Gio 26 Mag 2022 - 195 visite
Stampa

Simulazione sfociata per 17 alunni nella progettazione di 14 unità immobiliari per il turismo slow a Volano

Il progetto è stato illustrato e premiato nella sala conferenze dell'Istituto di istruzione secondaria Guido monaco di Pomposa

Codigoro. Si chiama “Uomo e Natura Insieme” il progetto con simulazione del lavoro di team in uno studio professionale, sfociato poi nella progettazione di un centro polivalente e di 14 unità immobiliari in legno e altri materiali eco-compatibili ad uso turistico, illustrato e premiato nella sala conferenze dell’Istituto di istruzione secondaria Guido monaco di Pomposa dagli alunni della classe III A Cat (Costruzioni, Ambiente e Territorio). Diciassette alunni, coordinati dai docenti Innocenzo Di Falco e Antonio Amato hanno dato forma all’iniziativa, sostenuta e patrocinata dall’Amministrazione Comunale e dal Comitato Volano Borgo Antico.

Riqualificazione e ricostruzione ambientale sono le coordinate del progetto presentato, a nome della classe dagli alunni Gianluca Vecchi ed Elena Tabaro, i quali hanno ringraziato tutti gli enti partners (Comune, Polo Guido monaco, Comitato Volano Borgo Antico e Pro Loco di Codigoro) per gli impulsi e gli stimoli ricevuti. Marco Ruffato, presidente del Comitato Volano Borgo Antico ha plaudito al lavoro svolto dagli alunni, perchè “avete contribuito a concretizzare un sogno. Anche grazie al vostro progetto Volano diventera il fulcro del turismo slow, per la valorizzazione del quale il comitato che presiedo da tre anni si sta impegnando con dedizione e passione. Abbiamo già ripristinato antichi sentieri e insieme ridaremo valore al territorio. Voi, ragazzi, siete il nostro carburante.”
Il percorso di competenze trasversali e orientamento è culminato con escursioni naturalistiche guidate dallo stesso Marco Ruffato, alla scoperta delle oasi di Canneviè e Porticino e alla Torre della Finanza.

Il dirigente scolastico Carmine Iannicelli, dopo essersi congratulato con gli alunni, ha espresso la volontà di proseguire il progetto, fondato sull’alternanza scuola-lavoro, sottolineando che “lo sviluppo di un’idea di tecnico specializzato nel disegno Cad e nella progettazione edile, ma anche nella progettazione naturalistica e dell’ambiente, è perfettamente coerente con gli obiettivi dell’indirizzo di studi Cat, fiore all’occhiello del nostro istituto, uno dei primogeniti tra i nostri sette indirizzi.”

Unendosi ai rallegramenti anche a nome del sindaco Sabina Alice Zanardi, l’assessore alla Pubblica Istruzione Simonetta Graziani, ha espresso viva soddisfazione anche ai due alunni della classe I A Cat vincitori della settima edizione del concorso “Studenti”, bandito dalla Fondazione Geometri Ferraresi unitamente al Collegio dei Geometri della provincia di Ferrara.

Alessandro Nocenti e Eros Bryan De Palma sono i due alunni premiati da Enrico Cavicchi, Presidente della Fondazione Geometri ferrarese e da Daniele Amadei, Vice Presidente del Collegio dei Geometri di Ferrara. Entrambi hanno vinto una borsa di studio da 300 euro. “Il Cat – ha poi aggiunto l’assessore Simonetta Graziani – consente di acquisire un diploma immediatamente spendibile sul territorio. ” Cavicchi ed Amadei, plaudendo tanto ai due giovanissimi vincitori del concorso, quanto ai 17 studenti (Mattia Bellagamba, Mattia Bigoni, Nicola Boni, Claudia Curac, Roberto Felletti, Marika Fogli, Cristiano Gonella, Mattia Monzardo, Alex Moretto, Pietro Pescata, Mattia Roncato, Marco Sanna, Elena Tabaro, Giampiero Vecchi, Sara Veronesi e Francesco Zangirolami), che hanno curato la progettazione di un albergo diffuso (14 unità abitative in legno + centro polifunzionale), hanno posto in evidenza la necessità “disperata” di reperire geometri. “Il Cat prepara bene e la carenza di geometri, che interessa non solo il nostro territorio – ha dichiarato il vice presidente del Collegio dei geometri -, è da porre in relazione al calo di iscrizioni degli anni scorsi. Il nostro lavoro è passione e se lo si fa con passione, lo si fa bene. Noi ci saremo sempre ad accompagnarvi nel vostro cammino di vita nel mondo del lavoro”.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 17 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa