Lun 25 Ott 2021 - 610 visite
Stampa

Ferioli (Ausl): “Distribuzione capillare del 118 sul territorio aiuta la tempestività”

L'Azienda può contare su un equipaggio di nove ambulanze (più una in arrivo) e quattro automediche con l'ausilio delle associazioni di volontariato

di Davide Soattin

Nove ambulanze, quattro automediche e altri mezzi in convenzione con associazioni di volontariato come Voghiera Soccorso, Croce Rossa, Pubblica Assistenza Ferrarese e Sant’Agostino che servono a coprire i servizi aggiuntivi nell’emergenza.

Questa l’equipaggio su cui può contare il 118 di Ausl Ferrara, a cui “tra poco si aggiungerà un’altra ambulanza” dice il responsabile sanitario Flavio Ferioli, in modo da “permettere la distribuzione capillare delle risorse sul territorio, rispettando quelle che sono le tempistiche di intervento regionale”.

Il servizio, che è esteso lungo tutta la provincia, vede nello specifico quattro automediche con a bordo infermiere e medico dell’emergenza a Casumaro, Ferrara, Copparo e all’ospedale del Delta. A ciò si va ad aggiungere la presenza in un’ambulanza di medico più infermiere per l’ospedale di Argenta e zone limitrofe.

A Ferrara, invece, le associazioni di volontariato gestiscono i mezzi situati nella caserma dei vigili del fuoco, nel petrolchimico e nella sede della Croce Rossa. Così come a Cento, c’è un’autoambulanza 24 ore su 24 che staziona presso il nosocomio locale. Lo stesso succede a Bosco Mesola e nell’area dei Lidi Ferraresi.

“Durante il periodo pandemico acuto – conclude Ferioli – l’Ausl ha messo in campo tre ambulanze aggiuntive. Questo perché con il trasporto Covid c’è bisogno di una sanificazione che impegna tempo e sottrae il mezzo all’effettivo servizio. Queste tre supplivano a questa problematica. Ora ne abbiamo in servizio due perché si è limitato molto il trasporto di positivi, ma nonostante ciò il solo trasporto di pazienti Covid impone comunque di adottare tutte le precauzioni del caso”.




 

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 17 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa