Gio 14 Apr 2022 - 371 visite
Stampa

I soci Coop sulla “Via degli Dei” tra Bologna e Firenze

Fino al 30 aprile aperte le prenotazioni riservate ai soci Coop per il percorso sull’antico tracciato della strada etrusca e poi romana, che collegava la Pianura Padana alla Toscana.

Un’esperienza da vivere insieme, che mette al centro socialità, scoperta del territorio e benessere.

È l’iniziativa “La Via degli Dei per i soci”, progetto scaturito dalla collaborazione tra Coop Alleanza 3.0, Unicoop Firenze e Coop Reno, che “avvicina” anche nel segno del legame cooperativo Bologna e Firenze, oltre ai soci delle tre Coop.  Le Cooperative propongono, infatti, ai propri soci quattro itinerari sulla Via degli Dei nei weekend di giugno, da fare in gruppo, assistiti dalle guide esperte della Crocus Trip, cooperativa di giovani donne.

Le iscrizioni a “La Via degli Dei per i soci” sono aperte fino al 30 aprile. I soci di Coop Alleanza 3.0 e di Coop Reno potranno prenotare nelle agenzie Robintur: via e-mail all’indirizzo agenziaviaggionline@robintur.it o attraverso il numero 051 7172600. Tutte le info sul sito di Coop Alleanza 3.0, all’indirizzo all.coop/viadeglidei.

I soci di Unicoop Firenze possono prenotarsi all’indirizzo www.coopfirenze.it/eventi

La Via degli Dei: un po’ di storia

La Via degli Dei è il percorso che in origine collegava i due centri etruschi di Bologna e Fiesole, poi fu usata come strada militare dai Romani, infine come collegamento fra lo Stato Pontificio, che prima dell’Unità d’Italia controllava l’area di Bologna, e il Granducato di Toscana. Questo antico tracciato che collegava la Toscana alla Pianura Padana consta di 130 chilometri di cammino “slow” che unisce la scoperta storica e culturale del territorio con quella della natura. Ogni tappa sarà occasione per la scoperta di luoghi suggestivi: partendo da Piazza Maggiore, vero punto di inizio della Via degli Dei, fino al Santuario della beata Vergine di San Luca; dalla Riserva del Pliocene dove si potrà immaginare com’era l’Appennino ricoperto dall’acqua del mare milioni di anni fa, fino alle Banditacce, già in Toscana, il punto più alto del percorso, a 1205 metri.

Il percorso farà tappa anche al Cimitero Militare Germanico della Futa, che ci ricorda la Linea gotica e tutte le vittime della Seconda guerra mondiale. A seguire le numerose testimonianze medicee, ville e fortezze, e nell’avvicinarsi a Firenze abbazie e monasteri, che ricordano la vocazione religiosa di questi luoghi.

La Via degli Dei per i soci è un’iniziativa che vede protagonisti i territori in cui le tre Cooperative sono profondamente radicate. Questo percorso con la sua storia millenaria porterà i soci a condividere un’esperienza davvero unica in luoghi dove la natura, la storia e l’arte si fondono regalando suggestioni profonde – dichiara Enrico Quarello, direttore Politiche Sociali e Relazioni Territoriali di Coop Alleanza 3.0 – Il cammino a cui i soci vorranno partecipare è il risultato di come la Cooperativa, Unicoop Firenze e Coop Reno credano nella condivisione e nei valori di socialità e di profondo rispetto per l’ambiente, proponendo un modo di viaggiare, armonico con la natura”.

“Abbiamo sviluppato questa iniziativa perché vogliamo proporre ai nostri soci una opportunità per stare insieme scoprendo un territorio che sempre più persone apprezzano. Abbiamo identificato un nuovo bisogno, che è quello di camminare, fare movimento, conoscere luoghi vicini ma spesso ancora non abbastanza valorizzati. Da qui l’idea di costruire un percorso, strutturare una possibilità, offrire un servizio, da “cooperativa” e fra cooperative. Per questo abbiamo selezionato delle collaborazioni che avessero i nostri stessi valori e ci siamo riuniti, con Coop Alleanza 3.0 e Coop Reno, per rinsaldare un legame forte, che accomuna le cooperative ed i soci, capace di promuovere partecipazione in alcune delle località più belle d’Italia” spiega Tommaso Perrulli, responsabile progetti sociali Unicoop Firenze.

“La Via degli Dei per i soci”: le realtà coinvolte nell’iniziativa

Quattro tappe, una per ogni fine settimana di giugno. Per gruppi di massimo 20 persone con l’aiuto di una guida, per imparare qualcosa di nuovo, ad esempio che tipo di vegetazione vive sul crinale o perché sul Monte Adone ci sono banchi di sabbia e fossili. Le tappe sono state organizzate in collaborazione con Appennino Slow e Robintur, e sono adatte anche a camminatori in erba. A guidare il gruppo le guide turistiche, tutte donne, della cooperativa Crocus Trip. Durante l’emergenza Covid-19 hanno deciso di guardare avanti e, mentre il turismo internazionale si fermava, si sono unite per promuovere un modo diverso di viaggiare, più a dimensione umana. Obiettivo: far capire alle persone la bellezza dei cammini in compagnia, perché camminare insieme e con una guida, invece, ha molti lati positivi. Inoltre, la presenza della guida scongiura il rischio di sbagliare sentiero, oltre a offrire la possibilità di ricevere informazioni di carattere naturalistico o storico.

Informazioni tecniche e le quattro tappe in sintesi

La “Via degli Dei per i soci” prevede appuntamenti – indicati come tappe – di due giorni, in programma tutti i sabati e le domeniche di giugno.  Il costo è di 130 euro a persona per tappa. Il pacchetto comprende l’accompagnamento da parte delle guide Crocus Trip, il pranzo al sacco con i prodotti Coop e il pernottamento. In omaggio ad ogni partecipante uno zaino trekking Ferrino della collezione Ariaperta. I gruppi saranno di massimo 20 persone, attivabili con un minimo di 10. Di seguito le tappe in sintesi.

  • Prima tappa: “L’inizio del cammino” (prenotabile per i weekend 4-5 giugno o 11-12 giugno). 1° giorno, sabato: da Bologna a Sasso Marconi, distanza di 10 chilometri, dislivello 150 metri. 2° giorno, domenica: da Sasso Marconi a Brento, distanza di 15 chilometri, dislivello di 500 metri.
  • Seconda tappa: “Il picco della Via degli Dei” (prenotabile per i weekend 4-5 giugno o 11-12 giugno). 1° giorno, sabato: da Monzuno a Madonna dei Fornelli, distanza di 10 chilometri, dislivello 400 metri. 2° giorno, domenica: percorso da Madonna dei Fornelli al Passo della Futa, distanza 15 chilometri, dislivello di 560 metri.
  • Terza tappa: “Il Sentiero dei Medici” (prenotabile per i weekend 18-19 giugno o 25-26 giugno). 1° giorno, sabato: percorso da San Piero a Sieve a Cafaggiolo, distanza 10 chilometri, dislivello 150 metri. 2° giorno, domenica: da Tagliaferro a Monte Senario, distanza 15 chilometri, dislivello di 400 metri.
  • Quarta tappa: “Trekking & Yoga sulla Via degli Dei” (prenotabile per i weekend 18-19 giugno o 25-26 giugno). 1° giorno, sabato: da San Piero a Sieve a Madonna del Sasso, distanza 10 chilometri, dislivello 150 metri. 2° giorno, domenica: da Olmo a Fiesole, distanza 10 chilometri (15km fino a Firenze), dislivello 200 metri.
Grazie per aver letto questo articolo...

Da 17 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa