Gio 26 Mar 2020 - 4592 visite
Stampa

Al via in tempi rapidissimi i lavori per il Porto Canale

La sabbia scavata nel porto canale per il ripascimento delle spiagge dei Lidi Nord, Bellotti: “Intervento importante a cui Cna puntava da tempo”

Comacchio. Partiranno in tempi rapidissimi, e avranno carattere di somma urgenza, i lavori per la messa in sicurezza del Porto Canale di Porto Garibaldi: si parla di dieci giorni per la presentazione del progetto, e tempi ristrettissimi per avviare il cantiere, come riferito nel corso di una riunione in video conferenza a cui hanno partecipato la Regione Emilia Romagna e il Comune di Comacchio.

Fondamentale inoltre il contributo di tutti gli enti interessati alla realizzazione dell’opera, nonchè le preziose indicazioni pervenute dal comandante della Capitaneria di Porto e da Cna di Ferrara, rappresentata dal presidente Davide Bellotti.

“E’ un risultato importantissimo a cui Cna puntava da tempo e con convinzione, stimolando tutti gli attori istituzionali a collaborare e mettersi in rete. – commenta Bellotti –. Ora tutti sono consapevoli di quanto sia importante e strategico questo intervento, pensato in modo da assicurare la sicurezza della navigazione, migliorare il sistema idraulico del Delta, e tutelare la nostra costa”.

In effetti, l’intervento avrà molteplici effetti. Il porto canale verrà scavato all’imboccatura e nell’area antistante per ripristinare profondità sufficienti alla sicurezza delle imbarcazioni in transito: oggi in certi punti la profondità scende fino a un metro e quaranta, e le imbarcazioni a volte toccano il fondo.

I lavori comporteranno la rimozione o il riposizionamento di 80-90mila metri cubi di sabbia. Gli scavi verranno effettuati in modo da evitare di bloccare l’entrata del porto canale. Inoltre, la sabbia scavata verrà in gran parte impiegata per il ripascimento delle spiagge dei Lidi Nord, come era stato richiesto dalla Cna e dagli operatori della costa. L’operazione prevede che Regione e Comune collaborino ciascuno con un finanziamento di 400mila euro.

“Nel corso della video conferenza di mercoledì – spiega Bellotti – l’ingegner Claudio Miccoli della Regione Emilia Romagna ci ha assicurato che l’intervento partirà prima possibile, proprio per il suo carattere di somma urgenza e grazie all’intesa con il Comune di Comacchio. Cna non può che manifestare la propria soddisfazione per la sensibilità dimostrata da tutti gli attori istituzionali: con questa operazione si aumenta il valore del sistema idroviario del Delta e si contribuisce alla tutela ambientale della costa e delle Valli di Comacchio, due asset fondamentali dell’economia del territorio e della regione”.

Visto l’importante risultato raggiunto nell’ambito della collaborazione istituzionale fra Enti e l’importante interessamento dei consiglieri regionali Marco Fabbri e Marcella Zappaterra, terminato questo intervento, sarà importantissimo riformulare simile rapporto per progettare e realizzare il pennello a mare di protezione e sistemazione idraulica del porto canale per completare e rendere definitive le operazioni di messa in sicurezza. Anche su questo Cna intende muoversi quanto prima.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi