Lun 16 Mag 2022 - 34 visite
Stampa

Campionato Opes calcio a 5, nei Play Off Scudetto un pareggio e due vittorie di misura

Play Off Serie A: 3-2 di Aqua e Salute alla Baracca di Guendalo e 6-5 del Dc Spedizioni agli Asini Bradi

Agriturismo Ca’ Laura

Iniziati i Play Off con l’andata dei quarti di finale nel campionato Opes di calcio a 5.

Nei Play Off Scudetto la favoritissima Hurly Burly vince di misura contro Exera: Bussolari fa 2-0 con una doppietta nel primo tempo, poi Sisti e Audino allungano sul 4-1 nella ripresa; Exera, però, tiene vivo il discorso qualificazione grazie alla doppietta di Faggioli negli ultimi 10 minuti che, dopo il gol del provvisorio 1-2 di Bonazza nella prima frazione, fissa il risultato sul 3-4. L’Hurly Burly nella gara di ritorno avrà quindi la possibilità di perdere anche con 1 gol di scarto per accedere alla semifinale in virtù del miglior piazzamento dopo la Regular Season. Nella parte bassa del Tabellone bene l’altra vincitrice del Girone Unico, il Ristorantino Sidun, che contro Am Auto si porta sul 4-0 e chiude il primo tempo sul 5-1 prima del definitivo +3 sul 7-4. Per il Sidun che ha colpito anche 3 legni, tra cui un clamoroso palo interno, segna una tripletta Fabio Di Mauro, a segno anche con 1 rete a testa Fdaoui, Sorgente, Spada e Crocco; ma un plauso come sempre va al portiere Francesco Di Mauro, autore di numerosi ottimi interventi, a testimonianza del fatto che l’Am Auto ha dato battaglia e la qualificazione è tutt’altro che acquisita. 4-4 Tra Eurowash e Bar Nives e 4-3 del Divino 3.0 al Francolino. Un Eurowash con diverse assenze, gioca una gran partita e tiene testa ad un Bar Nives che invece si presenta con quasi tutti gli effettivi a disposizione. Vantaggio Eurowash con Baroni su schema da punizione ben eseguito da Da Ronche; poi il Bar Nives attacca a testa bassa e raggiunge il pari con Ivanciuc dopo essersi divorato numerose occasioni. Ancora Eurowash avanti con Zamboni e pareggio Bar Nives con Sosnovschi prima dell’intervallo. Nella ripresa il leitmotiv è sempre Bar Nives manovriero e sprecone e Eurowash che si difende e lotta su ogni pallone e tenta di ripartire cercando di non scoprirsi troppo: Bar Nives avanti 3-2 con Ivanciuc e successivo pareggio di un Baroni uomo squadra a tutto campo e poi ancora avanti il Bar Nives con Mocanu e pareggio agganciato con le unghie e con i denti dall’Eurowash con tiro libero finale di Da Ronche. E’ battaglia sportiva anche tra Francolino e Divino 3.0 con quest’ultimo che si aggrappa alle giocate di Lenzi, protagonista assoluto del match a segno per l’1-0, poi pareggiato nel primo tempo da Bertoncelli, nel 2-1 e nel gol del definitivo 4-3 a tu per tu con il portiere a 2 secondi dalla fine, il gol del parziale 3-1 del Divino porta la firma di Moraru. Il Francolino era riuscito ad impattare il match sul 3-3 grazie ai fratelli Serafini, prima Andrea e poi Matteo con una cavalcata imprendibile in velocità coast to coast; a 4′ dal termine con un’azione simile Bertoncelli si era costruito l’occasione del possibile gol del vantaggio, ma era stato fermato sul più bello da Marzocchi in uscita bassa con ottima copertura della porta.

Nei Play Off di Serie A sfida combattutissima tra Aqua e Salute e Baracca di Guendalo: con Aqua e Salute che va in vantaggio con un tiro a giro di Tassi dai 15/16 metri al minuto 8. Al 17′ Conti viene agganciato in area dal portiere Campi, che poi si riscatta respingendo il rigore calciato da Gargallo, il quale però è il più lesto a ribadire in rete per l’1-1 della Baracca. A 2′ dalla fine della prima frazione, su azione d’angolo la palla arriva a centro area a De Marchi che, pur essendo di spalle, dopo 2/3 finte riesce a liberarsi e a scaricare in porta da distanza ravvicinata il gol del 2-1 con cui la Baracca va al riposo. Nella ripresa Negri si carica sulle spalle l’attacco dell’Aqua e Salute: prima serve dalla destra un assist al bacio che Tartarini trasforma nel 2-2, e poi firma in personal il 3-2 con un destro imparabile. Aqua e Salute porta così in dote un +1 per la gara di ritorno. Dopo la rete del vantaggio di Maestri per il Caleffi Group, il Giustospirito va a segno 3 volte e sempre su azione da calcio d’angolo, doppietta di Capatti e gol di Brunelli. Nella ripresa ancora Maestri tenta di riaprire il match, ma arrivano al minuto 13 il 4-2 di Brunelli su punizione e 5 minuti dopo il 5-2 finale di Capatti su ripartenza. Nell’ultimo quarto di finale in programma, partita incredibile: il Dc Spedizioni/I Riparo si presenta con un roster di 8 giocatori la cui qualità e il cui blasone sembrano non concedere chance agli Asini Bradi, i quali recuperano, a loro volta, il portiere Manini reduce dal covid. Ebbene, pronti via e in 14 minuti il Dc Spedizioni si porta sul 4-0 frutto di uno schiacciante predominio, a segno nell’ordine: Squarzoni, Contestabile, Zullo e ancora Squarzoni e, tranne il gol di Contestabile con un tocco di fino in area, gli altri 3 gol sono tutti in fotocopia con tiri in diagonale che lasciano poche speranze di intercetto a Manini. Gli Asini Bardi nonostante un time out, sembrano non avere i mezzi per contenere lo strapotere del Dc Spedizioni. Invece, complice un evidente rilassamento del Dc Spedizioni i cui cambi non si rivelano efficaci come la formazione base, gli Asini Bardi iniziano a macinare gioco, spesso partendo dal basso con il portiere Manini che crea superiorità giocando con i piedi, e le occasioni fioccano: dopo alcune parate di Ghesini, arriva il gol di Cavicchi prima dell’intervallo al termine di un’azione insistita, primo tempo che si chiude sul 4-1. Ad inizio ripresa il Dc Spedizioni è ancora molle e gli Asini Bradi giocano a memoria e benissimo: lancio millimetrico di Martelli e Caselli stoppa e insacca sotto la traversa, 2-4; azione in linea Biondi-Cavicchi-Caselli liberissimo sul 2° palo e 3-4; e infine un mostruoso Biondi, che difende, costruisce e si propone, firma in personal il clamoroso 4-4, tutto questo nei primi 11 minuti del secondo tempo in cui c’è una sola squadra in campo. Mister Melloni è costretto a chiedere time out per il Dc Spedizioni. All’uscita del time out: Zullo triangola con Squarzoni sulla sinistra e con un mortifero diagonale insacca il 5-4 e poco dopo ancora Squarzoni firma il 6-4 con il suo solito movimento a liberare il destro ad incrociare. Gli Asini Bradi continuano però a lottare su ogni palla: bomber Collati ruba palla a Contestabile ai limiti dell’area e con un diagonale dalla sinistra insacca il 5-6. Finisce così con un Dc Spedizioni apparso potenzialmente molto superiore, ma con gli Asini Bradi che, pur tramortiti da uno 0-4 che avrebbe ammazzato anche un toro, disputano una gara in cui tutti hanno dato il 110% e che rimane in corsa per la qualificazione. Dopo un primo tempo equilibrato, chiuso sul 2-1, il College prende un buon vantaggio sulla Termogas/Kafè Bacchelli allungando sul 4-1 e vincendo 6-2, tripletta di Pizzi, doppietta di Mantovani e gol del 2-0 nel primo tempo di Bersanetti, per la Termogas le reti portano la firma di Bartolini e Ferrari.

Nei Play Off di Serie B la Locanda del Furioso chiude sull’1-1 contro la Pizzeria Giò/Diavolo Bar, ma nella ripresa regala 3 gol, 1 di Saletti e 2 di Venturoli (ripartenza e palla intercettata da disimpegno difensivo), e 2 uomini: prima si fa espellere Cardinali per una reazione ad un fallo subito e poi Botrugno per fallo e proteste. Il gol di Lanza ridà alla Locanda qualche speranza per la gara di ritorno, finisce 4-2 Pizzeria Giò. Gran primo tempo disputato dal Koi Sushi che regge bene in difesa e va al riposo sull’1-0 grazie al gol di Baraldi. Nella ripresa complice un progressivo calo del Koi, l’Oasi del Reno sale di intensità ed esce alla distanza, Finotti segna il pari e il 2-1; gli rispondono Ricci e ancora Baraldi per il 3-2 Koi, ma ancora Finotti e Nigrisoli riportano avanti l’Oasi sul 4-3. Filippo Rossi rimette in parità il match, ma l’Oasi ne ha di più nel finale e chiude 7-4 con Finotti, un autogol e Di Gregorio. Il Deportivo La Carogna si porta in vantaggio con Mancinelli, ma la Virtus va all’intervallo sul 2-1 e chiude 5-1 grazie alla doppietta di Cabassa, il timbro di Benelle e la doppietta nel finale di Bortolin. Si affrontavano anche, lo Scortichino Futsal, vincente della Serie C e la Pizzeria Basilico, classificatasi all’ultimo posto in Serie B. Scortichino privo di alcune delle sue stelle: Gallerani, Vaccari e Cristofori, ma comunque con 9 effettivi e con bomber Mucerino, e Basilico rimaneggiatissimo, in 6 senza Bafile e il capocannoniere Valentino e con in porta un giocatore di movimento data l’emergenza. Nel primo tempo Mucerino segna una tripletta e lo Scortichino va al riposo sul 4-2, di Bruschi la rete appunto del 4-2, mentre per il Basilico timbrano Russotto l’1-1 e Nibio il provvisorio 2-3. Nella ripresa 5-2 di Bonfatti cui risponde Nibio per il 3-5; poi Mucerino realizza un’altra doppietta, 5 in tutto i sui centri, e lo Scortichino allunga sul 7-3. Nel finale, però, ancora un imprendibile Nibio mette a segno il 4-7 e il gol del definitivo 5-7 che tiene apertissimo il discorso qualificazione per la gara di ritorno.

Nei Play Off di Serie C lo Spartak regge un tempo fino al punteggio di 1-3 all’intervallo, rete di Morelli, poi si sgretola e perde 2-8 contro la Legatoria, poker di Lohamn, doppietta di Adami e sigilli di Borghi e Conti, di Mazzucco l’altro gol dello Spartak. Dopo il vantaggio di Orsi per la Siever, il Bar Mattino Ostellato segna 4 reti nel primo tempo e 3 nel secondo portandosi sul 7-1, prima che Tonelli firmi il gol del definitivo 2-7 per la Siever. Per il Bar Mattino a segno prima Lucia sul secondo palo su assist al bacio di Mangherini, poi lo stesso Mangherini con un tiro sotto la traversa, poi Zanotti 2 volte, la prima su calcio di rigore, poi Santucci ed infine ancora 2 volte con bomber Zanotti. Inizio convincente dell’Agriturismo Cà Laura che sovrasta atleticamente l’Autofficina Lodi e si porta sul 4-1 con le doppiette di Rizzato e Chiccoli. L’Autofficina Lodi si mette meglio in campo e alza il ritmo della corsa e dopo la rete dell’1 a 2 di Gallerani, va a segno con Lodi, di tacco, e con Balboni, andando al riposo sul confortante 3-4. Nella ripresa, però, l’inizio è ancora peggiore per l’Autofficina Lodi che incassa subito un mortifero uno-due di Chiccoli e Zullo con il Cà Laura che allunga sul 6-3; ancora Balboni con un destro potente segna il gol del definitivo 4-6 nonostante manchino più di 12 minuti al termine, tenendo vivo il discorso qualificazione per l’Autofficina Lodi. Chiude con 2 gol di vantaggio anche il Panificio Porta Romana sui Girasoli. Lo fa rimontando l’iniziale 3-1 per i Girasoli e il successivo 4-3 dell’intervallo; il Panificio si porta sul 5-4, viene raggiunto sul 5-5, ma la doppietta di Morina regala il 7-5 alla squadra di mister Orsi. Per il Panificio Porta Romana anche tripletta di Cioffi e 1 gol a testa per Curati e Casini; per i Girasoli doppietta di Didier Lella, e timbri di Vieli, Marini e Saverio Lella.

Nella Supercoppa di Serie D l’arbitro ha bisogno di 2 taccuini per segnare tutti i gol realizzati nella sfida tra Autofficina Lodi e Despa City, finisce 16 a 13 per il Despa: da segnalare che l’Autofficina Lodi era avanti 12-8 ad inizio ripresa, poi ha incassato un parziale di 0-8: per il Despa City 8 gol di Pavani e 6 di Zappi (di cui 5 nel break decisivo del secondo tempo), per l’Autofficina Lodi 6 di Balboni, 3 di Tcheng e 2 di Gallerani. L‘Autocarrozzeria Sivieri segna dopo 25 secondi con Enrico Piazzi, Branchini pareggia per il Giglio, ma Zullo allunga sul 3-1 con una doppietta per il Sivieri prima del riposo. Nella ripresa Giglio all’assalto e reti nell’ordine di Branchini, doppietta di Artioli e sigillo di Marco Alvisi e di forza si porta sul 5-3. Quando la vittoria sembra acquisita, il Giglio non ha fatto i conti con Guglielmo Piazzi che nei 2 minuti conclusivi realizza un fulmineo uno-due che vale all’Autocarrozzeria Sivieri il 5-5 finale. Un Team Assacro cinico come non mai, ottiene il 2° successo stagionale, a spese del Salvatonica United: 3-1 nel primo tempo, poi 5-1, 7-2 e 8-4 finale, doppiette di Stojku, Orsi e De Gruttola e sigilli di Boni e capitan Pelati che infiocchetta la prestazione con anche 4 assist; per il Salvatonica: Tommaso Caselli firma il provvisorio 1-1 e il 4-8, Collati il 2-5 ad inizio ripresa e Raffaele Caselli il 3-4.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 17 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa