Mar 14 Lug 2020 - 469 visite
Stampa

Chiude la storica ferramenta “Mi g’ho tut”

San Biagio perde un suo storico negozio, Gianni Foschini e il figlio cessano l'attività

di Giada Magnani

San Biagio. Un’attività durata circa 70 anni: suddivisa in due gestioni. La prima della famiglia Guidi, che l’ha aperta nel dopoguerra e poi ceduta per trasferirsi a San Marino e aprire un negozio di souvenirs. La seconda di Giovanni Foschini detto “Gianni”, che l’ha acquisita appunto dai Guidi nel lontano 1967.

Parliamo della storica “Ferramenta” di San Biagio, l’esercizio di via Amendola che ha chiuso i battenti. Il suo ultimo titolare, Gianni appunto, che residente a Consandolo, raggiunta l’eta pensionabile ed oltre, l’ha poi tramandata al figlio Cristin, è conosciuto ovunque per il suo modo di farsi una pubblicità spicciola: “Mi g’ho tut” ha sempre detto, volendo così significare che, tradotto dal lessico dialettale alla lingua italiana, nel suo locale c’era di tutto, tutto ciò che si cercava.

Non mancava niente insomma: dai prodotti per il giardinaggio alle vernici; dalle attrezzature da officina agli strumenti per il lavoro, da banco, di falegnameria, idraulici, elettrici, ed anche per manutenzioni edili. Quindi dalla minuteria più sofisticata a quella più comune, con una vasta gamma di articoli da regalo, per la casa, la cucina, suppellettili, lampadari, materiali di ogni genere.

Era dunque un punto di riferimento per la vendita di oggetti e strumenti di varie tipologie ed uso. Ma che i tempi della concorrenza globale, i nuovi mercati, la burocrazia e anche altre ragioni, hanno consigliato di abbassare la serranda, e cessare quindi l’attività, come sta scritto, a caratteri cubitali, sulla saracinesca: cosa avvenuta in questi giorni, dopo un periodo di sconti e liquidazioni della merce in magazzino.

Un altro servizio commerciale del paese, ma di importante rilevanza anche per l’intero territorio comunale di Argenta, che dunque lascia e se ne va, salutando l’affezionata clientela.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi