Dom 18 Ott 2020 - 143 visite
Stampa

“Palpebra”. La riflessione sul tempo del CollettivO CineticO alla Sala della Musica

Esibizione site specific parte del Festival di danza contemporanea promosso dalla Fondazione Teatro Comunale

Foto di Daniele Zappi

Al Festival di danza contemporanea arriva “Palpebra”, parte della ricerca “Esercizi di pornografia vegetale”, prima site specific del CollettivO CineticO che si terrà lunedì 19, per proseguire con le repliche di martedì 20 e mercoledì 21 ottobre sempre alle 18 e alle ore 21, alla Sala della Musica in via Boccaleone 19, Ferrara.

Avviato venerdì 9 ottobre con il successo di Don Juan di Aterballetto (prima assoluta a Ferrara con coreografie a cura di Johan Inger), il Festival di danza contemporanea promosso dalla Fondazione Teatro Comunale di Ferrara esce dagli spazi del teatro di corso Martiri della Libertà per la performance site-specific proposta da CollettivO CineticO.

La riflessione di CollettivO CineticO sul tempo prosegue con un’indagine filosofica e fisica sulla trasposizione di condizioni proprie del mondo vegetale. Palpebra, infatti, è un ulteriore tappa della ricerca intorno a questo suggestivo parte di universo. Il gruppo di performer, capitanati dalla coreografa Francesca Pennini, pone la propria riflessione artistica sulla luce e sul suono, tenendo conto dei tempi ‘altri’ propri del mondo vegetale. Immobilità percepita, mondo fermo che fermo non è, un’umanità sempre più distante dalle caratteristiche sia del mondo animale che da quello vegetale sono alcuni dei fili che tessono l’analisi di CollettivO CineticO. Palpebra catturerà in scena, nella Sala della Musica, tutto quello che l’occhio uomo crede di non scattare.

“La dimensione vegetale è criptata sotto la pelle degli abitanti della scena in uno slittamento di parametri, un radicale e silenzioso scivolamento del punto di vista, un fuori-fuoco dell’antropocentrismo, una gentile distorsione del patto contemplativo che sposta la fruizione di qualche diottria – spiega Pennini – Suono e luce diventano soggetti fondamentali della chimica scenica in un rito percettivo di trasformazione dei corpi, un passaggio di stato della carne, mescolanza tra fasi di esistenza diverse. Il suono viene trattato come se fosse materiale coreografico, secrezione corporea”.

Palpebra per CollettivO CineticO è un “invito a uno sguardo tattile, a un’immersione in silenzi ad alto volume”, un indovinare “chi resisterà più lungo nel tempo dei corpi immobili, lì dove la velocità della trasformazione supera quella dello spostamento”.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi