Sab 11 Dic 2021 - 653 visite
Stampa

Codigoro, Città Smart: al via il progetto di creazione dell’Agenda Digitale della comunità

Si rafforza la volontà del Comune di mettere sempre più servizi a portata di click

Codigoro. La pandemia ha più che mai messo in luce la necessità di superare il cosiddetto “digital divide”, ossia il divario delle conoscenze e competenze informatiche tra vecchie e nuove generazioni, attraverso interventi e iniziative mirate, di coinvolgimento e partecipazione attiva della popolazione.

“L’individuazione di una delega specifica finalizzata ad accompagnare il processo di transizione digitale del nostro territorio è stata una scelta strategica, – ha sottolineato il sindaco Sabina Alice Zanardi durante la presentazione della Nuova Agenda Digitale del Comune di Codigoro – scelta che ho inserito nel programma elettorale della lista civica Codigoro 2030, nella quale credo fermamente. Il progetto che presentiamo, in linea con quell’indirizzo strategico, conferma e rafforza la volontà del Comune di Codigoro, di fornire alla popolazione sempre più strumenti a portata di click, per ottenere servizi, risposte, ma anche certificati, risparmiando ai cittadini code, telefonate, tempi di attesa, a cui la Pubblica Amministrazione, in passato, ci aveva abituato. La pandemia ha sicuramente costituito la molla, lo sprone per accelerare un processo di digitalizzazione che, nell’ultimo biennio, si è estrinsecato anche attraverso il rilascio di decine e decine di identità elettroniche, le cosiddette Spid, uno strumento sempre più richiesto e sempre più in uso anche da parte dei nostri cittadini, per accedere a molteplici servizi della Pubblica Amministrazione, a partire dalla consultazione e dalla gestione del fascicolo sanitario elettronico”.

Alla neoeletta consigliera comunale Alice Rossi, la più giovane e sedere tra i banchi dell’aula consiliare, il sindaco ha conferito la delega alla Città Smart e alla Nuova Agenda Digitale Comunale. A supportare il delicato e strategico compito affidato alla consigliera, durante i cinque anni di mandato, sarà il responsabile del Servizio informatico comunale, Marco Ronconi.

L’Agenda Digitale locale del Comune è un documento che definisce strategia, progetti e iniziative, in materia di transizione digitale, azioni che l’Amministrazione Comunale metterà in campo nel quinquennio 2022-2026. Per dare piena attuazione all’Agenda Digitale sarà avviato, appunto, un processo partecipativo, coordinato da Ronconi, che coinvolgerà istituti scolastici, Asp, Auser e associazioni di volontariato del territorio. L’obiettivo del percorso partecipativo consiste nel cogliere esigenze e bisogni della comunità in termini di competenze digitali.

Il progetto è stato candidato ai finanziamenti della Legge Regionale 15/2018, che ambisce a incentivare la partecipazione dei cittadini alle scelte della pubblica amministrazione, rafforzando il senso di cittadinanza attiva e di comunità.

Martedì 14 dicembre, alle ore 15.30, la Sala Riode Finessi del Municipio ospiterà un importante incontro, aperto al pubblico (ingresso consentito solo con Green Pass) di presentazione degli indirizzi strategici del progetto, anticipati alla stampa dalla consigliera comunale Alice Rossi. Sarà l’occasione per illustrare le attività del nuovo corso di alfabetizzazione digitale Pane & Internet, ma si parlerà anche di sicurezza informatica, di privacy e dei servizi digitali offerti dall’Amministrazione comunale.

“Le azioni che andremo a intraprendere – ha spiegato la consigliera comunale Alice Rossi – puntano a sviluppare le competenze digitali di giovani, adulti ed anziani e a co-progettare ambienti digitali di supporto della partecipazione dei cittadini. La transizione digitale è un’esigenza trasversale a tutti i settori dell’Amministrazione – ha aggiunto Alice Rossi – e non a caso nello staff di progetto sono coinvolti più servizi, da quello Informatico all’Urp, dalla Biblioteca ai Servizi Sociali”. Saranno sperimentate piafforme digitali quali Decidim, finalizzata alla creazione di ambienti che agevolano percorsi di partecipazione attiva, e Mediawiki, per la costruzione della memoria storica del territorio. La piattaforma consentirà ai partecipanti di gettare le basi per la creazione di Wikicodigoro, a partire dai racconti degli anziani, che rappresentano il patrimonio storico e identitario della comunità.

Il percorso rivolto ai giovani si propone di creare gli strumenti adatti alla formazione della cittadinanza digitale, quello rivolto agli adulti, invece, si prefigge l’obiettico di individuare soluzioni e interventi condivisi, tesi a superare il digital divide motivazionale, la cosiddetta ansia da tecnologia o tecnofobia. Verranno inoltre definite strategie partecipate di alfabetizzazione digitale della popolazione anziana, migliorando e approfondendo le loro competenze elettroniche, per utilizzare in modo sempre più massivo ed efficace i servizi pubblici digitali.

Il progetto, del costo complessivo di 18.080 euro, candidato ad un finanziamento regionale di 15mila euro, prenderà il via ai primi di gennaio e sarà attuato entro il mese di giugno 2022. Nel mese di luglio 2022 sarà poi approvato l’atto conclusivo, che andrà a istituire l’Agenda Digitale del Comune di Codigoro.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 17 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa