sociale a tutto tondo, in un’agricoltura rispettosa che si fa carico di non impoverire i terreni, di conservarne la fertilità. Si tratta di una sorta di ‘new made in Italy’, in cui il processo conta quanto il prodotto. Per contrastare nuove forme di povertà, siamo pronti a studiare ulteriori e nuovi sistemi di sostegno sui territori – ha proseguito Mario Cifiello -. Ora sono necessarie sinergie con le istituzioni per sostenere le filiere virtuose che, in un momento delicato come quello attuale, stanno tutelando famiglie e persone colpite dalla crisi internazionale e da fenomeni speculativi.”

Coop Alleanza 3.0, inoltre, in una ottica di collaborazione con le istituzioni e di visione di ampio respiro si è fatta promotrice di una riflessione, ormai sempre più urgente, sui temi della siccità e della salvaguardia delle risorse idriche.

 

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 17 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa