Sab 26 Set 2020 - 437 visite
Stampa

Festival Riaperture: dopo oltre 10 anni riapre temporaneamente San Paolo

E' una delle novità dell'edizione 2020. Lavori entro l'estate 2021, l'intervento di 550 giorni per 3,8 milioni di euro

Riapre temporaneamente le porte per fotografi e appassionati la chiesa di San Paolo, antica parrocchia della corte estense chiusa da almeno dieci anni.

L’edificio, nella sua storia, è crollato quasi interamente a seguito del violento terremoto del 1570 ed è stato lievemente lesionato anche dalle scosse del 2012. San Paolo sarà al centro di un intervento di restauro e rafforzamento locale: l’apertura del cantiere è prevista per fine primavera-inizio estate del prossimo anno. I lavori dureranno 550 giorni circa.

La chiesa è visitabile al pubblico questo fine settimana (25/26/27 settembre) e il prossimo (2/3/4 ottobre), nell’ambito del festival “Riaperture”, che da quattro anni consente a fotografi e appassionati di entrare in luoghi solitamente chiusi.

Quest’anno la rassegna è dedicata al tema “Errante”.

Nel complesso, con San Paolo, sono sei i luoghi dedicati in questo doppio week end e che ospiteranno anche mostre di celebri fotografi: la caserma e la cavallerizza ‘Pozzuolo del Friuli’, palazzo Zanardi, altra novità di questa edizione, l’ex chiesa di San Giuliano. Apre i battenti al pubblico anche Factory Grisù, in via Poledrelli.

“Siamo riusciti a confermare la manifestazione, posticipandola. E questa – dice il fondatore di Riaperture Giacomo Brini – è la prima bella notizia. La seconda è che il festival ha sempre più un carattere internazionale, con sei mostre di autori stranieri. Quanto ai luoghi: le grandi novità sono San Paolo e Zanardi che, unitamente agli altri luoghi, compongono un’offerta molto ampia ed efficace sia dal punto di vista dei temi che dei luoghi”.

“L’evento di riaperture – dice l’assessore Marco Gulinelli – ha consentito e consentirà di tornare ad ammirare una chiesa che vogliamo che sia restituita alla città, rispettando l’aspetto originario e migliorando il grado di conservazione. Uno spazio importante per Ferrara”. “I lavori di consolidamento e riqualificazione della chiesa – di proprietà della parrocchia – avranno come stazione appaltante il Comune di Ferrara – spiega l’assessore Andrea Maggi – e, per il via, siamo in attesa di un parere finale da parte della Regione Emilia-Romagna. Si tratta di un intervento rilevante, sia per il valore storico-religioso della chiesa, sia sotto l’aspetto economico, parliamo infatti di uno stanziamento di 3,8 milioni di euro, finanziati per 3milioni con i fondi del Ducato Estense e per 800mila euro con fondi post sisma. Una volta che saranno completati i lavori, l’intero comparto monumentale di San Paolo sarà totalmente riqualificato: il chiostro maggiore è infatti già stato interessato da interventi ed è già fruibile, quello minore è in fase di ultimazione, per un importo complessivo di 2,3 milioni di euro”.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi