Lun 29 Giu 2020 - 307 visite
Stampa

Lo “sbirro anarchico” torna in libreria in ricordo di Aldro

‘Nero ferrarese’ è il nuovo libero della saga di Pietro Malatesta ideata dallo scrittore Lorenzo Mazzoni

Lo scrittore Lorenzo Mazzoni riporta in libreria il suo personaggio più celebre: Pietro Malatesta, lo “sbirro anarchico”, protagonista di ‘Nero ferrarese’, il nuovo libro pubblicato da Pessime Idee Edizioni.

Nero ferrarese vede Malatesta alle prese con l’omicidio di un ragazzo appartenente all’estrema destra, freddato con tre colpi di pistola mentre era ‘infrattato’, in una notte d’estate, nei pressi della Casa del Boia. L’omicidio viene rivendicato dagli Spontaneisti Armati Combattenti, un gruppo che si rifà, tristemente, alle gesta dei Nar di fine anni Settanta.

Il romanzo è ambientato due anni dopo l’omicidio di Federico Aldrovandi, alla cui memoria il libro è dedicato, e seppur della vicenda si parli in secondo piano, la figura stessa di Malatesta è un modo per tributare uno status quo di sentire e di pensare di una cittadinanza che rivendicava (e rivendica) una ferraresità molto diversa da quella che, inizialmente, veniva pompata da certi ambienti malati di violenza endemica.

La storia vede una Ferrara che quasi non c’è più: la Lega è marginale sulla scena politica locale, la Spal (onnipresente in tutti i romanzi di Mazzoni dedicati a Malatesta) naviga in cattive acque; contrapposta all’immutabile città: zanzare, biciclette, bar di disperati lontani anni luce dalla vetrina del centro, zona Gad. E poi Ma’, l’anziana che fuma erba come se non ci fosse un domani, Reinalter, l’islamista nostrano che non parla l’arabo, giovani musicisti punk, giovani universitari, i mercoledì davanti a Settimo, pistolettate, attentati, azione, nebbia e malinconia.

Un libro che trasuda ferraresità, che ha il coraggio di rivendicare un’appartenenza politica, ma non partitica, e che rilancia il noir nostrano in una dimensione originale e unica.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. <a target="_blank" href="https://www.iubenda.com/privacy-policy/34911805">Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy</a>.

Chiudi