Dom 10 Apr 2022 - 2762 visite
Stampa

Tutta Codigoro premia la 18enne Martina Valendino

La studentessa, iscritta alla V B del Liceo Linguistico dell'Istituto Guido monaco di Pomposa, ha vinto il concorso europeo Juvenes Traslatores

Codigoro. Ieri mattina i giovani sono stati protagonisti nel cuore della vita politica cittadina, la Sala Consiglio, di una cerimonia istituzionale di grande significato simbolico e di altrettanto prestigio.

La sindaca Sabina Alice Zanardi, il dirigente scolastico Carmine Iannicelli, l’assessora all’istruzione Simonetta Graziani, hanno conferito un riconoscimento a Martina Valendino, la studentessa 18enne, iscritta alla V B del Liceo Linguistico dell’Istituto Guido monaco di Pomposa, vincitrice, per l’Italia, del concorso europeo Juvenes Traslatores.

Martina si è aggiudicata il prestigioso premio, conferitole il primo aprile scorso a Bruxelles, nell’aula del Parlamento europeo, per la miglior traduzione, in lingua spagnola, di un testo assegnatole nel concorso in questione.

Dal 2007, la Commissione europea, bandisce il concorso per premiare i giovani talenti nel mondo della traduzione. Martina Valendino è tra i 27 vincitori, uno per ciascun Paese dell’Unione Europea, selezionati dai traduttori della Commissione europea, fra i 2.940 studenti provenienti da tutta l’Europa.

Alcuni dei vincitori delle scorse edizioni hanno intrapreso percorsi formativi e professionali molto importanti, studiando traduzione all’Università o entrando a far parte, come tirocinanti o traduttori a tempo pieno,  del servizio di traduzione della Commissione europea.

“Martina Valendino è un giovane talento della nostra scuola, una ragazza del Basso Ferrarese che, attraverso la vincita del prestigioso concorso – ha evidenziato il Sindaco Sabina Alice Zanardi – denominato Juvenes Translatores, bandito dall’Unione Europea, ha saputo dare lustro a questo territorio e all’Italia intera. Esprimo i più vivi apprezzamenti a Martina per lo straordinario risultato raggiunto, rallegrandomi con lei e con gli insegnanti ed il dirigente scolastico del Polo Guido monaco di Pomposa, Carmine Iannicelli, che ringrazio per essere qui con noi oggi. Mi rallegro anche con gli altri 4 studenti Natasha Bui (classe 4A), Martina Cavallari (classe 4A), Asya Zaghi  (classe 4A)  e  Andrea Finessi  (classe 4B), che si sono cimentati in questa avventura bella e formativa, utile al loro bagaglio di crescita personale, scolastico e professionale”.

Il dirigente scolastico Carmine Iannicelli, durante la premiazione, ha rinnovato il proprio “entusiasmo per il risultati conseguiti, che premiano l’impegno costante degli alunni e dei docenti dell’istituto Guido monaco ed esaltano, ancor più, il progetto di sviluppo europeo della scuola. Uno degli obiettivi strategici – ha aggiunto Iannicelli – è la valorizzazione della dimensione internazionale dell’azione formativa ed educativa, attraverso la promozione della valenza europea dell’istruzione, con la diffusione dei valori quali la cittadinanza europea, la formazione di futuri cittadini attivi, l’insegnamento e l’apprendimento delle lingue, unitamente alla mobilità”.

Anche l’assessora all’istruzione Simonetta Graziani, unendosi ai ringraziamenti ha sottolineato come sia “importante favorire attività didattiche, in collaborazione con la Comunità europea, per migliorare la qualità della scuola. Si è voluto organizzare la cerimonia di premiazioni in Municipio – ha proseguito l’assessora all’Istruzione Simonetta Graziani -, proprio per celebrare e ringraziare le studentesse e lo studente che, grazie alle loro competenze linguistiche, hanno partecipato ad un concorso che rende merito e onora l’istituzione scolastica codigorese. Il Guido monaco rappresenta un fiore all’occhiello dell’intero territorio e, al suo interno, operano docenti che ne rafforzano il ruolo educativo e formativo. Estendo i ringraziamenti alla referente dei rapporti con l’esterno Maria Chiara Ferretti alla docente Cristina Caracciolo, che ha accompagnato Martina a Bruxelles e a tutti gli altri docenti coinvolti”.

La premiata, Martina Valendino ha confermato che per me “è stata un’esperienza arricchente. Ho scoperto quale sarà il mio futuro ed è quello con cui mi sono confrontata a Bruxelles, incontrando traduttori di tanti Paesi. Spero che in futuro altri studenti del mio istituto possano raggiungere un traguardo come questo”. Presente alla cerimonia di premiazione anche l’assessore comunale Stefano Adami.

La recente ed imponente raccolta di derrate e beni di prima necessità da devolvere alla popolazione ucraina, attraverso il centro di raccolta comunale allestito presso l’oratorio salesiano, ha costituito, inoltre, un significativo contributo ad una importante iniziativa di solidarietà, iniziativa altamente educativa, che ha impegnato studenti, genitori, dirigente e tutto il personale scolastico. Anche attraverso un’opera di bene gli studenti del Guido monaco hanno saputo essere d’esempio per la comunità intera.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 17 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa