Gio 2 Giu 2022 - 89 visite
Stampa

Alla scoperta del territorio lungo il grande fiume con “Gli Anelli del Po”

Quattro itinerari nel Ferrarese in un nuovo prodotto turistico presentato da Visit Ferrara in Camera di Commercio

di Manuela Artioli

Itinerari all’aria aperta che permettono di vivere all’aria aperta e godere di quello che la nostra provincia, il nostro territorio può offrire ai turisti. E’ il nuovo prodotto presentato da Visit Ferrara nella sede della Camera di Commercio, denominato “Gli Anelli del Po”.

“Sono itinerari – parla Nicola Scolamacchia, presidente del Consorzio nel territorio ferrarese – che comprendono cicloturismo, navigazione fluviale ma anche bellezze culturali, quindi parliamo del patrimonio rinascimentale che riguarda non soltanto la nostra città, che è una delle capitali del Rinascimento italiano, ma in generale del patrimonio culturale che è infuso nell’intera provincia”.

“Visit Ferrara è il Consorzio degli operatori turistici della provincia di Ferrara. Ha al suo interno circa 100 soci privati. È quindi un consorzio privato che rappresenta una parte della filiera turistica della provincia di Ferrara”, queste le parole di introduzione del presidente Scolamacchia.

Questo consorzio ha avuto una gestazione che va dai 12 ai 18 mesi perché coinvolge diversi comuni e diversi attori. Il progetto, infatti, è fatto in collaborazione, sia con le diverse municipalità che questi itinerari attraversano (il Comune di Ferrara, il Comune di Portomaggiore, il Comune di Copparo, il Comune di Bondeno, e tanti altri), sia con degli enti, delle istituzioni, che hanno dato un appoggio importante come Sipro, l’agenzia per lo sviluppo della provincia di Ferrara e la Destinazione Turistica Romagna. Inoltre, tutti gli itinerari sono stati ideati con il fattivo contributo della motonave Nena e dell’agenzia viaggi Link Tours.

“Oggi – sottolinea Scolamacchia – siamo alla partenza di un nuovo prodotto turistico. Il progetto non è realizzato con finalità di escursione, e quindi con l’idea di attrarre i cittadini e le persone prossime del territorio, ma con l’ambizione di attrarre nuovi turisti. Conferisce un nuovo motivo di visita alla città e ai comuni limitrofi”.

“Questo prodotto verrà presentato presso le principali manifestazioni fieristiche. Stiamo ragionando sulla fiera del Camper, a Parma, che oltre a essere una fiera del camper ormai è diventata una fiera del turismo all’aria aperta, sicuramente al Tg di Rimini e Wtm di Londra. Questo perché sono, per noi, i mercati più interessati a questo tipo di turismo per presentare un prodotto che possa continuare anche nel 2023 e nel futuro”.

Nonostante le difficoltà ambientali il Consorzio Visit Ferrara ha deciso di far partire comunque il progetto, pur sapendo di avere un accesso ridotto al Grande Fiume, il Po. Gli itinerari turistici sono quattro (Anello del Rinascimento, Anello del Po di Volano, Anello del Grande Fiume e Anello delle Delizie) e fanno perno sul capoluogo di Ferrara con i loro servizi.

L’Anello del Rinascimento è adatto a chi ama il turismo slow e prevede un percorso in bici con visita alla Delizia del Belriguardo, definita la Versailles degli Estensi, e alla Delizia del Verginese. Il ritorno è in barca, navigando sul Po di Volano. Il percorso in bici è di circa 40 km e prevede alcune fermate per le degustazioni.

L’Anello del Po di Volano è un percorso cicloturistico della Destra Po, con tappe alla Pieve di San Venanzio nei pressi di Copparo, con sosta a Copparo e a Villa Mensa, il palazzo storico un tempo frequentato da personaggi illustri, infine ci sarà un imbarco a Sabbioncello San Vettore, con rientro navigando sul Po di Volano a Ferrara.

L’Anello del Grande Fiume prevede solo due date, viste le difficoltà ambientali. Il percorso parte dalla città estense per proseguire sulla ciclabile della Burana e giungere a Bondeno, dove visitare la Rocca di Stellata e il museo Civico Archeologico nel cuore del borgo. Tra i punti di questo itinerario c’è anche la visita allo storico impianto idrovoro delle Pilastresi, Bondeno, l’Oasi Zarda e l’Oasi di Vigarano.

L’Anello delle Delizie, infine, è previsto solo per una data, ed è un viaggio alla scoperta delle residenze degli Estensi, con un percorso in bici fino a Villa Mensa, continuando fino alla Delizia di Copparo e alla Pieve di San Venanzio, la chiesa romantica costruita nel 1344.

Gli itinerari sono molto semplici, tutti in pianura, e includono una visita guidata. Le strade che si percorreranno sono state testate e verificate, infatti la maggior parte delle strade è a bassa percorrenza, per la sicurezza dei partecipanti.

Il primo Anello è programmato per sabato 4 giugno, poiché all’interno del ponte del 2 giugno. Tutti gli altri si svolgeranno di domenica, fino al 30 ottobre. Il prezzo di tutte le escursioni giornaliere parte da 28 euro, ma è disponibile anche un itinerario di mezza giornata che parte da 15 euro.

Le escursioni giornaliere partiranno alla mattina e torneranno all’incirca per le ore 18, mentre quelle di mezza giornata avranno un rientro entro le ore 13. Nelle date di navigazione sul Po di Volano è previsto un tour breve con partenza in barca dalla Darsena di Ferrara fino a Baura. Nella data del 4 giugno è previsto anche il rientro in barca.

Il programma si può consultare sia sul sito di Visit Ferrara, sia su quello dell’agenzia viaggi Link Tours. Le prenotazioni per sabato 4 giugno sono ancora aperte e si possono fare online o telefonando all’agenzia viaggi Link Tours. È richiesto un minimo di preavviso per la prenotazione, pertanto non sarà possibile farla il giorno stesso. Chi lo desidera, può partecipare con la propria bicicletta, altrimenti gliene verrà garantita una. Sono messe a disposizione sia le biciclette con pedalata normale che con la pedalata assistita, per queste ultime è richiesta la prenotazione anticipata a causa della ristretta quantità.

Il limite massimo di partecipanti è di 50 persone.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 17 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa