Mer 10 Giu 2020 - 131 visite
Stampa

Regione. L’aula approva il Programma di mandato di Bonaccini

Rafforzamento del sistema sanitario, lavoro, scuola ed economia sostenibile al centro della legislatura

L’aula ha approvato la risoluzione della maggioranza – sottoscritta da Marcella Zappaterra (Pd), Igor Taruffi (ER Coraggiosa), Giulia Pigoni (lista Bonaccini) e Silvia Zamboni (Europa Verde) – che richiama le priorità del programma di mandato del presidente Bonaccini. Hanno votato a favore Pd, ER Coraggiosa, lista Bonaccini ed Europa Verde mentre hanno espresso voto contrario Lega, Fdi, M5s, Fi, lista Borgonzoni e Gibertoni (Misto).

I punti salienti del programma di governo richiamati nell’atto d’indirizzo sono: il rafforzamento del sistema sanitario grazie a investimenti in infrastrutture, tecnologie, personale e servizi; la ripartenza della scuola e del sistema educativo e formativo come volano dell’economia; la sostenibilità economica, sociale e ambientale; un nuovo Patto per il lavoro e per il clima e uno per la semplificazione e sburocratizzazione; il sostegno del settore agricolo; il superamento del digital divide e la sfida ai cambiamenti climatici.

Approvata anche la risoluzione di Giulia Pigoni e Stefania Bondavalli (Lista Bonaccini) di intervenire a sostegno della natalità con strumenti di detrazione e defiscalizzazione per i futuri genitori e con strumenti di conciliazione per garantire continuità lavorativa alle donne.

Respinta, invece, la risoluzione del Carroccio che chiedeva di riferire con cadenza periodica all’assemblea gli esiti del negoziato con il governo sul tema dell’autonomia. Fra le richieste (respinte) della Lega anche quella di ricostituire una nuova delegazione della Regione Emilia-Romagna con un rappresentante dell’assemblea a garanzia del coinvolgimento delle opposizioni e di trasmettere, sempre all’assemblea, lo schema di intesa con il governo prima della sua sottoscrizione.

Respinta anche la risoluzione di Silvia Piccinini (Movimento 5 stelle) che chiedeva di orientare l’intera programmazione verso scelte di sostenibilità ambientale in chiave economico-occupazionale, sostenere la mobilità elettrica, la qualificazione dei Centri per l’impiego e il rafforzamento degli strumenti di analisi per la valutazione delle politiche pubbliche da parte dell’Assemblea.

No anche alla risoluzione di Fratelli d’Italia (Marco Lisei, Tagliaferri Giancarlo e Barcaiuolo Michele) sul tema della semplificazione amministrativa e su misure chiare e trasparenti nelle politiche dell’Assemblea riguardo a provvedimenti, risultati e uso dei fondi pubblici.

Voto contrario, infine, anche la richiesta, contenuta nella risoluzione di Valentina Castaldini (Forza Italia) di presentare uno specifico progetto di legge regionale sulla famiglia e a sostegno della natalità.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 17 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa