Sab 8 Ago 2020 - 63 visite
Stampa

Delizia di Benvignante, un nuovo piano per renderla accessibile

Parte la fase due dei lavori, un ulteriore investimento da 900 mila euro che permetterà di poterla vivere e visitare

Argenta. I lavori di ripristino della Delizia di Benvignante sono terminati, 350 mila euro, provenienti dalla regione Emilia-Romagna che hanno permesso di stabilizzare la struttura danneggiata dal sisma del 2012.

Da oggi, dunque, parte la fase due dei lavori, un ulteriore investimento da 900 mila euro che permetterà di fare quel passo in più per poter godere compiutamente della Delizia, viverla e di visitarla. Nel 2000 la Delizia di Benvignante è stata dichiarata dall’Unesco patrimonio dell’umanità e dal 2016
rientra nel progetto Ducato Estense, incluso nel Piano Cultura e Turismo del Ministero che finanzia con 70 milioni di euro la realizzazione di interventi strutturali per il restauro dei beni architettonici estensi e la promozione del territorio legato alla Casa D’Este e alla sua eredità.

“Il nostro Comune – spiega l’assessore ai Lavori Pubblici, Luca Simoni – è destinatario di un contributo di 900.000 euro che abbiamo deciso di destinare alla realizzazione di interventi per rendere la Delizia accessibile al pubblico, in sicurezza. Tre gli obiettivi principali del nuovo progetto: aumentare l’accessibilità alla Delizia con la sistemazione delle aree esterna e interna, e nell’ambito di quest’ultima in particolare del piano nobile e del torrione che verranno destinati all’apertura del pubblico. I locali saranno resi funzionali ai visitatori, con il rifacimento degli impianti di illuminazione, idraulico e di antincendio, oltre che dei servizi igienici. A maggio abbiamo dunque approvato in giunta il progetto preliminare per la realizzazione di tutto questo, un progetto che ora è al vaglio della Soprintendenza dei beni culturali. Il nostro obiettivo è proseguire con la progettazione e partire con i lavori il prima possibile per poter consentire l’apertura al  pubblico in condizioni di sicurezza e quindi poter presto utilizzare la Delizia, in accordo con l’associazionismo che ha sempre tenuto la luce accesa nella struttura, e utilizzarla per visite, eventi, manifestazioni e mostre temporanee”.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi