Sab 11 Lug 2020 - 31 visite
Stampa

Tavassi (Gruppo Misto) presenta un odg contro l’omotransfobia

Il documento si dichiara in pieno appoggio al Ddl 569 presentato in Commissione Giustizia dal deputato Alessandro Zan (Pd)

Giovanni Tavassi

Giovanni Tavassi

Portomaggiore. Un ordine del giorno contro le discriminazioni e le violenze determinate dall’orientamento sessuale o dall’identità di genere. A presentarlo a Portomaggiore è il capo gruppo del Gruppo Misto, Giovanni Tavassi, che vorrebbe in questo modo impegnare l’intero Consiglio comunale a esercitare la Legge Regionale Emilia Romagna n. 15 del 01 agosto 2019 “Contro le discriminazioni e le violenze determinate dall’orientamento sessuale o dall’identità di genere”, nonché ad aderire, “come ha fatto la regione Emilia Romagna e tanti Comuni, alla Rete nazionale delle pubbliche amministrazioni antidiscriminazioni per orientamento sessualee identità di genere”.

Non solo, perché l’odg presentato da Tavassi, se approvato, impegnerebbe lo stesso Consiglio comujnale a “sollecitare il legislatore ad agire come dettato dal Parlamento Europeo con Risoluzione del 18 gennaio 2006 sul fenomeno dilagante dell’omofobia in Europa”, auspicando “che la legge presentata il 17 giugno 2020, in Commissione Giustizia, faccia un decorso verso la sua approvazione”. Lo stesso odg dovrebbe poi essere trasmesso al presidente della Camera dei Deputati e alla Presidente del Senato della Repubblica “affinchè si giunga all’adozione di norme volte a promuovere la piena parità delle persone omosessuali, bisessuali e transessuali” e inviato anche alla regione Emilia Romagna e ai Comuni facenti parte dell’Unione Valli e Delizie.

Si tratta di un documen to, quello presentato da Tavassi, che vuole dare appoggio al Ddl 569 presentato in Commissione Giustizia dal deputato Alessandro Zan (Pd) il 17 giugno come primo firmatario. “Se il testo entrasse in vigore – si legge nell’odg – verrebbero modificati gli artt. 604-bis e 604-ter del Codice penale che riguardano reati di violenza e discriminazione, introducendo una specifica fattispecie per i comportamenti discriminatori motivati dall’orientamento sessuale o d’identità di genere, mettendo sullo stessopiano la discriminazione per orientamento sessuale a quello razziale”.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi