Mer 19 Feb 2020 - 3197 visite
Stampa

Inseguimento e arresto, preso spacciatore con due chili di hashish

Gli altri due complici sono riusciti a fuggire. I carabinieri intercettano un grosso quantitativo di droga destinata a essere immessa nella piazza di Casumaro e nei comuni limitrofi

Casumaro. Un grosso quantitativo di hashish, oltre due chili per un valore superiore ai 25mila euro, è stato scoperto dai carabinieri di Casumaro nel corso di un episodio rocambolesco che ha portato all’arresto di un marocchino 34enne residente a Burana, frutto del pattugliamento serale del territorio.

E’ stato proprio attorno alle 20 che i militari, mentre percorrevano via Finalese, si sono imbattuti in un’Opel Astra nera che alla vista della vettura dei carabinieri ha subito accelerato la marcia. Ne è scaturito un breve inseguimento, terminato quando i militari, dopo aver attivato i segnali luminosi, hanno intimato l’alt al veicolo. Dall’auto fermata sono scesi due uomini che si sono dati subito alla fuga a piedi correndo in direzioni opposte fra loro, mentre il conducente ha improvvisamente accelerato facendo perdere le proprie tracce.

Nonostante la mossa dei malviventi, i carabinieri sono riusciti a bloccare uno dei due fuggiaschi, il 34enne marocchino E.M.A., che si è scoperto in seguito avere numerosi precedenti in materia di stupefacenti. Il malvivente durante la fuga a piedi è stato raggiunto da uno dei due militari e, anche se ha opposto resistenza con calci e pugni, è stato infine immobilizzato. Nello scendere dall’auto il 34enne aveva preso con sé una borsa di plastica, e infatti gli uomini dell’Arma durante la perquisizione hanno trovato e sequestrato oltre due chili di hashish suddivisi in 20 panetti da circa un etto, due telefoni cellulari e la somma di circa 7.500 euro in banconote di vario taglio arrotolate fra loro, ritenute provento dell’attività di spaccio.

Non è da escludere, dunque, che i carabinieri siano intervenuti dopo una consegna tra spacciatori di medio livello che, vistisi scoperti, hanno cercato di liberarsi dello stupefacente, riuscendovi solo in parte.

Sono in corso accertamenti volti a risalire agli altri due occupanti del veicolo, molto probabilmente connazionali dell’arrestato, tuttora irreperibili. Il quantitativo di stupefacente sequestrato, del valore di oltre 25000 euro, la sua suddivisione in panetti e il rinvenimento di due telefoni cellulari, lasciano presumere che la droga fosse ormai prossima a essere immessa nella piazza di Casumaro e nei comuni limitrofi. E’ stato dunque intercettato e sventato un flusso illecito destinato prevalentemente a giovani assuntori, tra i quali forse anche studenti di alcune scuole del comune di Cento e delle frazioni limitrofe.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi