Sab 21 Nov 2020 - 257 visite
Stampa

Cucine e turismo

Quando vedi arrivare verso le due del pomeriggio sul posto di lavoro due anziani signori (i titolari dell’attività di ristorazione)  sulla ottantina, molto affaticati,  con i sacchetti di plastica che contengono il pranzo che hai ordinato in una trattoria che fa il “domicilio”, ti fai della domande: la prima è se sia giusto che ciò accada, poi cosa succederà nel 2021 se non ripartiranno cucine e turismo, che sono eccellenze italiane e che contribuiscono per il 13 per cento al PIL.

Ci sono decine di migliaia di posti di lavoro a rischio(60.000 sono nel comparto accoglienza turistica montana) .Quanti ristori dovremo fare? Quante “casse” dovremo concedere? Quanti Btp “futura” dovremo vendere? Speriamo bene.

Lettera firmata

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa