Mer 20 Mag 2020 - 61 visite
Stampa

Gli e-commerce sono la risposta giusta alla crisi economica causata dal coronavirus

Le attività commerciali stanno patendo le conseguenze negative dell’emergenza sanitaria legata alla diffusione del coronavirus: il lockdown rischia di avere effetti deleteri non solo nel settore della ristorazione, ma anche per molti punti vendita. La soluzione? In molti casi la creazione di uno store online, tenendo in considerazione i pro e i contro correlati all’apertura di un e-commerce. Chi si è trovato costretto a tenere abbassata la saracinesca del proprio magazzino o del proprio negozio, d’altro canto, non ha molte alternative a disposizione. È chiaro che chi è abituato ai metodi di vendita classici può essere spaventato da una novità di questo tipo, ma uno degli aspetti positivi riguarda il fatto che non c’è bisogno di investimenti particolarmente elevati per aprire un e-commerce oggi.

A chi rivolgersi per creare un e-commerce

Per creare un sito e-commerce è preferibile affidarsi a professionisti del settore come quelli che compongono lo staff di Tun2u, una realtà che si occupa della progettazione e della realizzazione di negozi online altamente customizzati, con soluzioni studiate su misura a seconda delle specifiche esigenze che devono essere soddisfatte. La sperimentazione delle tecnologie più all’avanguardia è uno dei tratti peculiari di questa agenzia, che mette a disposizione una squadra di professionisti certificati Magento pronti a studiare e a fornire soluzioni complete e all’insegna della massima flessibilità, secondo gli standard di qualità più alti.

Perché creare un e-commerce

Il primo motivo per il quale sarebbe opportuno prendere in considerazione l’ipotesi di avviare un e-commerce ha a che fare con l’occasione di ampliare la propria clientela, mettendo a disposizione i propri prodotti a potenziali clienti che non potrebbero mai entrare nel negozio fisico, per esempio a causa della distanza geografica. Dal punto di vista economico, poi, un e-commerce non prevede spese vive come quelle relative alle bollette o per l’affitto dei locali di un negozio: questo vuol dire che può garantire una maggiore competitività sul mercato offrendo prezzi più allettanti.

I vantaggi di un negozio online

I negozi online sono sempre aperti, a qualsiasi ora del giorno e della notte, 7 giorni su 7: non ci sono orari di esercizio da rispettare e si ha la possibilità di concludere una vendita in qualunque momento. Certo è che con uno store virtuale diventa molto importante riuscire a farsi conoscere e a farsi trovare dai potenziali acquirenti. Un’altra questione a cui si deve far fronte è quella della logistica, perché nella speranza di poter contare su un numero di vendite elevato ci si deve preoccupare di gestire le spedizioni dei pacchi in modo veloce e preciso al tempo stesso.

Vincere la concorrenza

Sul web la concorrenza con cui fare i conti è molto ampia e per certi versi spietata: di certo è nettamente superiore a quella che deve essere affrontata da qualsiasi punto vendita tradizionale, i cui competitor sono rappresentati solo dai negozi simili che si trovano vicini a livello geografico. Insomma, le difficoltà a cui ci si deve preparare se si ha in mente di aprire un e-commerce non sono poche, ma è indispensabile farsi coraggio, soprattutto se in un’epoca di forte crisi come quella attuale l’alternativa è rappresentata dalla chiusura della propria attività.

La scelta di eBay

Per iniziare ad avventurarsi in questo mondo si può provare ad avviare un negozio virtuale su eBay: si tratta di una soluzione ideale per chi intende essere presente in Rete e non vuole investire somme eccessive. L’iscrizione per i nuovi negozi è gratuita fino alla fine dell’anno, e comprende la possibilità di pubblicare per ciascun prodotto in vendita 12 foto.

Messaggio pubbliredazionale

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119

Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi