Lun 26 Ott 2020 - 2957 visite
Stampa

Covid a Ferrara: 58 nuovi positivi. Chiusa una sezione dell’asilo ‘Mongolfiera’ di Cassana

L'aggiornamento della pandemia in provincia e in regione. Alto il rapporto tra infetti e tamponi refertati: 37,9%

L’ultimo aggiornamento sulla situazione dellepidemia da coronavirus in provincia di Ferrara parla di 58 nuovi positivi e fortunatamente nessun decesso.

Dei 58 positivi 32 sono asintomatici: 7 casi provengono da focolai già noti, 51 da casi sporadici, mentre vi sono 2 casi importati dall’estero. Sono stati individuati sulla base di appena 153 tamponi refertati, il che significa che la percentuale dei positivi rispetto ai tamponi analizzati è molto alta, addirittura un 37,9%. Le persone infettate sono in gran parte residenti nel Comune di Ferrara (35), oltre che a Comacchio (5), Bondeno (4), Codigoro (2), Copparo (2), Ostellato (2), Portomaggiore (2), Fiscaglia (1), Lagosanto (1), Poggio Renatico (1), Riva del Po (1), Voghiera (1) e 1 da fuori provincia.

Un caso di positività è stato accertato alla sezione ‘Giovannino’ della scuola d’infanzia comunale’La Mongolfiera’ di Cassana e l’Istituzione Servizi Educativi, Scolastici e per le Famiglie del Comune di Ferrara ha provveduto alla sua chiusura. All’interno della scuola è già stata effettuata la sanificazione degli spazi interessati, come da procedura prevista. Inoltre, verranno ora applicate e monitorate dalle autorità sanitarie tutte le azioni previste dal protocollo sanitario (test e periodo di osservazione in quarantena) per i componenti della sezione interessata, che comprende 25 bambini, 3 insegnanti e 2 ausiliarie. La sezione resterà chiusa fino agli esiti negativi dei tamponi che sono in corso di esecuzione. Le altre due sezioni presenti proseguiranno l’attività regolarmente.

L’età media dei nuovi positivi è di 43,2 anni. Il totale dei casi di positività dall’inizio della pandemia sale a 2.240, di cui 61 residenti fuori provincia. Vi sono anche 11 persone dichiarate clinicamente guarite dopo l’esito negativo di due tamposi successivi.

Sul fronte dei ricoveri, all’ospedale di Cona se ne registrano altri 3, tutte persone positive (2 di Ferrara e 1 proveniente da fuori provincia). Attualmente a Cona i ricoverati nei reparti Covid sono 64 su 74 posti letto disponibili (6 sono in terapia intensiva), mentre all’ospedale del Delta i ricoverati sono 33 su 59 posti letto, dunque vi è ancora una capacità residua di 26 posti. Nell’ultime ore vi è stato 1 solo paziente dimesso a Cona.

Altre 52 persone sono entrate in isolamento domiciliare per essere state in contatto con persone positive e nessuna in sorveglianza telefonica. Da isolamento e sorveglianza ne sono però uscite ben 169.

Per quanto riguarda il personale sanitario, attualmente all’Azienda Usl di Ferrara risulta 1 dipendente positivo, mentre all’Azienda Ospedaliero-Universitaria Sant’Anna i dipendenti positivi sono ora 10.

LA SITUAZIONE IN EMILIA ROMAGNA

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 47.877 casi di positività, 1.146 in più, su un totale di 12.083 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore, che giungono così a quota 1.488.534.Dei nuovi positivi, sono 668 gli asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali.

Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: complessivamente, tra i nuovi positivi 222 persone erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone e 302 sono state individuate nell’ambito di focolai già noti.

L’età media dei nuovi positivi è 43,2 anni.

Sui 668 asintomatici, 318 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 40 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 9 per screening sierologico, 12 con i test pre-ricovero. Per 289 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

La provincia con più contagi è quella di Bologna (267), a seguire Reggio Emilia e Modena (entrambe con 151 nuovi casi), Piacenza (121), Parma (105), Rimini (106) e Ravenna (87). Poi la provincia di Ferrara (58), quindi Forlì (43), Cesena (38) e il circondario imolese (19).

I tamponi effettuati sono stati 12.083, per un totale di 1.488.534. A questi si aggiungono anche 2.198 test sierologici.

I casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, a oggi sono 15.769 (944 in più). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 14.860 (+880), il 94,2% dei casi attivi.

Purtroppo, si registrano 3 nuovi decessi: 1 in provincia di Parma (una donna di 95 anni), 2 in provincia di Modena (due uomini, di 78 e 84 anni). Dall’inizio della pandemia, in Emilia-Romagna i decessi sono stati complessivamente 4.564.

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 93 (+5), quelli in altri reparti Covid816 (+59). Sul territorio, le 93 persone ricoverate in terapia intensiva sono così distribuite: 7 a Piacenza (+1), 13 a Parma (+1), 5 a Reggio Emilia (+1),  6 a Modena (-1), 39 a Bologna (+3), 2 a Imola (invariato ), 5 a Ferrara (invariato), 4 a Ravenna (invariato), 3 a Forlì (+1), 2 a Cesena (invariato) e 7 a Rimini (-1).

Le persone complessivamente guarite salgono a 27.544 (+199).

Questi i nuovi casi di positività sul territorio, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 6.374 a Piacenza (+121, di cui 22 sintomatici), 5.239 a Parma (+105, di cui 57 sintomatici), 7.445 a Reggio Emilia (+151, di cui 98 sintomatici), 6.520 a Modena (+151, di cui 21 sintomatici), 9.115 a Bologna (+267, di cui 76 sintomatici), 874 casi a Imola (+19, di cui 13 sintomatici), 2.245 a Ferrara (+58, di cui 26 sintomatici); 2.461 a Ravenna (+87, di cui 53 sintomatici), 2.092 a Forlì (+43, di cui 29 sintomatici), 1.587 a Cesena (+38, di cui 28 sintomatici) e 3.925 a Rimini (+106, di cui 55 sintomatici).

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa