Mer 16 Set 2020 - 1840 visite
Stampa

A Vigarano si dimettono tre consiglieri di opposizione: “Paron a casa, ora commissario prefettizio”

Dopo l'uscita di quattro esponenti Pd lasciano il consiglio anche Davide Bergamini (Lega), Mauro Zanella e Luigi Balestra (Fdi)

La presidente della Provincia e sindaco di Vigarano, Barbara Paron

Vigarano Mainarda. E’ un terremoto politico quello che sta investendo il Comune di Vigarano. Nella mattinata odierna, infatti, altri tre esponenti dell’opposizione (i consiglieri comunali Davide Bergamini della Lega, Mauro Zanella e Luigi Balestra di Fdi) hanno rassegnato le dimissioni dopo quelle già formalizzate di quattro esponenti del Pd (gli assessori Agnese De Michele ed Elena Zoboli e i consiglieri Mariasole Orsini, capogruppo, e Barbara Chiodi).

I tre dimissionari sostengono che “con questo atto che porta a quota sette (su 12) i consiglieri dimissionari del Comune di Vigarano verrà a mancare il numero legale in consiglio”, dunque “la giunta guidata da Barbara Paron (anche presidente della Provincia di Ferrara) secondo prassi dovrebbe terminare anzitempo il mandato e il sindaco dovrebbe essere sostituito da un commissario prefettizio fino a nuove elezioni”.

Si consuma dunque l’ennesimo atto contro l’operato della Paron, con un gesto che rimbalza fino a Ferrara e induce anche il sindaco leghista Alan Fabbri a intervenire parlando di “irresponsabilità del centrosinistra” per la “crisi istituzionale da loro innescata proprio nel momento in cui le istituzioni dovrebbero essere unite per fronteggiare sfide comuni, in primis: la crisi innescata dal Covid, l’apertura delle scuole, il rilancio del territorio, la partita infrastrutturale”. “C’è da ricostruire una provincia gravata, come altre, dai pesanti effetti del lockdown – dichiara Fabbri – e il centrosinistra pensa a fare la lotta al proprio interno, sfiduciando un sindaco che è anche presidente della Provincia e rendendosi perciò responsabile di un vuoto istituzionale al vertice dell’ente. Un segno di grave indifferenza rispetto all’unica questione che deve essere prioritaria: il bene del territorio ferrarese”. Fabbri rinnova quindi il proprio appello al centrosinistra: “Gli interessi di partito non prendano il sopravvento sul bene pubblico. Abbiamo bisogno di essere uniti e di fare squadra. L’ho detto e torno a sottolinearlo con forza: sono pronto a mettere da parte le divergenze politiche – e le offese ricevute in passato dalla stessa presidente Paron – e sono pronto a costruire, con tutti, le migliori scelte per il bene dei ferraresi e del nostro territorio”.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi