Mer 19 Feb 2020 - 2087 visite
Stampa

A Ferrara nasce un ‘Parco della Musica’

Prevista tra via Barlaam e via dello Zucchero un'installazione con le firme degli artisti che si esibiranno in città

Ferrara avrà il suo “Parco della Musica” nell’area verde compresa tra le vie Vincenzo Leati, Giovanni Bulgarelli, Vincenzo Barlaam, e via dello Zucchero. A prevederlo è una delle proposte della Commissione cittadina per la Toponomastica e le Pubbliche onoranze che sono state ratificate ieri dalla giunta e che saranno poi trasmesse alla Prefettura di Ferrara per le necessarie autorizzazioni.

Per l’area è, tra l’altro, previsto un progetto di riqualificazione, che sarà messo a punto dall’istituto tecnico per geometri G.B. Aleotti, dal liceo artistico Dosso Dossi e dall’istituto tecnico agrario F.lli Navarra e che contemplerà un’installazione artistica mirata a custodire le firme di celebri musicisti che si esibiranno a Ferrara.

Sarà invece intitolato a Franco Moretti il piazzale in via Vincenzo Domenico Chendi. E in conseguenza di ciò via Luigi Braille, confermata nell’attuale denominazione italianizzata (invece di “via Louis Braille”), avrà come estremi, non più “da via Vincenzo Domenico Chendi a via Noel Quintavalle”, ma “da via Noel Quintavalle a piazzale Franco Moretti”.

Approvate anche altre variazioni toponomastiche: variazione degli estremi di via Antenore Magri, non più “da via della Misericordia e da via Alberto Savinio termina a fondo chiuso”, ma “da via della Misericordia termina a fondo chiuso”; variazione degli estremi di via Alberto Savinio, non più da “via della Misericordia”, ma “da via Antenore Magri termina a fondo chiuso”.

E ancora: variazione degli estremi di via San Lazzaro, non più “da via Malpasso a via Pioppa”, ma da “fondo chiuso a via Pioppa”. Di conseguenza l’ex tratto iniziale di via San Lazzaro viene assegnato a via Malpasso; variazione della tipologia di area di circolazione di “viale Roberto Rossellini” in “via Roberto Rossellini”; cessazione delle seguenti aree di circolazione: “via 9 novembre 1989 Caduta del Muro di Berlino”, “via Mohandas Gandhi”, “via Willy Brandt”, prosecuzione “via Sutter”, per annullamento del piano urbanistico dell’area; cessazione dell’area di circolazione “via Roncole”, convertita in strada privata ad uso privato, che diventa “segue numerazione di via Sgarbata”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi