Mer 20 Gen 2021 - 158 visite
Stampa

Sigaretta elettronica e aromi: di cosa si tratta?

Le sigarette elettroniche stanno riscuotendo un successo sempre più notevole sul mercato internazionale. Il tutto è più che comprensibile, in quanto a tali dispositivi, va riconosciuto il merito di aver rivoluzionato il modo di fumare.

Alla base delle sigarette elettroniche, ci sono gli aromi: sostanze che, mescolate ai liquidi, forniscono un preciso sapore, migliorando l’esperienza dello svapo. Col tempo, si è giunti persino alla possibilità di personalizzarli secondo i propri gusti: rendendo tale esperienza appagante e soddisfacente, si potrebbe persino giungere a non assumere più nicotina. Intanto, tra i diversi shop online, si consiglia di dare un’occhiata a Terpy, le cui proposte di aromi sigaretta elettronica online sono davvero valide a prezzi competitivi di mercato.

Cos’è una sigaretta elettronica? Come funziona?

Partendo dalle basi, una sigaretta elettronica è un semplice dispositivo realizzato per la prima volta in Cina, che garantisce un’esperienza alternativa per consumare del tabacco.

Nello specifico, il funzionamento di una e-cig consente di fumare senza bruciarlo, evitando cioè, quello che comunemente viene definito come processo di combustione.

Grazie alla presenza di una batteria, il dispositivo si accende. Dopodiché, la resistenza si occuperà di surriscaldare il liquido che, una volta pronto, viene trasformato in vapore. In tal caso, considerando anche la composizione dei liquidi e degli eventuali aromi inseriti, diventa chiaro che sono assenti tutte quelle sostanze nocive e persino cancerogene tipiche delle sigarette normali.

Stando a quanto riportato da uno studio olandese del 2018 e pubblicato da Tanvir Walele, tali dispositivi hanno incontrato il favore del mercato perché consentono di ridurre o eliminare il consumo di tabacco, senza esporre i consumatori a rischi elevati per la salute.

Sigarette elettroniche: composizione dei liquidi

Per poter approfondire il discorso legato alla scelta migliore tra sigaretta tradizionale e quella elettronica, è bene capire di cosa sono composti i liquidi che vengono inalati sotto forma di vapore.

In linea generale, presentano quasi sempre le medesime sostanze:

Glicerolo vegetale;

Glicole propilenico.

Tra i composti variabili, invece, ci sono: acqua distillata, aromi, e nicotina. Per quanto riguarda l’acqua, sarebbe sempre meglio inserirla in quantità minime, per fornire maggiore fluidità al liquido. Le basette di nicotina, invece, possono essere aggiunte liberamente se si acquistano liquidi fai da te, cioè quelli che richiedono una miscelazione prima di essere utilizzati. Allo stesso tempo, si potranno acquistare liquidi con dosi di nicotina ben specifiche, ma che non possono andare oltre l’1,6%.

Le sostanze imprescindibili per i liquidi sopracitate, generalmente possono considerarsi sicure. Difatti, trovano un vasto uso anche nell’industria alimentare e cinematografica. Di solito, si trovano in un rapporto direttamente proporzionale e risultano essenziali per dare la giusta densità al vapore, ma anche per mettere in risalto l’aroma scelto.

Tutto ciò non significa che sia stata certificata la totale assenza di componenti dannose per la salute, ma sicuramente svapare liquidi di qualità non prevede i medesimi danni irreversibili a cui, quotidianamente, il proprio organismo viene sottoposto.

Cosa sono gli aromi?

Gli aromi per le sigarette elettroniche sono quei composti che forniscono un preciso sapore al liquido. Tra i più acquistati, ci sono gli aromi concentrati organici al tabacco, di norma ricavati dalle foglie della pianta in questione.

Con una percentuale lieve o del tutto assente di nicotina, molti fumatori ritrovano il medesimo gusto assaporato fumando una sigaretta tradizionale, sopperendo all’eventuale trauma causato da un distacco totale dal tabacco. Più precisamente, adoperandosi gradualmente, si potrà giungere ad eliminare la nicotina dalla propria vita, senza sottoporsi a sforzi enormi per contrastare la voglia di fumare.

In effetti, sembra che le sigarette elettroniche, grazie a precisi aromi, riescano ad agire positivamente sui consumatori, inducendoli a smettere di fumare. Naturalmente, non è una garanzia: c’è bisogno anche di impegnarsi e di restare costanti nel tempo.

Gli aromi vengono suddivisi in due categorie: organici e artificiali. Nel primo caso, si tratta di prodotti che vengono direttamente estratti dal prodotto principale. Nel caso di aromi sintetici, si tratta di composti realizzati nei laboratori, il cui sapore riprodotto è meno fedele dell’originale.

Una considerazione molto importante che potrebbe definirne una scelta riguarda la resistenza: utilizzare aromi naturali, cioè organici, richiede una sostituzione più frequente di tale componente. Anche se, in termini economici, sembrano molto meno dispendiosi di quelli artificiali. Come contro, è bene sapere che le proposte di mercato sono più ampie tra gli aromi sintetici: non provenendo da prodotti naturale, possono richiamare i gusti più impensabili.

Probabilmente la parte migliore di possedere una sigaretta elettronica è poter acquistare dei liquidi fai da te, da cui creare aromi del tutto personali e sempre originali. Le precisazioni circa le quantità e le sostanze da mescolare vengono riportate sulla confezione, in modo da non commettere errori che potrebbero rovinare il funzionamento della sigaretta elettronica.

Sigaretta elettronica ed aromi: opinioni conclusive

Gli aromi variano da sapori basic a quelli più inaspettati, come quello del proprio energy drink preferito, o per assaporare, mentre si fuma, le note dolci del caramello o del cioccolato bianco. In qualsiasi caso, è sempre bene verificarne la qualità e le sostanze inserite per prevenire spiacevoli soprese.

Dopo tutte queste considerazioni, è naturale che le sigarette elettroniche possano ottenere un consenso maggiore rispetto a quelle normali, perché non incidono sul proprio benessere e su quello altrui in maniera negativa come il consumo di tabacco dovuto al tradizionale processo di combustione.

Messaggio pubbliredazionale

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 17 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati non sempre è sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa