Sab 23 Apr 2022 - 101 visite
Stampa

Misurazioni acustiche: l’importanza del fonometro

Spesso si sottovalutano gli impatti che il rumore eccessivo può causare all’udito ed alla salute delle persone, soprattutto se vi sono sottoposte a lungo. Per verificare il livello di rumore all’interno di un ambiente è possibile ricorrere all’utilizzo di uno specifico strumento, il fonometro. Per usare una terminologia più tecnica, il fonometro è in grado di rilevare il livello di pressione acustica, ovvero l’ampiezza delle onde sonore.

I misuratori di rumore più moderni sono dotati di un display che permette di leggere in tempo reale i dati rilevati. Esistono modelli in grado di registrare le misurazioni effettuate, in modo da poter essere poi collegati ad altri dispositivi come computer e smartphone per l’esportazione e l’analisi dei dati. Per sapere qual è lo strumento più adatto per effettuare le misurazioni acustiche è necessario sapere come funzionano i fonometri e quali sono le loro caratteristiche più importanti.

 

Come è fatto e come funziona un fonometro

Il fonometro è composto da diversi elementi, tra cui il trasduttore, ovvero il microfono, il preamplificatore e l’amplificatore, che adattano il segnale captato, lo strumento indicatore e le uscite di collegamento verso altri dispositivi. Ovviamente la dotazione può variare da un modello all’altro.

Senza scendere troppo in dettagli tecnici, il funzionamento del fonometro può essere riassunto in pochi passaggi. Il trasduttore raccoglie la pressione che viene emessa dalle onde sonore, trasformandola in segnale elettrico: il fonometro fondamentalmente non è altro che uno speciale voltmetro. Il segnale viene elaborato dal blocco di misura, che traduce il dato in decibel e lo invia al display, su cui l’utente potrà visualizzarlo.

 

Tipologie di misuratore di rumore

In base a quanto previsto dalla normativa comunitaria, i fonometri possono essere suddivisi in quattro categorie. I dispositivi di classe 0 sono quelli più precisi, che offrono misurazioni esatte e con il minor margine di errore: vengono impiegati all’interno dei laboratori. I dispositivi di classe I sono utilizzati nei laboratori e nei piccoli ambienti per verificare se vengono rispettati i limiti acustici previsti dalla legge: sono sofisticati, costosi e precisi e devono essere sottoposti a periodica revisione da parte di un tecnico autorizzato.

I dispositivi di classe II sono quelli che vengono utilizzati per effettuare le verifiche sul campo, sia negli ambienti chiusi che all’aperto; sono i modelli più maneggevoli e consentono di effettuare rilevazioni istantanee. I dispositivi di classe III sono i meno precisi, ma sono molto utili per effettuare indagini preliminari nei luoghi particolarmente rumorosi quali discoteche, cantieri, fabbriche e così via.

 

Caratteristiche e modelli: dove trovare i migliori fonometri online

I modelli di fonometri possono essere suddivisi in altre categorie in base a diversi parametri. La classificazione più importante probabilmente è quella che distingue i misuratori acustici in relazione alla gamma di frequenza che sono in grado di rilevare: ci sono strumenti che misurano solo la frequenza A, C o Z, mentre altri le supportano tutte. Un’altra distinzione è quella tra il fonometro per la misurazione del rumore negli ambienti ed il dosimetro, che quantifica l’esposizione personale al rumore.

Sul sito di RS Components si possono trovate i fonometri delle migliori marche. Per scegliere il modello ideale per le proprie necessità c’è la possibilità di impostare i filtri di ricerca, che permettono di selezionare gli articoli in base ai livelli sonori minimo e massimo supportati, alla risoluzione, alla classe di precisione, al tipo di display, al tipo di interfaccia, alla frequenza ed altro. Nel catalogo sono disponibili anche gli accessori per i fonometri ed altri strumenti di misura ambientali.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 17 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa