Gio 26 Mag 2022 - 92 visite
Stampa

Verzone e Chiaramonte per il finale di Riaperture

Il PhotoFestival conclude il suo viaggio con un fitto programma di attività che coinvolgono gli autori e i luoghi delle mostre

Per il suo terzo e ultimo weekend, Riaperture PhotoFestival conclude il suo viaggio con un fitto programma di attività che coinvolgono gli autori e i luoghi delle mostre, ma non solo.

Sarà venerdì 27 maggio l’ultimo degli appuntamenti serali di Riaperture by night. Il Festival saluta la sua sesta edizione con il Sospeso party, evento realizzato in collaborazione con Ferrara Off Teatro che avrà luogo presso lo storico Acquedotto in Viale Alfonso I d’Este, dove, dalle 18 alle 23 0 sarà possibile visitare anche le due mostre ospitate nella stessa suggestiva location, ovvero quelle di Andrew Rovenko e Fulvia Bernacca, mentre a partire dalle 19.30 aperitivo e DJ Set di Hidden nell’arena estiva di Ferrara Off presso il Centro Culturale Slavich.
Info e ticket qui

Sabato. Appuntamento alle ore 12 all’ex Ipsia-ex Monastero di Santa Caterina Martire per la visita guidata con l’autore Paolo Verzone, con successivo firmacopie del libro Spitzbergen. Alle 18 all’ex Circolo Unione è prevista la visita guidata della mostra assieme al fotografo Giovanni Chiaramonte.

Torna con partenza alle 15.30 da Factory Grisù il tour a piedi delle mostre in rassegna ospitate presso Palazzo Crema ed Ex Ipsia assieme alla guida d’eccezione, Assunta Coccomini.
Info e prenotazioni al link

Domenica. Appuntamento alle ore 10.30 all’Acquedotto baluardo della Montagna “Montagnone” per il tour guidato a piedi delle sedi dell’ex Banca d’Italia e dell’ex Circolo Unione, in compagnia di Assunta Coccomini.

Oltre alle visite guidate, Riaperture ha pensato a ulteriori occasioni d’incontro cui poter partecipare durante l’ultimo week end, come i tanti talk e le lectio magistralis con i grandi nomi della fotografia italiana. Tutti gli incontri si terranno presso il quartier generale del Festival, la Factory Grisù. Ad aprire la serie di incontri è il talk dell’Associazione Donne Fotografe, sabato 28 maggio alle ore 16: si parlerà di viaggio tra contemplazioni e smarrimenti attraverso lo sguardo di trenta fotografe.

A seguire, sempre il 28 maggio, alle ore 17, le voci e i volti delle periferie italiane si esprimeranno grazie al Progetto Italian Trap, in compagnia di Silvia Funari, Luigi Lupo e Ilaria Potenza: a presentarli sarà il presidente di Riaperture Giacomo Brini.

Domenica 29 maggio, due incontri con ospiti d’eccezione, il primo, alle ore 11, vedrà protagonista il Maestro Giovanni Chiaramonte con una Lectio magistralis in cui la fotografia incontrerà le fitte trame del viaggio e della memoria. Fu proprio il sisma del 29 maggio di dieci anni fa a ricondurre lo stesso Chiaramonte in quei luoghi percorsi anni prima con l’amico Luigi Ghirri, alla ricerca di ciò che Ghirri chiamava l’originale perduto, svelando invece, tra le macerie degli edifici impraticabili, gli “interni perduti” di Chiaramonte, attraverso quella luce d’oro irradiarsi dagli stessi, l’originale ritrovato.

Sarà Paolo Verzone, domenica 29 maggio alle ore 17 a concludere questa VI e ricca edizione di Riaperture PhotoFestival Ferrara. L’autore, più volte premiato con il World Press Photo, appena rientrato dalla spedizione per il National Geographic a bordo di Le Commandant Charcot lungo le coste della Groenlandia, terrà il talk “Dal viaggio fotografico al progetto editoriale”. Oggetto del talk sarà il racconto di come l’autore, partendo da un assignement casuale nelle isole Svalbard per un progetto su un centro di monitoraggio ambientale sull’Artico, in un dialogo tra scienza e tecniche della narrazione fotografica, abbia dato vita a un progetto di ampio respiro realizzato nel volume Spitzbergen.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 17 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa