Mer 1 Lug 2020 - 24 visite
Stampa

Candidato all’assegnazione di fondi statali il progetto educativo ‘Make in Fe’

L'iniziativa punta a favorire la ripresa sul territorio delle attività per bambini e ragazzi fortemente penalizzate dall'emergenza sanitaria da Covid-19

Sono rivolte a ragazzi fra gli 8 e i 14 anni le attività ricreative ed educative al centro del progetto ‘Make in Fe’ che il Comune di Ferrara candiderà all’assegnazione dei finanziamenti del Bando EduCare, promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri attraverso il Dipartimento per le Politiche della Famiglia.

In linea con gli obiettivi del bando, il progetto, ideato in partenariato con il Laboratorio Aperto di Ferrara, punta a favorire la ripresa sul territorio delle attività educative, ludiche e ricreative per bambini e ragazzi, fortemente penalizzate dall’emergenza sanitaria da Covid-19.

Scopo di ‘Make in Fe’ è infatti il coinvolgimento dei ragazzi del territorio di Ferrara e provincia in percorsi ludico-educativi mirati a coniugare la conoscenza e la valorizzazione del patrimonio culturale e artistico locale all’acquisizione di competenze nell’ambito del digitale e delle nuove tecnologie. Attenzione particolare sarà rivolta al territorio della provincia di Ferrara e delle frazioni, che diventeranno i luoghi da visitare e scoprire per i ragazzi, creando una nuova linea di continuità con il centro storico, sede del Laboratorio Aperto ex Teatro Verdi, dove si svolgerà l’attività laboratoriale di carattere tecnologico. Oggetto dei percorsi educativi sarà quindi il patrimonio materiale e immateriale delle frazioni e della provincia, per favorire la scoperta del territorio, oltre i luoghi “classici” della città di Ferrara.

Le attività saranno rivolte a due diverse fasce d’età: 8-11 anni e 11-14 anni e vedranno coinvolti gruppi di massimo 10 ragazzi. Due le formule previste, per venire incontro alle diverse esigenze dei ragazzi e delle famiglie: due pomeriggi infrasettimanali come attività pomeridiana o un’attività completa durante il sabato. L’obiettivo è il coinvolgimento di circa 500 bambini, con un’attenzione particolare ai residenti delle frazioni e della provincia. Per la realizzazione delle attività progettuali il Laboratorio Aperto si avvarrà della Cooperativa Sociale Cidas e il finanziamento che sarà richiesto con la candidatura al Bando EduCare sarà di circa 150mila euro.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. <a target="_blank" href="https://www.iubenda.com/privacy-policy/34911805">Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy</a>.

Chiudi