Ven 5 Giu 2020 - 358 visite
Stampa

Operaio morto alla cartiera, attesa per gli esiti dell’autopsia

L'incarico al medico legale affidato giovedì mattina e operazioni iniziate subito per chiarire le cause della morte di Maurizio Beltrame

Mesola. C’è attesa per l’esito dell’autopsia sul corpo di Maurizio Beltrame, l’operaio 59enne di Porto Tolle deceduto mentre lavorava alla cartiera Cartitalia di Mesola.

Il pubblico ministero Isabella Cavallari ha conferito giovedì mattina l’incarico al medico legale Raffaella Marino e le attività sono iniziate subito in giornata. L’esame autoptico dovrebbe confermare quanto già rilevato dall’esame esterno effettuato dal primo medico legale, ovvero la morte per folgoramento, e contribuire al contempo a dare un quadro più chiaro della situazione.

I tre indagati – due legali rappresentanti della ditta per la quale lavorava (la Travaglia Impianti di Porto Tolle) e il legale rappresentante di Cartitalia -, nei confronti dei quali è aperto un fascicolo per l’ipotesi di omicidio colposo, hanno nominato per assisterli i medici Sara Chierici e Alberto Passeri.

La famiglia di Beltrame, assistita dall’avvocato Marco Linguerri, ha invece nominato il medico legale Lorenzo Martinelli. “L’intenzione della famiglia è capire cosa sia successo, dato che era Beltrame era molto esperto e si fa fatica a spiegarsi come possa essere accaduta una cosa del genere – afferma Linguerri -. In questo momento l’unico intento di tutti è capire perché sia morto e poi, se verrà avvalorata ipotesi del folgoramento, capire perché”.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi