Gio 13 Mag 2021 - 176 visite
Stampa

Nel Delta del Po la primavera è naturalmente slow

Fino al 20 giugno un ricchissimo programma di eventi, visite guidate ed escursioni in natura

Comacchio. Oltre cinque settimane di eventi immersi negli splendidi scenari del Delta del Po, tra escursioni in natura, esperienze di birdwatching, laboratori per i più piccoli e decine di eventi dedicati alla fotografia, all’enogastronomia, alle tradizioni e cultura, alla didattica ambientale. Tutti raccolti e approfonditi nella sezione dedicata del nuovo portale del Delta del Po https://deltadelpo.eu/it/primavera-slow

E’ la Primavera Slow, la manifestazione dedicata agli amanti della natura che, dopo lo stop forzato dello scorso anno, torna a vivere fino al prossimo 20 giugno all’interno del Parco del Delta del Po, Riserva Mab Unesco. Un ricchissimo programma di iniziative che toccherà tutti i comuni del Parco: da Rosolina a Goro, da Mesola a Comacchio, da Ravenna a Cervia, e dalla costa all’entroterra alla scoperta delle Valli di Argenta, Oasi di Bando, Vallette di Ostellato, fino ai territori della Bassa Romagna.

I modi per fruire delle bellezze del territorio sono davvero i più disparati. A piedi o in barca, in bicicletta o in trenino o ancora a cavallo, in sella ai magnifici esemplari Camargue. Una enorme ricchezza ambientale che si riflette anche nelle numerose specie animali e vegetali identificate all’interno del Parco: quasi 300 specie di uccelli, 50 specie di pesci, 10 specie di anfibi, 15 specie di rettili, 40 specie di mammiferi e più di 1000 specie vegetali.

Gli appuntamenti da segnare in agenda sono davvero tantissimi e ci sarà soltanto l’imbarazzo della scelta: dai più classici, come le escursioni in bicicletta alle Saline di Comacchio o di Cervia, ai più originali, come il bike&spritz al Castello di Mesola o la canoa lungo il torrente Bevano. Si potranno avvistare decine di uccelli attorno al vecchio faro di Goro o godersi un’esperienza bike&boat lungo il fiume Po; si potrà salire sull’eco shuttle scoprendo i segreti dell’Oasi di Campotto o vivere una tranquilla passeggiata all’interno della Penisola di Boscoforte, nella foresta allagata di Punte Alberete o ancora nell’antica Pineta di Classe, fonte di ispirazione dantesca.

E per chi al fascino della natura unisce quello dell’arte, non mancherà la possibilità di associare le bellezze naturalistiche del Delta all’incanto della cultura che contraddistingue questi territori, scoprendo le meraviglie di palazzi, monumenti e chiese che caratterizzano molti dei Comuni dell’area.

Il programma degli eventi è consultabile sul nuovo portale deltadelpo.eu oppure è possibile chiedere informazioni contattando telefonicamente l’ente promotore “Delta 2000” al numero 0533 57693/4.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa