Ven 24 Lug 2020 - 35 visite
Stampa

Il Comune azzera le tariffe per il centro estivo al nido ‘l’Olmo’

L'Amministrazione di Portomaggiore va incontro alle famiglie per il mese di luglio

(foto di archivio)

Portomaggiore. L’Amministrazione comunale di Portomaggiore nelle scorse settimane ha attivato un servizio estivo di 4 settimane per i bambini frequentanti il Nido d’Infanzia Comunale l’Olmo.

Il centro estivo, nonostante le difficoltà del momento, è stato organizzato nel pieno rispetto del Protocollo regionale per l’avvio di attività estive specificamente dedicate a bambine e bambini dai 9 ai 36 mesi di età in relazione all’emergenza epidemiologica Covid-19 e in continuità con la proposta educativa dell’anno 2019/2020, pur con i necessari aggiustamenti dovuti alla situazione emergenziale sanitaria in atto.

Il servizio accoglie a tempo pieno per 4 settimane, dal 6 al 31 luglio, i bambini già frequentanti la struttura nell’anno educativo 2019/2020 che hanno dimostrato interesse alla sua realizzazione, a seguito di una indagine conoscitiva condotta nelle scorse settimane dall’ente.

Compito dell’Amministrazione comunale è stato quello di andare incontro alle esigenze delle famiglie in questa emergenza contingente sostenendo l’accesso ai servizi che favoriscono la conciliazione vita lavoro nel periodo di sospensione estiva delle attività educative e al contempo qualificare e ampliare le opportunità di apprendimento e integrazione rivolte ai bambini fin dalla tenera età.

“Per quanto possibile rispetto alle nostre disponibilità di bilancio – spiega l’Amministrazione – abbiamo attivato il servizio estivo nel nostro nido comunale e nella Giunta del 21 luglio abbiamo deciso di azzerare il pagamento delle tariffe per le famiglie che stanno frequentando il centro in queste settimane. L’emergenza epidemiologica da Covid-19 – conclude – che ha determinato la chiusura dei servizi educativi nel corso dell’anno scolastico 2019/2020, a partire dal 24 febbraio, ha reso ancora più fragili le giovani generazioni e le famiglie con figli che hanno dovuto sostenere spese impreviste e hanno spesso sopportato mancati guadagni, e per dare un segnale alle famiglie della nostra comunità abbiamo deciso l’azzeramento delle tariffe”.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi