Gio 26 Mar 2020 - 1281 visite
Stampa

Le proposte Uisp per sostenere lo sport nell’emergenza Covid-19

Azzeramento dei canoni, fondo di garanzia pubblico e rinvio degli eventi al prossimo anno sono alcune delle soluzioni emerse dopo il confronto con le associazioni

La Consulta dello Sport al momento della sua costituzione in municipio

Nessun contributo pubblico allo sport professionistico di alto livello, aumento del fondo di ammortizzatore sociale per i collaboratori sportivi, azzeramento di tutti i canoni per le settimane di chiusura degli impianti e concessione di una più ampia rateizzazione dei canoni di affitto rispetto a quanto previsto dal governo.

Sono alcune delle proposte raccolte dalla Uisp di Ferrara sulla base di un primo confronto con le associazioni sportive e segnalate all’assessore allo Sport Andrea Maggi e alla Consulta Comunale dello Sport.

Oltre a chiedere al governo, che per la prima volta ha riconosciuto l’esistenza dei “collaboratori sportivi” definendo un percorso di ammortizzatore sociale ad hoc a loro dedicato, di aumentare quel fondo e di prolungarlo all’intera durata dell’emergenza, evitando forme di assegnazione inique e pericolose come i clickday, e di segnalare il rischio che le Partite Iva del mondo sportivo siano ulteriormente penalizzate, Uisp mette sul piatto numerose proposte d’impatto.

Come costituire un “fondo di garanzia pubblico cui le Asd e Aps possano chiedere di accedere sulla base di elementi di totale trasparenza di propri bilanci preventivi e consuntivi: più che “contributi a fondo perduto” serviranno garanzie pubbliche da fornire alle banche per consentire alle associazioni di farsi carico delle perdite accumulate nell’emergenza”.

Tra le altre proposte, aprire una relazione con gli istituti di credito, quale ad esempio il Credito Sportivo, per valutare la loro effettiva capacità di sostegno dell’associazionismo di base, con prestiti o allargamenti degli affidamenti; e allungare le moratorie sui mutui e sospensione di tutte le utenze e delle tasse per il periodo di chiusura spalmandone i costi su un periodo ampio, seguendo le esperienze già sperimentate con il terremoto del 2012.

Chiamata in causa anche la Regione Emilia Romagna per rimodulare i bandi dello sport attualmente aperti: dirottare eccezionalmente tutte le risorse destinate ai grandi eventi a rilevanza turistica verso i progetti di promozione sportiva e di sostegno del territorio. Oltre a sostenere l’accesso alla pratica sportiva con voucher per bambini, disabili e anziani, copiando il modello già sperimentato negli ultimi anni dalla Regione per campi estivi.

Per governare le rimodulazioni dei calendari degli eventi e delle manifestazioni, Uisp suggerisce come punto di partenza che “le date che si rimandano salteranno un anno e che le deroghe eventuali a questo principio generale saranno possibili solo in via eccezionale per casi particolari. Viceversa la ridefinizione parallela di diversi calendari potrebbe creare ulteriori danni per le sovrapposizioni, compromettendo un delicato equilibrio raggiunto in questi anni”.

Le possibili soluzioni, sottoscritte dal presidente provinciale Uisp Enrico Balestra, non finiscono qui: valutare la possibilità di confermare i contributi alle manifestazioni/progetti già deliberati ma non svolti o interrotti a causa delle ordinanze ovviamente a fronte di spese già sostenute. Chiedere lo stesso impegno alla Regione sui progetti già finanziati della LR 8; sospendere il meccanismo delle “compensazioni” ed erogare subito tutti i contributi in scadenza senza attendere il sopraggiungere di crediti; e infine garantire ai gestori-concessionari l’istituzione di un tavolo tecnico che nella massima trasparenza e omogeneità di indirizzo, studi come ritarare e ridefinire i piani economici e finanziari delle intraprese di gestione o la durata delle concessioni, evitando trattative separate.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi