Mar 30 Giu 2020 - 2869 visite
Stampa

Strage di Vigarano, il conducente condannato a 4 anni per la morte degli amici

Il tribunale di Ferrara si è espresso sull'omicidio stradale plurimo. L'auto andava troppo veloce e lui aveva bevuto oltre il limite

Le vittime Giulio Nali, Miriam Berselli e Manuel Signorini (foto da Facebook)

Il tribunale di Ferrara lo ha condannato a 4 anni per la morte dei suoi tre amici. Enrico Felloni era accusato di omicidio stradale plurimo per la cosiddetta “strage di Viragano”.

La notte tra venerdì 27 e sabato 28 settembre, verso le 2 di notte, in via Cento, all’altezza del mobilificio Dondi, l’auto che guidava Felloni, una Mazda 3 bianca, che procedeva in direzione Ferrara, si schiantò contro un platano a bordo strada.

I tre passeggeri, amici e colleghi di lavoro del conducente all’ipermercato Tosano, che tornavano da una serata in discoteca, morirono sul colpo.

Su quel ciglio di strada persero la vita Miriam Berselli, 21 anni, di Ferrara, Giulio Nali, 28 anni, residente a Occhiobello e Manuel Signorini, 23 anni, di Salara, in provincia di Rovigo.

SI salvò solo lui, Enrico Felloni, 24enne ferrarese, che rimediò ferite non gravi. Ma gli accertamenti tossicologici mostreranno un tasso alcolemico di molto superiore al limite imposto dalla legge: 1,30 grammi per litro, contro gli 0,5 massimi consentiti.

Per quella tragedia il giovane è finito a processo e, dopo la ricostruzione della dinamica affidata a consulenti e periti, il pm Ombretta Volta ha chiesto e ottenuto la condanna a 4 anni, la pena minima prevista dal codice. A questo si aggiunge la velocità con cui correva l’auto, come ricostruita dalle consulenze in aula: 93 km/h anziché 50.

Ora Felloni, difeso dall’avvocato Carlo Bergamasco, inizierà a scontare la pena, ma fuori dal carcere. Avrà l’obbligo di firma e di dimora e potrà recarsi al lavoro negli orari stabiliti dal tribunale di sorveglianza, che potrà anche affidare il 24enne a lavori di pubblica utilità.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. <a target="_blank" href="https://www.iubenda.com/privacy-policy/34911805">Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy</a>.

Chiudi