Ven 28 Feb 2020 - 1340 visite
Stampa

Tre giorni sono sufficienti per visitare Londra? Sì, con questo itinerario

Vedere Londra dal venerdì alla domenica: un obiettivo per molte persone che vogliono concedersi un viaggio ma non hanno a disposizione troppi giorni di ferie, almeno fino alla prossima estate. Quali sono, dunque, le tappe da concentrare in un weekend londinese per riuscire a scoprire tutto il bello della capitale dell’inghilterra? Si potrebbe iniziare dal London Eye, per godere di una veduta d’insieme e di una prospettiva panoramica: stiamo parlando, infatti, della più alta ruota panoramica in Europa, che permette di ammirare il corso del Tamigi e tutta la città. Volendo, è prevista la possibilità di noleggiare una cabina privata con tanto di champagne offerto.

Il London Dungeon

Il London Dungeon è un’altra delle attrazioni in cui ci si può imbattere lungo il Tamigi: raccomandato in modo particolare per chi ama le case infestate e i parchi a tema, prevede la presenza di giostre ed effetti speciali, con attori in costume che mettono in scena storie cruente e spaventose, per una scarica di adrenalina incredibile. Intrattenimento più che didattica, insomma: ma è meglio che i bambini stiano alla larga. Piuttosto, le famiglie con piccoli al seguito possono recarsi al Sea Life London Aquarium, che si trova proprio di fianco al London Dungeon.

Whitehall

La strada che dalla Piazza del Parlamento porta a Trafalgar Square si chiama Whitehall, e deve il proprio nome all’omonimo edificio di epoca medievale che si affacciava sulla via prima che un incendio lo distruggesse alla fine del XVII secolo: si trattava del Palazzo di Whitehall, appunto, che fino a quando è esistito è stato il palazzo più grande del mondo, visto che poteva contare su più di 1.500 stanze. Una parte del complesso, tuttavia, ha resistito alle fiamme e si è conservata fino ad oggi: la Banqueting House, infatti, può essere visitata a pagamento, e vale la pena di farlo anche solo per osservare gli affreschi sul soffitto di Peter Paul Rubens.

Come arrivare a Londra

Per organizzare il proprio viaggio di tre giorni a Londra è possibile approfittare dei pacchetti di Expedia, che forniscono soluzioni convenienti e alla portata di tutti. A proposito: nella stesura dell’itinerario da seguire, non ci si dovrebbe dimenticare del Ponte di Westminster, costruito negli anni ’60 del XIX secolo. Da qui, tra l’altro, si può sperimentare una vista spettacolare sul fiume Tamigi, sul Big Ben e sulla parte posteriore delle Houses of Parliament.

Un tour culturale

Uno dei tre giorni del viaggio a Londra potrebbe essere dedicato a un tour culturale della città, che avrà come fulcro Trafalgar Square: questa è di sicuro la piazza più celebre di tutta la città, con la Colonna di Nelson e le statue in pietra che raffigurano i leoni che proteggono gli artisti di strada che si esibiscono giorno dopo giorno. Si può scegliere, per le proprie tappe culturali, tra la National Portrait Gallery e la National Gallery. In tutti e due i casi non è previsto alcun costo per entrare, a meno che non vi siano mostre particolari che richiedono un biglietto ad hoc: tuttavia sono apprezzate le donazioni. D’altro canto qui sono custodite opere di artisti come Monet, Tiziano o Picasso: un riconoscimento economico è quasi d’obbligo!

Buckingham Palace

Infine, se rimane tempo ecco che ci si può recare a Buckingham Palace per assistere alla cerimonia del cambio della guardia: è sufficiente arrivare prima delle undici del mattino per vedere il rito, che in estate viene ripetuto quasi tutti i giorni, mentre nel resto dell’anno si svolge solo il lunedì, il mercoledì, il venerdì e la domenica. La durata è di tre quarti d’ora, più o meno.

Messaggio pubbliredazionale

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi